GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 8 marzo 2014

UN' INTER DA TRASFERTA PER TRE PUNTI IN CASA

Articolo del pre-partita speciale. Su mia richiesta gli amici di Cuore Toro mi hanno gentilmente inviato un loro contributo sul pre-partita della sfida.

QUI INTER - Tranquilli, stavolta non vi annoierò con inutili discorsi riguardanti corride, feste di Pamplona o pratiche masturbatorie del Toro. Ho già esaurito le argomentazioni nell’articolo dell’andata e non ho intenzione di ripetermi (per chi fosse interessato o se l’è perso cinque mesi fa, trovate qui l’articolo). E per una volta cercherò di non cadere nella banalità dicendo che bisogna prendere il toro per le corna.
La sfida di domani pomeriggio si presenta abbastanza delicata. Per un motivo a me ignoto i nostri ragazzi si esprimono meglio in trasferta che in casa e se pensiamo alle poche (anzi direi pochissime) prestazioni nerazzurre che possono definirsi convincenti vengono in mente quasi tutte sfide disputate fuori dalle mura amiche (così, su due piedi mi viene di citare Udine e Fiorentina). Se vogliamo puntare ad un finale di stagione convincente è necessario che la squadra cominci a replicare anche a San Siro le cose positive viste in trasferta.
Mazzarri dovrà fare a meno degli squalificati Samuel e Juan Jesus pertanto in difesa verranno rispolverati (termine più che mai appropriato visto che entrambi stanno facendo la muffa in panchina) Campagnaro e Ranocchia.
A centrocampo confermati Jonathan e Nagatomo sugli esterni. In mezzo ritrova un posto da titolare Hernanes, favorito su Alvarez, al fianco di Cambiasso e Guarin. In attacco, incredibile ma vero, confermato Icardi al fianco di Palacio dopo le ultime convincenti prestazioni.
Dall’altro lato un Torino reduce da una leggera flessione nelle ultime gare (tre sconfitte nelle ultime quattro gare) e in piena emergenza difensiva (squalificati tutti e tre i centrali titolari Bovo, Glik e Maksimovic) ma che rimane pur sempre un brutto cliente oltre che una delle concorrenti per la corsa all’Europa League.
I precedenti sono tutti dalla parte dell’Inter che non perde da un quarto di secolo (ultimo ko il 14 febbraio 1988 quando Cravero firmò la vittoria per 1-0 dei granata). Da allora otto vittorie e sei pareggi. Il bilancio complessivo è invece di 36 affermazioni nerazzurre, 24 pareggi e solo 9 trionfi granata. In un’altra occasione la sfida si è giocata il 9 marzo. Nel 1980 Muraro pareggiò il momentaneo vantaggio di Graziani.
E domani che sfida sarà? Innanzitutto spero in una prestazione convincente dei nostri ragazzi. Considerando anche il fatto che in tribuna ci sarà Erick Thohir che finora ha potuto apprezzare solo il peggio della sua nuova creatura. Quindi, prima di tutto una prestazione che soddisfi Thohir e il popolo nerazzurro in generale. E poi, scontato scriverlo, vogliamo i tre punti. Impresa non facile per l’Inter casalinga che ha pareggiato con Chievo, Catania e Cagliari, ma decisamente alla portata dell’Inter da trasferta che ha vinto a Firenze e tenuto testa alla Roma all’Olimpico. Quale delle due Inter scenderà in campo domani pomeriggio? Al campo l’ardua sentenza. FORZA INTER !!!

QUI TORO - Inter-Torino è sempre un sfida carica di significati e, per un tifoso del Toro, rappresenta un esame di maturità che potrebbe testare quali ambizioni la nostra squadra può ambire. Il Toro ha, sinora, fatto un campionato sopra le aspettative anche se, le ultime quattro partite, hanno visto un forte rallentamento e, complici la ripresa dell’Inter e la squadra menomata da infortuni e squalifiche, non nascondiamo un certo timore per questa trasferta. E’ chiaro che, un risultato positivo a Milano sarebbe per il Toro un altro piccolo tassello per la sua rincorsa a posizioni consone alla sua tradizione e un avvicinamento al sogno europeo.
In ogni caso, malgrado negli ultimi anni il Toro sia risultato un po’ troppo assente dalla serie A, una partita come quella di domenica è sempre una grande classica del calcio italiano con in campo scudetti e trofei che testimoniano una storia di grande livello e vedrà affrontarsi due squadre che hanno in comune il “poco amore” per la Juventus.
Sandro Mellano
CuoreToro.it

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Brother ha detto...

Neanche un accenno al fatto che domani è il compleanno della nostra cara e amata Inter? Speriamo di festeggiare nei migliori dei modi il compleanno.

Entius ha detto...

Hai ragione. In genere faccio uno schemino di ciò che voglio scrivere. Ieri invece sono andato a braccio e poi mi sono scordato.

Winnie ha detto...

Innanzitutto ci tengo a sottolineare che mi piace questa idea del doppio articolo (sarebbe interessante anche che i tifosi avversari partecipassero alla discussione). Credo che oggi i tre punti siano obbligatori anche alla luce della sconfitta della Fiorentina. Forza ragazzi, festeggiamo alla grande il 106esimo compleanno.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails