GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 11 aprile 2014

CHAMPIONS: E' SFIDA MOU-CHOLO, EUROPA LEAGUE: JUVE, NON POTEVA ANDARE PEGGIO

CHAMPIONS LEAGUE - Semifinali
REAL MADRID - BAYERN MONACO
ATLETICO MADRID - CHELSEA
Real Madrid-Bayern Monaco, Atletico Madrid-Chelsea. Questo il verdetto dell’urna di Nyon che ha decretato le semifinali di Champions League.
Da un lato Guardiola ritrova l’avversario di tante battaglie nella Liga, Ancelotti alle prese con la peggior semifinale che gli potesse capitare, contro i campioni in carica nonché super favoriti.
Real-Bayern è una sfida infinità, che ha cominciato ad essere di altissimo livello a partire dalla metà degli anni settanta (semifinale 1975/76 appannaggio dei tedeschi , 1-1 e 2-0) e si è sempre mantenuta ai vertici. Manca lo scontro in una finale, ed anche stavolta la tradizione sarà rispettata. Motivi da vedere. A parte il fatto che tradizionalmente il Real soffre il calcio tedesco, gli ultimi incroci contro il Bayern, sulla panchina dei Blancos sono rimasti indigesti a Fabio Capello e Josè Mourinho: da valutare quindi le capacità 'digestive' di Ancelotti.
Dall’altra parte José Mourinho dovrà fare i conti con l’outsider Atletico Madrid che dopo aver eliminato il Barcellona punta ad un altro capolavoro per volare a Lisbona.

Quest'ultima doppia sfida presenta il caso Courtois: il portiere belga è in prestito dal Chelsea all'Atletico Madrid, che per poterlo schierare dovrebbe pagare una penale da 3 milioni di euro a partita. Infatti tra i due club c'era già un accordo privato in tal senso, che però la Uefa ha definito irregolare.
Josè Mourinho e Diego Simeone sono stati giù protagonisti di infuocati duelli quando il portoghese allenava il Real. Celebre un "attento che io ti stacco la testa'' rivolto dal secondo del 'Cholo', Burgos, allo Special One. Oltre a questo, da seguire la sfida di Fernando Torres al club del suo cuore. Fresco un incrocio, la finale di Supercoppa del 2012: gara senza storia, 4-1 per l'Atletico.
Mourinho, come Guardiola e Ancelotti ha già vinto la Champions due volte, Simeone cerca in vece il primo grande trionfo.
Si comincia il 22 aprile con Real-Bayern; il giorno dopo, sempre a Madrid, è la volta di Atletico-Chelsea. Le gare di ritorno, rispettivamente il 29 e 30 aprile. Infine la finale: il 24 maggio a Lisbona. La vincente della prima semifinale tra Real Madrid e Bayern Monaco giocherà in casa la finale.

EUROPA LEAGUE - Semifinali
SIVIGLIA - VALENCIA
BENFICA - JUVENTUS
Non poteva andare peggio alla Juventus. Sarà il Benfica l'avversario dei bianconeri in semifinale di Europa League. L'urna di Nyon ha decretato l'incrocio tra i bianconeri di Antonio Conte e i lusitani, già finalisti lo scorso anno e poi sconfitti dal Chelsea. Il match d'andata, in programma il 24 aprile, sarà disputato al 'Da Luz' di Lisbona, mentre il ritorno, l'1 maggio, si giocherà allo Juventus Stadium.
E' il sorteggio peggiore possibile sulla carta, quello per la Juve. Una sorta di finale anticipata. Il Benfica ha tutto per impensierire i bianconeri: talento, blasone e soprattutto esperienza da vendere in campo europeo.
Il Benfica si è qualificato per le semifinali eliminando nei sedicesimi il Paok Salonicco (1-0 e 3-0), negli ottavi il Tottenham (3-1 e 2-2) e nei quarti l'Az (1-0 e 2-0). La squadra allenata da Jorge Jesus è attualmente al comando della SuperLiga portoghese con 7 punti di vantaggio sullo Sporting Lisbona. Quattro i confronti tra Juve e Benfica: nel 1967-68 in semifinale di coppa Campioni (doppio successo lusitano), nel 92-93 nei quarti di coppa Uefa (poi vinta dalla Juve) con vittoria del Benfica nella gara di andata (2-1) e rimonta bianconera nel ritorno (3-0).
Derby spagnolo, invece, nell'altra semifinale: il Siviglia ed il Valencia, reduci dalle brillanti rimonte portate a termine ieri sera, si sfideranno dando la certezza alla Liga di portare almeno una squadra in finale. Andata in Andalusia, al 'Sánchez Pizjuán', ritorno al 'Mestalla'.
Curioso il fatto che, se la Juventus dovesse accedere alla finale, si ritroverà 'virtualmente in trasferta', sebbene il match si disputerà allo Juventus Stadium. Tecnicamente, infatti, a giocare la finale 'in casa' sarà la vincente di Siviglia-Valencia.


ATTENZIONE !!! Dal 1 aprile stiamo utilizzando un nuovo feed. Iscriviti nuovamente per non perdere nessun articolo.

4 commenti:

Theseus ha detto...

Quattro belle sfide dall'esito tutt'altro che scontato.
Azzardo un pronostico. Finale Champions Atletico-Bayern, Finale Europa League Juventus-Valencia.

Stefano ha detto...

Peccato che Juventus e Benfica si scontrino in semifinale. Sarebbe stata una bella finale. Chi avrà la meglio tra le due quasi certamente porterà a casa il trofeo. Le spagnole le vedo abbastanza inferiori.

Alex ha detto...

Vabbè, se punti al titolo devi per forza battere qualche squadra forte. Non puoi certo pretendere di arrivare in finale senza aver affrontato delle big. E comunque ce la giocheremo alla pari. E' dura ma possiamo farcela.

Carlo Sandri ha detto...

Anche per me il Benfica era la più forte delle 3, ma concordo con quanto detto da Alex.

E tutto sommato (anche vista la allergia della Juve alle finali) preferisco incontrarli in semifinale, con la gara di ritorno in casa, che non nella finale secca.

Il buon Mourinho invece nei sorteggi ha sempre un c**o micidiale :D ... vediamo se gli riesce l'impresa. Io simpatizzo per l'Atletico, ma una nuova finale Guardiola-Mourinho avrebbe il suo fascino.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails