GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 5 marzo 2015

SIM SALAH BIM: MAGIA VIOLA, JUVE KO

COPPA ITALIA 2014-2015 – Semifinale d’Andata
JUVENTUS-FIORENTINA 1-2 
11’ Salah – 24’ Llorente – 55’ Salah
JUVENTUS (4-3-3) Storari; Caceres, Bonucci, Ogbonna, Padoin; Vidal, Marchisio, Pogba; Pepe (dal 27' s.t. Pereyra), Llorente (dal 13' s.t. Morata), Coman (dal 36' s.t. Tevez). (Buffon, Rubinho, Chiellini, Barzagli, De Ceglie, Lichtsteiner, Evra, Sturaro, Matri. All. Allegri.
FIORENTINA (4-3-3) Neto; Richards, Rodriguez, Basanta, Alonso; Kurtic, Badelj (dal 32' s.t. Aquilani), Mati Fernandez; Salah (dal 28' s.t. Diamanti), Gomez (dal 18' s.t. Ilicic), Joaquin. (Lezzerini, Rosati, Vargas, Borja Valero, Pasqual, Lazzari, Bagadur, Rosi, Gilardino). All. Montella.
ARBITRO Valeri di Roma.

Quattro giorni dopo aver espugnato San Siro la Fiorentina concede il bis allo Juventus Stadium nell’andata delle semifinali di Coppa Italia. Mattatore della serata ancora una volta Salah. Il gioiellino egiziano mette ko i bianconeri con un gol per tempo. In mezzo la rete di Llorente, utile per alimentare le speranze di qualificazione della formazione allenata da Massimiliano Allegri.
L’ex giocatore del Chelsea colpisce già dopo 11 minuti. Angolo battuto da Pepe, su una ripartenza Salah prende palla e fa 70 metri, lascia sul posto Padoin (che per stargli dietro chiede un passaggio al tram che passa da quelle parti) e poi non sbaglia a tu per tu con Storari. Fiorentina in vantaggio.

Al 24esimo arriva però il pareggio dei padroni di casa. Cross di Pepe da destra e testa di Fernando (marcato da Basanta), pallone che colpisce il palo e poi finisce dentro.

Salah, che aveva colpito all’undicesimo del primo tempo, replica allo stesso minuto della ripresa, approfittando di un erroraccio di Marchisio con palla in uscita (pochi secondi prima stessa leggerezza da parte di Ogbonna). L'egiziano è implacabile e freddo nello scattare in profondità e trafiggere l'incolpevole Storari in uscita.
La reazione bianconera è sterile e gli uomini di Montella possono portare a casa un’importante vittoria che le permette di affrontare in tutta sicurezza il ritorno al Franchi che andrà in scena fra poco più di un mese (7 aprile)
L'imbattibilità casalinga dei bianconeri si sgretola dopo quasi due anni (ultimo k.o. il 10 aprile 2013 contro il Bayern Monaco) al cospetto dell'egiziano Salah. È lui il protagonista della serata. L’ex Chelsea, arrivato nell’affare Cuadrado, si sta rivelando una vera sorpresa e probabilmente Mourinho si starà mangiando le mani. Il primo gol è fantastico per progressione (Padoin questa notte non dirmirà per gli incubi) e ai tifosi nerazzurri ricorderà sicuramente quella sgroppata che Nicola Berti fece a Monaco di Baviera nel novembre dell’88.
I tifosi bianconeri, che domenica sera avevano preso in giro gli interisti, cadono sotto i colpi dello stesso giocatore che aveva punito i nerazzurri. Per la serie “chi di Salah ferisce, di Salah perisce”. E il tanto agognato Triplete ora è un pò più distante..

 *** Votaci in Net-Parade **

3 commenti:

Mark della Nord ha detto...

"...probabilmente Mourinho si starà mangiando le mani..."

In verità, più che Mourinho, i rimpianti dovremmo averceli noi, visto che il ragazzo voleva solo l'Inter a gennaio.
Forse il problema era rappresentato dalla contropartita tecnica: la Fiorentina, non dimentichiamolo, ha ceduto un certo Cuadrado (33 milioni + il prestito, rinnovabile, del giocatore egiziano).
In ogni caso aspettiamo a parlare: due o tre partite giocate in maniera superlativa non bastano per giudicare (altrimenti Guarin non varrebbe meno di 70-80 milioni).

"E il tanto agognato Triplete ora è un po' più distante..."
Scrivi per sfotterli o per davvero ti risulta che sono convinti di poter vincere la Champions?

Entius ha detto...

Ovviamente era una presa in giro.
Anche se nella vita tutto può succedere. Anche che la Juventus faccia il Triplete, che io vinca un miliardo di euro al SuperEnalotto o che mio fratello si trombi Megan Fox.

Carlo Sandri ha detto...

Grande prestazione di Salah e buona Fiorentina in generale, ma che disastro la Juve di ieri sera!
Il secondo tempo in particolare è stata la fiera degli errori tecnici, delle sbatadaggini e delle confusione tattica: seguire la partita fino alla fine è stato un atto di eroismo.
Finora Allegri, contrariamente alle mie apocalittiche previsioni, ha gestito bene la squadra. Spero che mi sorprenda ancora positivamente con una reazione, perché questa partita è un segnale allarmante...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails