GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 8 gennaio 2017

DOPPIO PERISIC L’INTER METTE LA QUARTA

Serie A 2016-2017 – 19^ Giornata
UDINESE - INTER 1 - 2
17’ Jankto - 47’ pt PERISIC – 87’ PERISIC

UDINESE (4-3-3) Karnezis; Widmer, Danilo, Felipe, Samir; Fofana, Kums (dal 17' s.t. Hallfredsson), Jankto; De Paul (dal 27' s.t. Perica), Zapata, Thereau (dal 35' s.t. Ryder Matos).
A Disposizione: Scuffet, Perisan, Angella, Ali Adnan, Faraoni, Heurtaux, Bovolon, Ewandro, Magnino.
All. Delneri.
INTER (4-2-3-1) Handanovic; D'Ambrosio, Miranda, Murillo, Ansaldi; Kondogbia (dal 39' s.t. Eder), Brozovic; Candreva, Banega (dal 11' s.t. Joao Mario), Perisic (dal 46' s.t. Andreolli); Icardi.
A Disposizione: Carrizo, Biabiany, Santon, Nagatomo, Palacio, Gabriel, Ranocchia, Gnoukouri.
All. Pioli.
ARBITRO Doveri di Roma

E sono quattro. L’Inter porta a casa la quarta vittoria consecutiva (non succedeva dal novembre 2015) battendo l’Udinese grazie ad una doppietta di Perisic (la prima da quando è in Italia) che ribalta l’iniziale vantaggio dei padroni di casa. Un’Inter meno brillante rispetto alle ultime sfide, che soffre molto nel primo tempo ma che riesce ad avere la meglio grazie alla bravura dei singoli.
Pioli conferma Miranda-Murillo coppia difensiva davanti all'ex Handanovic. Ansaldi e D'Ambrosio sulle fasce. C'è Kondogbia in coppia con Brozovic sulla mediana, mentre Banega viene preferito a Joao Mario per completare la batteria di trequartisti insieme a Candreva e Perisic dietro ad Icardi. 
La prima frazione di gioco è quasi a totale appannaggio dell'Udinese. I padroni di casa interpreta nel migliore dei modi la partita, mettendo di fatto alle corde la difesa dell'Inter.
Dopo una conclusione pregevole di Fofana ed alzata sulla traversa da Handanovic, Jankto riesce a sbloccare il risultato finalizzando l'ottima azione impostata da Samir, capace di partire dalla linea di centrocampo e trovare il corridoio filtrante per il compagno di reparto.
I padroni di casa cercano di approfittare del momento propizio per tagliare definitivamente le gambe all'Inter. La grande opportunità capita a De Paul che, pescato tutto solo in mezzo all'area di rigore, riesce solo a colpire il legno. L'errore dell'argentino sveglia l'Inter, che alla prima vera occasione trova il pari: Icardi lavora un buon pallone in avanti e serve l'accorrente Perisic, che con un piattone piazzato sorprende Karnezis sul proprio palo. All’intervallo è 1-1.
La ripresa è ancora più scoppiettante della prima frazione di gioco: le occasioni da rete, infatti, fioccano da entrambe le parti. Banega dà l'impressione del gol con una botta al volo defilato sulla sinistra, ma la palla esce di un niente a lato. L'Udinese risponde con una doppia occasione firmata Zapata: il colombiano prima sbaglia di testa, poi spreca clamorosamente calciando sull'esterno della rete a tu per tu con Handanovic.
L'Udinese attacca a testa bassa, mentre l'Inter si affida alle geometrie di Joao Mario dando vita a manovre offensive più ragionate. Ed i risultati non tardano ad arrivare. I nerazzurri vanno vicini al raddoppio proprio con il portoghese che scarica verso la porta quasi sguarnita, ma Widmer riesce ad opporsi prima che la palla entri in rete. L'appuntamento con il gol è solo rimandato e si concretizza grazie all'ex Sporting a pochissimi minuti dal novantesimo, sul cui piazzato Perisic svetta più in alto di tutti e gela Karnezis. E' la rete della vittoria. L’arrembaggio finale dei friulani serve davvero a poco.
L’Inter porta a casa la quarta vittoria consecutiva e mantiene il passo di chi la precede (tutte vincenti in questo turno). Non sarà ricordata come una delle partite più convincenti della stagione nerazzurra ma contava vincere e l’Inter ha conquistato i tre punti. Non potevamo chiedere di più ad una partita che, probabilmente, tre mesi fa avremmo anche perso. Certo non c’è mancata la fortuna (vedi il palo di De Paul), ma la fortuna aiuta gli audaci. E la concretezza e il cinismo di questa Inter è più che audace. L’anno solare inizia nel migliore dei modi, speriamo che continui ancora meglio. FORZA INTER!!!


2 commenti:

Malati Di Calcio Blog ha detto...

L’Inter di Pioli, con 5 vittorie, 1 pareggio ed 1 sconfitta è la seconda forza del torneo dietro la Juventus. E’ palese che con tutti i problemi difensivi del caso e il non aver trovato ancora un ruolo a certi giocatori alla lunga sarà un problema, ma il vero miracolo deve arrivare dal mercato, perchè con questa rosa (che comunque non è male) è difficile fare di meglio

Matrix ha detto...

Che ci sia stata una inversione di rotta è palese. Non so cosa non sia funzionato con De Boer, ma l'importante è che qualcosa sia cambiato. Sono d'accordo sul fatto che ad ottobre una partita così l'avremmo persa. Complimenti a Pioli, che finora sta facendo un discreto lavoro.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails