GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 16 giugno 2015

CONTE, PRIMO KO AZZURRO.IL PORTOGALLO FA FESTA DOPO QUASI 40 ANNI

AMICHEVOLE
ITALIA-PORTOGALLO 0-1
53’ Eder

ITALIA (4-3-3): Sirigu; De Sciglio (73' Pasqual), Bonucci, Ranocchia, Darmian; Soriano (59' Vazquez), Pirlo, Bertolacci (76' Parolo); Candreva (65' Gabbiadini), Immobile (73' Matri), El Shaarawy (68' Sansone).
PORTOGALLO (4-3-3): Beto; Vieirinha (46' Cedric), J.Fonte, B.Alves(59' D.Carriço), F.Coentrao (24' Eliseu); J.Moutinho, Tiago (46' A.Silva), D.Pereira; Varela (76' Nani), Eder, Quaresma (86' Pizzi).

Italia-Portogallo. Già il fatto che sia un’amichevole fa calare l’interesse, se poi consideriamo che manca anche Cristiano Ronaldo trovare un buon motivo per seguire la partita che si gioca a Ginevra diventa impresa ardua. A meno che non si è grandi estimatori di Quaresma e di El Shaarawy (se c’è qualcuno si faccia avanti) o si è ancora convinti che l’Italia è pur sempre l’Italia e bisogna sempre tifare per i colori azzurri (teoria molto cara ad un defunto zio di mia madre, che teneva all’Italia almeno quanto io tengo all’Inter).

Ma in mancanza di meglio (oddio, forse qualcosa di meglio c’era ma alle nove di sera dopo una giornata di lavoro tutta sta voglia di fare zapping non c’è) ci accontentiamo di un’amichevole. All’Italia serve una vittoria per essere testa di serie nel sorteggio delle qualificazioni a Russia 2018.

E invece arriva la prima sconfitta della gestione Conte in dieci gare ufficiali. A decidere il match Eder (no, non quello della Sampdoria, un altro, più abbronzato e con le treccine che gioca nel Braga, se non erro) su assist di (popolo nerazzurro udite udite) Ricardo Quaresma (!!!).
Conte schiera Sirigu in porta, Darmian, Ranocchia, Bonucci e De Sciglio i quattro dietro, Soriano e Bertolacci da interni, capitan Pirlo in cabina di regia. Davanti Candreva, Immobile e El Shaarawy.
Primo tempo equilibrato con un paio di occasioni da entrambe le parti (l’Italia rischia di andare sotto per alcuni errori difensivi..). Nella ripresa grande inizio dell’Italia che sfiora anche il vantaggio con Bonucci che colpisce il palo. Nell’azione successiva Quaresma (con tanto di trivela…) serve Eder che sorprende Bonucci e trafigge Sirigu.
Il Portogallo sfiora in raddoppio, l’Italia ha l’occasione per pareggiare i conti con Vazquez e Ranocchia ma finisce 1-0 per i lusitani.
Prima sconfitta dell’era Conte (che comunque finora ha vinto solo cinque gare su dieci, quindi sconfitta o non sconfitta non sta certo facendo cose eccezionali in azzurro). Un risultato tutto sommato indolore, se non fosse che, come già scritto all’inizio, ora la squadra di Conte sarà in seconda fascia nelle qualificazioni per Russia 2018 e c’è il rischio di trovare nei gironi una fra Germania, Spagna, Belgio, Olanda ed Inghilterra.
Il Portogallo non batteva l’Italia dal 22 dicembre 1976 (2-1 in un amichevole disputatasi a Lisbona). Ci sono voluti quasi 40 anni per ritornare al trionfo contro gli azzurri.
Ora una estate di riposo e poi a settembre il rush finale che porterà all’Europeo 2016 in Francia. L’Italia ha tre sfide in casa con Malta, Norvegia e Bulgaria e solo una trasferta in Azerbaigian. La qualificazione è praticamente in tasca. Al resto penseremo dopo…

2 commenti:

Stefano ha detto...

Siamo andati in seconda fascia perché superati da Romania, Croazia e Galles. E ho detto tutto...
Del resto il bilancio dell'ItalConte non è dei migliori...

Salvatore ha detto...

Con questi giocatori è già tanto quello che si riesce a fare. Sono lontani i tempi in cui c'erano i campioni, oggi la Nazionale azzurra ha solo buoni giocatori, niente di più.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails