GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 13 giugno 2016

CAMPION…. AH, NO: SIAMO ANCORA ALLA PRIMA PARTITA

EUROPEI DI CALCIO “FRANCIA 2016” – GIRONE E
BELGIO-ITALIA 0-2
32’ Giaccherini – 92’ Pellè

BELGIO (4-2-3-1): Courtois; Ciman (dal 31' s.t. Ferreira Carrasco), Alderweireld, Vermaelen, Vertonghen; Witsel, Nainggolan (dal 17' s.t. Mertens); De Bruyne, Fellaini, Hazard; R. Lukaku (dal 28' s.t. Origi). (Mignolet, Gillet, Denayer, Kabasele, J. Lukaku, Meunier, Dembelé, Benteke, Batshuayi). All. Wilmots.
ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi (dal 33' s.t. Thiago Motta), Giaccherini, Darmian (dal 14' s.t. De Sciglio); Pellè, Eder (dal 31' s.t. Immobile). (Sirigu, Marchetti, Ogbonna, Florenzi, Sturaro, Bernardeschi, El Shaarawy, Insigne, Zaza). All. Conte
ARBITRO: Clattenburg (Inghilterra)

Ci sono rimasto male. A sentire l’urlo disumano dei telecronisti Rai al gol di Pellé (per non parlare dell’esultanza azzurra) ero convinto che avevamo vinto l’Europeo, ed ero già pronto a scendere in strada a fare festa. Poi, con mio sommo rammarico, ho scoperto che siamo ancora alla prima partita del girone e per vincere gli Europei l’Italia dovrà disputare altre sei partite (se non viene eliminata prima).
La vittoria sofferta (e non del tutto meritata visto l’ottimo secondo tempo degli avversari) contro il Belgio è solo il primo passo. La strada verso la finale e la vittoria è ancora lunga.

Antonio Conte si affida ai bomber di razza Pellé e Eder (un gol negli ultimi sei mesi) in avanti e dietro alla collaudata difesa con Barzagli, Bonucci e Chiellini.

Prima mezzora equilibrata, poi al 32esimo Bonucci spazza maldestramente verso l’area avversaria cogliendo impreparata la difesa belga, Giaccherini (che stufo di fare avanti e indietro per il campo era rimasto nella metà campo avversaria) ne approfitta, controlla e con un preciso diagonale supera Courtois. L’Italia è in vantaggio. Nella concitazione della gioia per il gol, Zaza ne approfitta per tirare un pugno al naso a Conte (e non possiamo dargli torto, visto che il ct preferisce Eder a lui).
Sull’onda dell’entusiasmo Condreva prova a raddoppiare, ma Courtois para. Ci prova allora Pellé, ma spreca sparando al lato.
La ripresa inizia su ritmi molto alti, con le due squadre che si affrontano a viso aperto e danno vita a continui ribaltamenti di fronte. Al minuto 54 l’allegra difesa azzurra (ma non era l’imperforabile difesa bianconera?) si dimentica di Lukaku che si presenta tutto solo davanti a Buffon, ma spreca calciando di pochissimo fuori.
Passa un minuto e Pellè colpisce di testa da posizione ravvicinata ma Courtois si supera con un grande intervento in tuffo basso.
Il Belgio si rende conto di avere Hazard, De Bruyne, Lukaku, Naingollan, Mertens, Witsel, mentre dall’altro lato ci sono Eder, Giaccherini, Pellé, Parolo, allora prende coraggio e chiude l’Italia nella sua metà campo. E’ un assedio belga, con l’Italia che si chiude arroccata in difesa sperando di riuscire a portare a casa la vittoria.
In pieno recupero l’Italia si affaccia fuori dalla sua trequarti, Candreva crossa benissimo dalla destra mette per l'accorrente Pellè: il bomber conclude al volo e chiude la partita.
Finisce 2-0. Aldilà del tripudio e dei festeggiamenti, è un’Italia che lascia a desiderare. Si copre abbastanza bene in difesa, ma per il resto non è tutto questo grande squadrone che vogliono farci credere. Non che l’Italia abbia disputato una pessima partita, ma onestamente non ho visto questa netta superiorità rispetto agli avversari. Noi siamo stati bravi a sfruttare le occasioni da rete, loro invece le hanno sprecate. Probabilmente la differenza è tutta qua. E magari qualcuno mi farà notare che non è una differenza da poco. Vabbè, vado a rimettere la bandiera nel cassettone. Mi hanno spiegato che ci vuole il 10 luglio per poter festeggiare la vittoria degli Europei. Sempre ammesso che arriviamo in finale. E che la vinciamo.

9 commenti:

Stefano ha detto...

Sorvolo sul fatto che sia o non sia daccordo sulle tue opinioni, mi hai fatto sorridere. Alcuni passaggi sono uno spasso...

Theseus ha detto...

Il Belgio ha tanti giocatori di talento, elementi che con una giocata possono risolverti la partita. Ma purtroppo non ha un gioco. Non puoi affidarti solo ed esclusivamente al talento dei tuoi giocatori. E' una scelta che a lungo poi non paga.

Simone ha detto...

Lo dico ora che il carro dei vincitori non è affollato: questa Italia andrà molto lontano. Ha carattere e grinta, anche se non gioca benissimo. Conte sta facendo un ottimo lavoro. Sperare di arrivare in finale non è utopia, anche perché finora non ho visto grandi squadroni imbattibili. Francia, Germania, Spagna, Inghilterra, hanno tutte convinto poche.

Brother ha detto...

Mi pare di leggere lo stesso entusiasmo che c'era dopo Italia-Inghilterra, prima partita dei Mondiali sudafricani. Come finì ce lo ricordiamo tutti.
Dove sta la fonte di tanto entusiasmo? Mi pare che, come sottolineava Entius, noi siamo stati bravi a buttarla dentro e loro no. Per il resto questa grande Italia che tutti dicono non l'ho vista.
Poi magari arriveremo in finale, per carità, ma non venitemi a parlare di un'Italia straordinaria.

Gaetano ha detto...

Come spesso accade l'Italia è un paese che ha tanto da imparare da tutti.
Quando gioca l'Italia bisognerebbe mettere da parte la propria fede calcistica e tifare per l'Italia chiunque siano gli interpreti, a prescindere dalla maglia di club che indossano.
Leggere frasi del tipo "Bonucci spazza maldestramente" o "l'allegra difesa azzurra" non fa altro che denotare un gran senso di frustrazione nel trovarsi nella condizione di difendere una nazionale dove i propri beniamini (sempre che lo sia ancora) sono rappresentati con il contagocce.
In fondo questo tipo di frasi sono un insulto alla propria intelligenza anche perché sfido chiunque a dire che quello di Bonucci sia un colpo maldestro ed affermare che quella difesa sia stata allegra visto che lo score recita 0 gol subiti trovandosi di fronte alla 2° nazione del ranking con giocatori del calibro di mertens, hazard, lukaku, carrasco, naingollan, fellaini.
Dispiace tanto perché l'Italia è di tutti e sebbene nessuno è obbligato a dover tifare per essa, credo, opinione del tutto personale, sia bello sentirsi tutti uniti anche solo per seguire 23 giocatori che ci rappresentano al cospetto di altre compagini.
Poi per carità, ognuno di noi potrebbe anche non sentirsi rappresentato da questa nazionale, ma cosi come accade quando gioca l'Italia del volley o del basket o della pallanuoto, per me l'Italia è sempre l'Italia.
Entius nessun ha mai pensato e pensa che questa nazionale sia fortissima, né tantomeno che possa vincere l'Europeo.
La stessa cosa si diceva nel 2006 ma la storia ha detto altro.
Dai su che venerdì c'è la seconda gufata, ops scusami, volevo dire la seconda partita, con la speranza di poter uscire magari anche facendo una figuraccia e dare sfogo alla propria rabbia repressa nei confronti di Conte, Bonucci, Buffon, Chiellini, Barzagli, Zaza, Sturaro.....ops che coincidenza, tutti giocatori bianconeri, ma unici e veri responsabili di un fallimento annunciato insieme ad un allenatore non più di casa a Torino, ma pur sempre antipatico per la sua fede. Meglio sarebbe stato convocare D'Ambrosio, Santon, Eder (convocato) mhm, mhm, mhm...che strano non riesco a ricordare gli altri italiani della vs.squadra.
Comunque vada per me e solo per me Forza Italia, Forza Azzurri.


pippo ha detto...

il vero problema non è se l'italia abbia già vinto o meno l'europeo(probabilmente non lo vincerà visto che ha un solo reparto di valore mondiale,i "bastardi" della difesa)ma che partita hai visto tu entius(ammesso che l'abbia vista).Esilarante(o grottesco fai tu) il "Bonucci spazza maldestramente"......Non ti preoccupare, potrai tranquillamente sputare veleno e sentenze sulla nazionale alla fine....

Entius ha detto...

L'articolo voleva essere ironico e fuori dagli schemi (Giaccherini che rimane in aria avversaria, Zaza che prende a pugni Conte e via discorrendo), poiché di articoli seri ce ne erano già fin troppi.
Ma mi sembra abbastanza evidente che non abbiate minimamente colto l'ironia. E' chiaro, si ironizza su chi gioca, se giocano 6 juventini (per dire) è normale che avete la sensazione che parli male dei juventini (tra l'altro, se avete letto attentamente ironizzo anche sull'interista Eder).
Diciamo che a sto giro siete stati un po' prevenuti. ;-)

Gaetano ha detto...

Entius diciamo che stai cercando di salvarti in corner ma nn ci casco.
Su Eder nn fai assolutamente ironia ma dici il vero....un giocatore che venuto da voi come il salvatore, come spesso accade a chi veste la Vs.maglia, si è intristito, dimostrando invece contro il Belgio che ha qualita.
Nn voglio fare altre polemiche, mi auguro solo che sia un momento per ritrovarsi tutti e tifare per la ns.nazionale.Che segni Eder o De Rossi o Immobile a me nn interessa....interessa solo che la ns.nazionale possa vincere.
Io sono e mi sento italiano ogniqualvolta un nostro atleta ci rappresenta nel mondo.

pippo ha detto...

anche noi abbiamo ironizzato.si dice così,no......

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

AVVISO

Questo è un BLOG NERAZZURRO pertanto rivolto soprattutto ai tifosi dell’Inter. Mi piacerebbe però che diventasse UN BLOG PER TUTTI. Dove gli interisti si sentano a casa ma dove tutti gli altri non si sentano estranei. Un blog rivolto a tutti gli appassionati di calcio non solo a quelli con cui condivido l’amore per i colori nerazzurri. Pertanto tutti i tifosi sono ben accetti a patto che mantengano un comportamento sportivo e civile. Potete scherzare, prendere in giro, fare sfottò purché non si superino i limiti dell’educazione e del rispetto. Questo vale per tutti, interisti e non. Grazie!!!