GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 9 maggio 2017

JUVE IN FINALE, ALTRO PASSO VERSO IL TRIPLETE

Champions League 2016-2017 – Semifinale di Ritorno
JUVENTUS-MONACO 2-1
33’ Mandzukic - 44’ Dani Alves – 69’ Mbappé

JUVENTUS (3-4-2-1) Buffon; Barzagli (dal 40’ st Benatia), Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Khedira (dal 10’ pt Marchisio), Pjanic, Alex Sandro; Dybala (dal 9’ st Cuadrado), Mandzukic; Higuain. (Neto, Lichtsteiner, Asamoah, Rincon). All. Allegri
MONACO (3-4-1-2): Subasic; Raggi, Glik, Jemerson; Dirar, Moutinho, Bakayoko (dal 33’ st Germain) Mendy (dal 9’ st Fabinho); Bernardo Silva (dal 24’ st Lemar); Falcao, Mbappé. (De Sanctis,Carrillo, Dirar, Diallo). All. Jardim
ARBITRO: Kuipers (Ola)

E la Juventus se ne va a Cardiff. Per carità, niente di nuovo o sorprendente. L’avevamo capito fin dal 3-0 rifilato con il Barcellona, solo che ora è ufficiale, dopo il 2-1 con cui i bianconeri hanno battuto il Monaco dopo il 2-0 dell’andata.
Non è stato così facile per la Juventus come farebbe pensare il risultato. I monegaschi non hanno mollato fino alla fine e già dopo 4 minuti si sarebbero potuti trovare in vantaggio, ma il palo ha salvato Buffon e i bianconeri (ritrovarsi 0-1 dopo pochissimi minuti voleva dire assistere a tutt’altra partita). Ci pensano poi Manduzkic e Dani Alves a spazzare via le speranze della formazione allenata da Jardim con due gol di pregevole fattura, arrivati nel momento in cui erano gli ospiti a fare la partita.

Nella ripresa Mbappé sigla il gol della bandiera che serve solo per interrompere l’imbattibilità di Buffon, fermatasi a 690 minuti (il portiere della Nazionale torna a subire gol nella competizione continentale a distanza di quasi sette mesi).

La Juventus va in finale, la seconda in tre anni. E qualcosa mi dice che stavolta finirà in modo ben diverso.
A Cardiff i bianconeri giocheranno l'ottava finale di Champions League della propria storia, ma a differenza di due stagioni fa quando il pass fu staccato dopo novanta minuti di sofferenza, questa volta sarà la sfidante spagnola a doversi preoccupare di come sfondare il muro difensivo guidato da Buffon.
Una solidità difensiva incredibile, una certezza su cui la Juventus ha costruito la propria fortuna. Una costante di questa stagione europea dei bianconeri, un segreto di Pulcinella che però non va sottovalutato in vista della finale dove i ragazzi di Allegri approdano con una voglia di rivincita importante contro la propria storia recente.
Superare Cristiano Ronaldo e compagni non sarà semplice (diamo per scontato che domani sera i colchoneros non riescano nell’impresa di ribaltare lo 0-3 di una settimana fa), ma stavolta, come detto, i favoriti forse sono i bianconeri. Per tanti e tanti motivi. Perché questo è l’anno della Juventus (e lo dimostrano tanti elementi, buona sorte inclusa), perché ci sembra improbabile che i bianconeri perdano la seconda finale in tre anni, perché nella storia della Champions League nessuna squadra è riuscita a vincere due trofei consecutivi. Mi auguro di sbagliarmi, ma credo proprio che a Cardiff trionferà la Juventus. E a distanza di sette anni dall’Inter i bianconeri faranno il Triplete.

2 commenti:

Matrix ha detto...

E' triste ammetterlo ma sono forti, hanno solidità difensiva e lì davanti dei bomber di razza. Manduzkic, Higuain, Dybala, le alternative non mancano. Meritano di essere in finale e meriterebbero di vincere la Coppa.

Theseus ha detto...

Pur non sottovalutando il Real Madrid che, come abbiamo visto, non è certo l'ultima arrivata, direi che la Juventus è la grande favorita alla vittoria finale. Sono sullo stesso piano delle merengues ma in più hanno una solidità difensiva che il Real non ha. Dovessi puntare 10 euro li punterei sicuramente sulla Juventus.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails