GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 19 maggio 2015

DOPO IL CARPI, ANCHE IL FROSINONE FA FEST...A

LATO B  Appunti sulla Serie Cadetta

La prima volta non si scorda mai. E sabato 16 maggio rimarrà nella memoria collettiva di Frosinone per la conquista della prima storica promozione in Serie A. La squadra di Roberto Stellone ha ottenuto la matematica promozione dopo la vittoria per 3-1 sul Crotone. Così dopo il salto di categoria del Carpi si completa il ‘non auspicio’ di Claudio Lotito che a febbraio era finito al centro di una bufera per le sue dichiarazioni nel corso di una telefonata con il direttore sportivo dell’Ischia, Pino Iodice, durante la quale dichiarava che la promozione proprio di Carpi e Frosinone, piccole realtà con poco appeal mediatico, sarebbe stato un problema per la commercializzazione dei diritti tv.
Il campo ha risposto che Carpi e Frosinone sono state le due squadre più forti del campionato cadetto sul campo, al di là di stadi piccoli e bacini d’utenza non enormi.

Il Frosinone ha passato gran parte della storia fra la Serie D e la Serie C. Fino al 2006 il Frosinone non s'era mai affacciata in B, e la sfida con la Juventus sembrò allora un incrocio assurdo, qualcosa di irripetibile. Invece, preparatevi: l'anno prossimo si replica.

La squadra è di proprietà di Maurizio Stirpe, imprenditore di 57 anni nato a Frosinone e attuale presidente di un’associazione di imprenditori laziali interna a Confindustria, Unindustria. Dopo la promozione dalla Lega Pro alla B del 2013/14 in panchina è stato confermato per il terzo anno consecutivo Roberto Stellone, ex attaccante di Napoli, Reggina, Genoa, Torino Lucchese, Parma e Lodigiani che proprio in Ciociaria aveva chiuso la sua carriera da calciatore diventato l’allenatore della prima squadra nel 2012, a soli 34 anni. Ha messo insieme una squadra con la S maiuscola, lui che di promozioni ne ha conquistate 4 quando giocava. Federico Dionisi e Daniel Ciofani ci hanno messo i gol, il portiere Zappino e Blanchard hanno guidato la difesa e a centrocampo Gucher e Gori hanno distrutto le manovre degli avversari e imbastito la tela che è valsa la A. La rosa del Frosinone è formata perlopiù da giocatori con una discreta esperienza in Serie B, e da ex promesse di grandi squadre. Il capitano è Alessandro Frara, 32enne centrocampista cresciuto nelle giovanili della Juventus, con cui a meno di 20 anni esordì anche in Champions League.
I due principali acquisti del calciomercato di gennaio sono stati Mario Santana e Arturo Lupoli. Santana è un centrocampista esterno argentino di 33 anni che ha giocato per anni a buoni livelli con Fiorentina, Palermo e Torino. Lupoli è un attaccante italiano di 27 considerato un grandissimo talento, da ragazzo. Comprato giovanissimo, nel 2004, dall’Arsenal non è mai definitivamente esploso e negli ultimi anni si è un po’ perso per strada.
Il giocatore più forte della squadra è probabilmente il già citato attaccante 27enne Federico Dionisi, che l’anno scorso ha giocato nella Serie A portoghese col Olhanense e quest’anno ha già segnato 14 gol.
Il Frosinone ha cominciato da subito molto bene la stagione, rimanendo fra le prime tre in classifica per quasi tutto il girone di andata, per poi avere un piccolo calo all’inizio del girone di ritorno (ha ottenuto un solo punto nelle prime cinque partite del girone di ritorno).
Quella della prossima stagione sarà una A da record grazie alle promozioni di biancorossi e gialloblù: due esordienti assolute non si vedevano dalla stagione ‘93/94 (Reggiana e Piacenza) e mai tre squadre laziali hanno partecipato contemporaneamente alla serie A.
Il bello del calcio è anche questo. Che nel giro di un anno il Frosinone passi dalla Lega Pro alla serie A ed entri nella storia del calcio italiano, conquistando la gloria sul campo, grazie al lavoro del suo tecnico, della sua squadra, della sua società, di una tifoseria pazza di gioia. Onore al grande Frosinone.
BENVENUTO IN SERIE A !!!
 Pakos 

3 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Un'altra bellissima favola che diventa realtà, alla faccia di Lotito...ciao!

Anonimo ha detto...

La Salernitana di Lotito è implicata nell'ultimo caso si calcio scommesse e volete farmi credere che la promozione di Carpi e Frosinone non è pilotata? Ma credete ancora a Babbo Natale?

Pakos ha detto...

Io non capisco perché ti ostini con questa stronzata. Ma non ti rendi conto di quanto sei sciocco e stupido?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails