GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 20 novembre 2016

LAMPO PERISIC AL 92ESIMO: L'INTER SI SALVA IN EXTREMIS

Serie A 2016-2017 – 13^ Giornata
MILAN - INTER 2 - 2
43’ Suso – 53’ CANDREVA – 58’ Suso – 92’ PERISIC

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Paletta, Gustavo Gomez, De Sciglio; Kucka, Locatelli, Bonaventura (43' st Pasalic); Suso, Bacca (26' st Mati Fernandez), Niang (34' st Lapadula).
A disp.: Gabriel, Plizzari, Ely, Zapata, Antonelli, Honda, Poli, Sosa, Luiz Adriano.
All.: Montella
INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Miranda, Medel (37' Murillo), Ansaldi (20' st Nagatomo); Brozovic (30' st Jovetic), Kondogbia; Candreva, Joao Mario, Perisic; Icardi.
A disp.: Carrizo, Ranocchia, Santon, Felipe Melo, Gnoukouri, Banega, Biabiany, Eder, Gabigol.
All.: Pioli
Arbitro: Tagliavento

Un gol di Perisic in pieno recupero (che avrebbe fatto godere anche il compianto Peppino Prisco) regala all’Inter un meritato pareggio nel derby al termine di una partita che la squadra nerazzurra ha giocato abbastanza bene nonostante continui a palesare sempre le stesse problematiche (difesa ballerina, centrocampo in difficoltà, attacco poco cinico).
Pioli per il suo esordio sulla panchina nerazzurra opta per un 4-2-3-1. Le sorprese sono rappresentate da Medel centrale di difesa accanto a Miranda e il rilancio di Kondogbia a centrocampo al fianco di Brozovic con Joao Mario nel tridente dietro ad Icardi.

E’ l’Inter a prendere il sopravvento nel derby e a dominare il gioco per buona parte del primo tempo e a creare alcune occasioni da rete che però non riesce a concretizzare. Al 14esimo Perisic chiama alla parata Donnarumma. Al 24esimo D'Ambrosio sfonda sulla destra e crossa a centro area: Perisic di testa in tuffo sbaglia incredibilmente un’occasione ghiotta.

Al 37esimo però l'Inter perde Medel, infortunatosi al ginocchio. Il cileno deve lasciare il campo per far spazio a Murillo. I nerazzurri attraversano un momento di difficoltà e i rossoneri ne approfittano. Al 42esimo su palla persa da Brozovic, Bacca riceve palla al limite dell'area e calcia a rete impegnando Handanovic.
Un minuto dopo Suso sblocca la partita: lo spagnolo parte dalla destra, converge verso il centro e con il mancino lascia partire un tiro a giro sul palo più lontano che non lascia scampo al portiere nerazzurro. Al riposo il Milan è incredibilmente in vantaggio.
L’Inter non parte col piede giusto nella ripresa e rischia il tracollo su tiro di Bonaventura. Candreva due minuti dopo impegna Donnarumma con una staffilata da fuori area. E’ il preludio al gol che arriva al 53esimo. Rimessa laterale per l’Inter, palla a Candreva che da 25 metri fa partire un siluro che si infila all'incrocio dei pali.
Il risultato di parità dura però pochi minuti, perché al 58esimo il Milan si riporta in vantaggio. Bacca dalla destra serve Suso, che salta Miranda e con un rasoterra di precisione infila Handanovic per il 2-1.
Il Milan gestiscono bene il vantaggio e soprattutto contrastano gli attacchi nerazzurri. L’assalto al fortino rossonero non porta nessun frutto alla formazione di Pioli che non riesce a rendersi pericolosa salvo per un tiro di Icardi che Donnarumma gestisce senza problemi.
Ma al 92esimo il colpo di scena inaspettato. Calcio d’angolo di Joao Mario, Murillo la spizza di testa sul secondo palo, dove piomba Perisic, che da distanza ravvicinata firma il 2-2 e fa esplodere di gioia i tifosi nerazzurri.
Finisce 2-2. Risultato più che giusto per quello che si è visto in campo. L’Inter è piaciuta per determinazione e per come ha condotto la gara nel primo tempo. Ma i problemi persistono. Troppi errori difensivi, Suso è stato lasciato libero di far male nell’occasione dei due gol. Il centrocampo palesa delle difficoltà con un Kondogbia che non ha fatto malissimo ma che è ben lontano dall’essere il giocatore che serve a questa Inter. E lì davanti le solite problematiche che ci portiamo dietro da inizio stagione, anzi dall’anno scorso. Molto possesso palla, creiamo molto ma concretizziamo davvero molto poco. Così non va per niente bene. Servono aggiustamenti al più presto.
Per stasera ci teniamo stretto questo pareggio strappato con i denti in pieno recupero e andiamo a letto più tranquilli. Al resto penseremo domani. FORZA INTER!!!


1 commento:

Winnie ha detto...

Avevo indovinato che sarebbe finita in parità. Mi è piaciuto comunque l'atteggiamento, non abbiamo mollato. E la sconfitta sarebbe stata ingiusta. Certo, ora bisogna far seguito a questi risultati. Giovedì in Europa League e lunedì prossimo con la Fiorentina dobbiamo raccogliere due vittorie, possibilmente con due prestazioni convincenti.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails