GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 12 dicembre 2015

TRE PUNTI PER LA VETTA E... PER PEPPINO!!!

Riconquistata una settimana fa la testa della classifica, adesso bisogna mantenerla almeno fino a Natale (poi all’anno nuovo si vedrà). Purtroppo un calendario non troppo benevolo ci mette di fronte prima della sosta l’Udinese in trasferta e la Lazio in casa.
Andiamo per gradi e pensiamo innanzitutto alla trasferta di Udine di questa sera. Una partita che non è mai stata semplice per i colori nerazzurri (anche se bisogna ammettere che l’Udinese attuale ha poco a che vedere con l’Udinese di qualche anno fa).
Sebbene (statistica che non sapevo e che, personalmente, mi ha colto di sorpresa) i friuliani abbiano vinto solo due degli ultimi dodici confronti giocati in casa (sei successi nerazzurri, compresi gli ultimi due confronti, e quattro pareggi). Volendo estendere la cosa a tutti i 42 precedenti, il bilancio è ancora favorevole ai nostri colori con 17 vittorie, 14 pareggi e solo 11 sconfitte. Il bilancio diventa nettamente negativo solo nel mese di dicembre con 3 vittorie friuliane e solo un trionfo nerazzurro. Quest’ultimo è arrivato il 13 dicembre di 17 anni fa (decisivo Ronaldo, l’originale, a tre minuti dalla fine). Chissà che non sia di buon auspicio.

Mancini sembrerebbe orientato a puntare su un 3-5-2 (oddio, la difesa a tre!!!) con Miranda, Murillo e Juan Jesus in difesa, Biabiany (o Nagatomo) e Telles esterni di centrocampo, Medel, Felipe Melo e Brozovic in mezzo la linea mediana e Icardi e Ljajic in avanti. Ovviamente questa è solo un’ipotesi. Mancini ci ha abituato a colpi di scena e improvvisi cambi di formazione quindi mai dire mai fino a quando non usciranno le formazioni ufficiali.
L’importante, come ben saprete, non è che chi andrà in campo ma che alla fine l’Inter riesca a portare a casa il risultato. In questo Mancini è stato finora un mostro di intelligenza. Dando spazio e possibilità di giocare a tutti riesce a tenere sulla corda tutti i giocatori e di conseguenza chiunque venga chiamato in causa riesce a cavarsela alla grande. Non ho dubbi nel sostenere che se stasera schierasse Ranocchia nella difesa a tre, se la caverebbe egregiamente, o che se in avanti lanciasse Manaj, l’albanese riuscirebbe ad essere incisivo e magari anche decisivo.
Mi vengono in mente le parole di una canzone di Checco Zalone di qualche anno fa “siamo una squadra fortissimi, fatta di gente fantastici”. Ecco noi siamo esattamente questi. E con queste premesse come possiamo pensare di tornare da Udine senza i tre punti? FORZA INTER !!!

PS: Oggi ricorre l’anniversario della morte del grande avvocato Peppino Prisco. Anche per lui, per il più grande tifoso che l’Inter abbia mai avuto, bisogna portare a casa la vittoria. Sono sicuro che da lassù sta guardando la sua Inter e che sta esultando come un matto per queste vittorie per 1-0 che tanto fanno rosicare gli avversari. Se fosse ancora qui in mezzo a noi se ne sarebbe sicuramente uscito con una delle sue mitiche frasi ironiche per prendere in giro i rosiconi. Ciao Peppino, ci manchi!!!

1 commento:

Nerazzurro ha detto...

We Peppino, sto poker è tutto per te... FORZA INTER !!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails