GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 20 dicembre 2015

DISASTRO INTER, CHE REGALO ALLA LAZIO!!! (e al campionato)

Serie A 2015-2016 – 17^ Giornata
INTER - LAZIO 1 - 2
5’ Candreva – 61’ ICARDI – 87’ Candreva

INTER (4-4-2): Handanovic; Montoya, Miranda, Murillo, Telles (dal 44' s.t. Palacio); Biabiany (dal 12' s.t. Brozovic), Melo, Medel, Perisic; Icardi, Jovetic (dal 12' s.t. Ljajic).
Pancina: Carrizo, Jesus, Dodò, Kondogbia, Guarin, Santon, D'Ambrosio, Nagatomo, Manaj.
All. Mancini.
LAZIO (4-1-4-1): Berisha; Konko, Hoedt, Mauricio, Radu; Biglia; Candreva, Milinkovic-Savic, Parolo, Felipe Anderson (dal 37' s.t. Keita); Matri (dal 28' s.t. Djordjevic).
Panchina: Guerrieri, 5, Patricio, Braafheid, Mauri, Onazi, Cataldi, Prce, Oikonomidis.
All. Pioli.
ARBITRO: Mazzoleni (Bergamo).

Un’Inter distratta e con la testa già alle vacanze di Natale perde tre punti importantissimi e va alla sosta col minimo vantaggio sulle inseguitrici (Napoli e Fiorentina a -1, Juventus a -3, Roma a -4).
Mancini, come al solito sorprende tutti. In conferenza stampa aveva annunciato la presenza dal primo minuto di Brozovic, invece il croato si accomoda in panchina assieme a Ljajic, con Biabiany e Melo titolari nel 4-2-3-1 dell'Inter che prevede Icardi punta cnetrale con Perisic, Biabiany e Jovetic a supporto.
Che per l’Inter non sia una serata facile lo si capisce dopo appena 5 minuti quando su calcio d’angolo di Biglia, Candreva da fuori area fa partire un bolide che fulmina Handanovic e porta la Lazio in vantaggio.

La Lazio sulle ali dell’entusiasmo gioca una buona partita mettendo in difficoltà la capolista. I biancocelesti occupano bene gli spazi e corrono tanto. L’Inter fa fatica a costruire, Felipe Melo è in serata negativa e Montoya giustifica il fatto che per tre mesi sia stato a marcire in panchina.

Poche occasioni fino al minuto 43, quando Candreva va vicino al raddoppio, mettendo il pallone alto dopo una bella percussione di Felipe Anderson.
All’intervallo la Lazio è meritatamente in vantaggio. Mancini prova a scuotere la squadra nel corso della ripresa inserendo Brozovic e Ljajic al posto di Biabiany e Jovetic. Il doppio cambio sembra sortire l’effetto desiderato perché al minuto 60 l’Inter trova il pareggio. Bel lancio di Perisic per Icardi che si infila tra i difensori avversari e si presenta davanti a Berisha tutto solo battendolo. L’inerzia della partita cambia con l’Inter che prova in tutti i modi a rendersi pericolosa e a trovare il gol che regalerebbe i tre punti agli uomini di Mancini. Ma, dopo un rigore che Mazzoleni si guarda bene dal concederci, Felipe Melo affossa Milinkovic-Savic in area. Per l’arbitro non ci sono dubbi: è rigore (sacrosanto, aggiungerei io). Dal dischetto va Candreva, Handanovic conferma la sua fama di pararigori ma sulla sua respinta il giocatore biancoceleste è il più veloce a ribattere.
Nei minuti di recupero Felipe Melo completa la sua serata negativa con un fallaccio su Biglia (più scomposto che violento, sebbene si voglia far credere il contrario) che gli costa il castellino rosso. Poco dopo anche Milinkovic-Savic viene espulso per somma di ammonizioni.
La Lazio esce da San Siro con i tre punti e riapre il campionato. L’Inter incappa in una serata negativa dove tutti giocano male e al di sotto delle loro possibilità. Disastroso Melo, poco convincente Montoya, deludenti un po’ tutti per l’atteggiamento messo in campo. Probabilmente non meritavo di perdere, ma non abbia fatto più di tanto per cercare di portarla a casa. Merito anche di una Lazio che ha giocato un ottima gara. E di un Mazzoleni decisivo quanto Melo. Niente da ridire sul rigore ma c’era un fallo su Miranda in piena area biancoceleste con Konko che abbraccia affettuosamente il difensore brasiliano, l’azione che porta al rigore parte da un fallo a nostro favore non fischiato e Milinkovic-Savic andava espulso per somma di ammonizioni in almeno due occasioni (prima controlla col braccio una palla vagante e poi ostacola la ripresa del gioco dopo una punizione). Questo i primi esempi che mi vengono in mente di un arbitraggio in linea con gli altri finora avuti. Se stasera abbiamo perso è sicuramente colpa nostra, ma l’arbitro ha dato il suo piccolo contributo. Andiamo alla sosta da primi in classifica ma con tanti dubbi e una sconfitta che è tanto fastidiosa quanto preoccupante. Alla ripresa dopo la sosta andrà meglio. O almeno si spera. FORZA INTER!!!


12 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Dopo la sosta andrà meglio?? Dopo la sosta andrà peggio. se non l'avessi ancora capito, faranno di tutto per farci perdere questo scudetto e se riusciranno anche a sbatterci fuori dalla Champions ancora meglio.
C'é la Rubentus, poi la Fiorentina del Presidente del Consiglio, il Napoli di De Laurentiis e la Roma nell'anno del Giubileo. Noi non abbiamo nessuna speranza.

Matrix ha detto...

La cosa che mi preoccupa è che tu possa avere ragione. In effetti non mi meraviglierei se fosse così.
Riguardo alla sfida di questa sera, credo che sia stata una partita storta come quella contro la Fiorentina. Ogni tanto capitano, l'importante è che non diventino un'abitudine.

Winnie ha detto...

Sarà stata pure una serata storta ma senza la cazzata di Felipe Melo non avremmo perso. Spero che Mancini lo faccia fuori. Non è giocatore da Inter.
E comunque rimaniamo la capolista e fra tre settimane quando si riprenderà, noi saremo sempre lassù a guardare tutti dall'alto in basso.

pippo ha detto...

motivi della sconfitta dell'inter :
1.colpa dell'arbitro(il più amato dagli interisti)
2.la rubentus,la fiorentina di renzi,il napoli di adl,la roma del giubileo(la più esilarante.....sempre di un tifoso "nerazzurro")
3.una partita "storta"(la più ottimista)
4.l'incapacità di gestire la pressione di essere in testa(la più pessimista,ma sentendo mancini che si nasconde direi la più probabile).

Un saluto al guerriero felipe melo.Ci hanno provato a dipingerti in modo diverso,la gazzetta ad inizio anno ti ha anche dedicato un quadro che cercava di descriverti come non sei.Ma tu non ti sei fatto incantare e hai fatto vedere finalmente di che pasta sei fatto.Mi raccomando non mollare e ripercorri le orme dei mitici samuel,lucio,taribo west e.........materazzi.
BUON NATALE FRATELLO.

Nerazzurro ha detto...

E alla fine sono resuscitati i juventini. Finora sono stati ben nascosti, ora invece sono spavaldi e fieri.
Chissà come mai sono così euforici...
Vuoi vedere che...

pippo ha detto...

i juventini?????????????
in realtà mi ero imposto il.....disinteresse ma quella sulla fiorentina di renzi era troppo bella......
come dice il condor(al secolo galliani)chi vince parla,chi perde sta zitto.
daltronde sei stato praticamente zitto per cinque lunghi anni,avevi ben diritto a parlare per qualche mese(nonostante qualche strafalcione di ortografia....).
mi domando anch'io come mai siamo così euforici.....dai a febbraio potrai ritornare a fare il tifo in Champions,anche il tuo vice presidente era presente ai sorteggi....

Mark della Nord ha detto...

@pippo
"Daltronde"?!
E chi se lo sarebbe aspettato da uno che parla di strafalcioni di ortografia!!
Senti, invece di venire qui, dopo lunga e giustificata assenza (come ti è già stato fatto notare), a dire rosari di cavolate (more solito) e recitare consumate litanie, nonché a scrivere parole inesistenti, fai una bella e profonda riflessione su quello che è successo al tuo ex idolo col n.10, ora ex presidente dell'UEFA; e mettilo in relazione con quelle vicende che hanno visto coinvolti amministratori delegati (oramai espatriati), direttori sportivi, e medici sociali.
A quanto pare, perché a qualcuno che operi nel mondo del calcio possa essere rilasciata la patente di delinquente, vestire certi colori ovvero appartenere ad una squadra di Torino deve essere un passaggio obbligato.

pippo ha detto...

Seppure l'enciclopedia Treccani indica come corretto il termine "d'altronde",l'Accademia della Crusca si riferisce al DOP(Dizionario di Ortografia e Pronuncia)dove "daltronde" è indicata come "forma meno comune",quindi non inesistente.
Pensavo lo sapessi visto che sei un emerito.........accademico della crusca(con la c minore).
La boiata su Platini non merita risposta non avendo alcun nesso con quello di cui si parlava.Ma tu fai sempre così quando sei.....nervoso,farsopoli ha sempre funzionato come la valvola di sfogo della pentola a pressione che altrimenti farebbe il.....botto.Capisco che il clima in questo momento sia alquanto....elettrico.
DALTRONDE sai bene qual'è il mio pensiero: meglio uno intelligente e con le palle nella gestione del potere(che comporta i suoi rischi) che dei quaquaraquà che vestono lo smoking bianco e si azzerbinano al potere di turno(galliani,lotito,infront ed il voto a tavecchio, dato dopo aver concluso un interessante contratto con la stessa infront ,ti dicono qualcosa?).
BUON ANNO, TI AUGURO OGNI SUCCESSO(chiaramente non inteso come........univerbazione).

pippo ha detto...

P.S. Non penso che la mia assenza sia stata così lunga.........rimedierò.

pippo ha detto...

ad andare con lo zoppo.....si fanno strafalcioni di ortografia.
seppure deve essere obbligatoriamente accompagnato dal congiuntivo,quindi mi correggo: Seppure l'enciclopedia treccani INDICHI.....

pippo ha detto...

altro errore:con la c minuscola e non minore,devo essere proprio ....bocciato.

data recovery ha detto...

Thanks on your marvelous posting! It is very useful and good.Come on. I want to introduce a Free Data Recovery Software, I try it and I feel it is so good to us beginners.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails