GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 13 luglio 2014

GERMANIA UBER ALLES: E' CAMPIONE DEL MONDO !!!

MONDIALI DI CALCIO 2014 – Finale
GERMANIA-ARGENTINA 1-0 d.t.s. (0-0 dopo tempi regolamentari)
113’ Götze
GERMANIA (4-3-3): Neuer; Lahm, Boateng, Hummels, Höwedes; Kramer (dal 31’ p.t. Schürrle), Schweinsteiger, Kroos; Müller, Klose (dal 43’ s.t. Götze), Özil (dal 15’ s.t.s. Mertesacker).
A Disp.: Weidenfeller, Zieler, Ginter, Durm, Grosskreutz, Draxler, Podolski.
All.: Löw.
ARGENTINA (4-4-2): Romero; Zabaleta, Demichelis, Garay, Rojo; Lavezzi (dal 1’ s.t. Aguero), Biglia, Mascherano, Perez (dall 41’ s.t. Gago); Messi, Higuain (dal 33’ s.t. Palacio).
A Disp.: Andujar, Orion, Basanta, F. Fernandez, Campagnaro, A. Fernandez, Alvarez, Maxi Rodriguez, Di Maria.
All.: Sabella.
ARBITRO: Rizzoli (Italia).

La Germania è campione del mondo. Questa la sentenza del Mondiale 2014, arrivata dopo 120 minuti di gioco grazie ad un gol (e che gol…) di Mario Gotze al minuto 113. L’Argentina deve accontentarsi del secondo posto come 24 anni fa e Messi dimostra ancora una volta di non poter essere paragonato a quell’immenso fuoriclasse che è stato Diego Armando Maradona.
Match che parte subito forte. La prima conclusione arriva dopo 4 minuti con Higuain che di destro ci prova in diagonale, ma la sfera termina fuori di poco. La Germania cerca di fare la partita tenendo il possesso palla, ma l’Argentina quando si affaccia dalle parti di Neuer è sempre pericolosa. Al  21esimo gli argentini vanno vicinissimi al vantaggio. Errore in retropassaggio di Kroos, Higuain riceve palla, ma a tu per tu con Neuer, calcia clamorosamente a lato. Alla mezzora Messi apre per Lavezzi sul versante destro, l’ex Napoli mette in mezzo dove è appostato Higuain, che con un piattone destro batte Neuer. Esulta il Pipita per alcuni istanti, prima di accorgersi della bandierina alzata da Stefani che annulla il gol per fuorigioco. 

Nel finale di tempo il match ha due sussulti importanti: prima Messi si beve la difesa tedesca, entra in area, ma Boateng salva tutto sulla linea, poi è il turno di Howedes, che sugli sviluppi di  un calcio d’angolo, svetta più in alto di tutti, ma la palla colpisce il palo a Romero battuto.

Sabella lascia negli spogliatoi Lavezzi ed inserisce il Kun Aguero.  L’Argentina sfiora subito il vantaggio con Messi. Biglia serve in profondità la Pulce che entra in area, ma il suo diagonale rasoterra termina a fil di palo. 
Dopo un’uscita folle di Neuer in area che travolge Higuain, al 60’ la Germania torna a farsi pericolosa in avanti. Cross dalla sinistra di Lahm, Klose in area colpisce di testa, ma Romero è attento. Con il passare dei minuti e con il risultato inchiodato sempre sullo zero a zero, il match inizia a farsi più teso, e lo spettacolo diminuisce. Al 74esimo Messi, controllato molto bene dalla difesa tedesca nella ripresa, prova il destro a giro dal limite, ma la sfera termina fuori. Sabella si gioca la carta Palacio per Higuain, su cui pesa l’errore clamoroso della prima frazione. 
Al 79esimo palla gol sprecata dalla Germania con Kroos, il cui piattone destro dal limite termina fuori. Nel finale i due tecnici inseriscono forze fresche: nell’Argentina dentro Gago per Perez, mentre nei tedeschi esce Klose (fra gli applausi) per Gotze, ma non succede più nulla fino al 93’. Si va ai tempi supplementari per la terza volta consecutiva in una finale del Mondiale.
Pronti-via e la Germania ha subito un’occasionissima. Gotze mette in mezzo all’area una palla per Schurrle che di destro spara di prima intenzione, trovando la pronta risposta di Romero. L’Argentina sul capovolgimento di fronte sfiora il vantaggio con Palacio, ma l’attaccante interista si allunga la palla e non riesce a trovare la porta con un pallonetto. 
Il match si sblocca al 113’. Schurrle se ne va sul versante destro e mette in mezzo per Gotze, che stoppa di petto e con una girata al volo batte l’incolpevole Romero. E’ il gol che decide la finale. Nei restanti sette minuti, l’Argentina prova il tutto per tutto, ma Neuer è attentissimo quando viene chiamato in causa e la Germania, al triplice fischio può festeggiare.
I tedeschi sono campione del Mondo per la quarta volta nella sua storia. Dopo i successi del 1954, 1974 e 1990, per la Germania unita è il primo titolo mondiale, il secondo titolo totale (dopo l’Europeo del 1996).
La Germania è la prima squadra europea a vincere in Sudamerica e soprattutto ottiene il quarto mondiale a distanza di 24 anni: l’ultima volta nel 1990 a Roma sempre con l’Argentina, quando bastò un rigore di Brehme. Anche Italia e Brasile avevano conquistato il loro quarto mondiale con 24 anni di distanza dal terzo (Brasile 1970-1994, Italia 1982-2006).

L’Argentina ha il merito di essere arrivata fino in fondo e di aver dato del filo da torcere ai tedeschi. Ma la nazionale allenata da Loew ha dimostrato durante tutto il Mondiale di essere la più forte e la più solida. E’ un titolo meritato, senza alcun dubbio.
GERMANIA CAMPIONE DEL MONDO

5 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Nella finale di Coppa Italia tifavo Fiorentina e ha perso, nella finale di Europa League speravo vincesse il Benfica e ha perso, nella finale di Champions League tifavo Atletico e ha perso, ieri sera tifavo Argentina e ha perso.
L'anno prossimo tiferò Juventus.

Mark della Nord ha detto...

Ah ah ah, troppo bella questa...

Entius ha detto...

X Nerazzurro. Sei decisamente sfortunato... ;-)

Ciaskito ha detto...

Sì, vabbè. Ora tutti che elogiano la Germania (non ce l'ho con te, Entius), ma se Higuain o Palacio la buttavano dentro ora stavamo a parlare di un'altra partita e di quant'è forte questa Argentina.

Entius ha detto...

Qualunque fosse stato l'esito della gara il miope giudizio su questa Germania non sarebbe cambiato di una virgola. In ogni caso é stata la squadra che ha espresso il miglior calcio e la più meritevole di issarsi sul tetto del mondo.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails