GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 2 dicembre 2013

ERICK, 10.000 CHILOMETRI PER VEDERE COSA?

La cosa che mi ha fatto più tristezza ieri pomeriggio è stata la presenza di Thohir. Uno si fa 10.000 chilometri per vedere il suo nuovo acquisto e cosa si ritrova davanti? Una squadra molliccia, degna di una squadra di dopolavoro ferroviario di Giacarta.
Tutti questi chilometri solo per vedere sta cagata di squadra (cosa non si fa per passione…). Tanto vale restarsene a casa e seguire la partita seduto sul divano (e magari vista l’ora indonesiana ci scappava pure una pennichella).
L’Inter di ieri pomeriggio non mi è piaciuta affatto, l’ho scritto a caldo e lo confermo anche a mente fredda dopo oltre 24 ore. Abbiamo fatto una prestazione pessima, la Sampdoria ha giocata meglio ma soprattutto ha mostrato più grinta, più voglia. Parliamoci chiaro, la Sampdoria di ieri pomeriggio non era certo una squadra da temere. Sarebbe bastato giocare una partita “da Inter” per portare a casa i tre punti senza problemi.

Molti ieri ha scritto che una partita così l’Inter dello scorso anno l’avrebbe persa. Io gli rispondo che una partita così l’Inter di inizio stagione l’avrebbe portata a casa in scioltezza. Perché non è vero che l’Inter è questa, che non possiamo fare di più, che dobbiamo accontentarci, che dobbiamo avere pazienza.

L’Inter attuale sta giocando al di sotto delle proprie potenzialità. Metti Kovacic dal primo minuto, piazza Alvarez trequartista, e poi vediamo se è la stessa cosa. E invece il croato entra solo nella ripresa e Alvarez è stato arretrato a centrocampo dove non rende come potrebbe per far spazio ad un Guarin irritante come un mucchio di ortiche appiccicate al culo.
Mazzarri nelle ultime settimane si è un po’ incartato nelle sue scelte. Perché spostare Alvarez da un ruolo in cui stava rendendo al massimo? Perché ostinarsi nel lasciare in panchina uno come Kovacic preferendogli un deludente Taider? Giusto per sottolineare i principali errori che imputo al tecnico livornese.
E’ vero, Mazzarri non ha molte scelte a livello di rosa. Se manca Nagatomo, deve scegliere tra Pereira e Zanetti (c’è l’imbarazzo della scelta…), se impazzisce e decide di schierare la seconda punta ha solo Belfodil, se decide di mettere in panchina Cambiasso deve schierare Mudingayi o Kuzmanovic. Insomma non sta messo benissimo sotto questo punto di vista. Ma non sono assolutamente d’accordo con chi sostiene che sta ottenendo il massimo da questa rosa. A ciò aggiungiamo i famigerati 20 minuti finali dove di fatto si è smesso di giocare (non per fare i soliti noiosi paragoni, ma non oso immaginare cosa sarebbe successo se in panchina ci fosse stato Mourinho…).
Infine un appunto che volevo fare anche settimana scorsa ma poi mi è sfuggito. Ma il nostro preparatore atletico non era il mago dei muscoli? Sbaglio o si diceva che sotto le sue mani non si infortunava nessuno? Vabbè, mi sarò confuso…
Se non altro dopo la prestazione di ieri pomeriggio Thohir si sarà reso conto che ha parecchia strada da fare prima di riuscire a portare la sua nuova squadra ad un buon livello di competitività. Si sarà reso conto che servono un esterno e un attaccante nell’immediato, che non abbiamo campioni degni di questa definizione (o, per meglio dire, campioni che ancora possono dare il loro contributo alla causa) e che per la prossima stagione ci sarà parecchio da lavorare. Speriamo con un Direttore Tecnico nuovo e più in gamba e, se davvero volesse puntare sugli elementi della nostra “cantera”, con un allenatore capace di lavorare con i giovani. Ma per tutto questo c’è ancora tempo. Parecchio tempo.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi sento chiamato in causa, quindi rispondo.
Siamo partiti dall'Inter dell'anno scorso, a poco a poco siamo indietreggiati all'Inter pre-lite Cassano-Stramaccioni e poi siamo arrivati all'Inter di inizio stagione... ok, vogliamo ricordare che l'Inter di inizio stagione perse in casa con il Siena? vogliamo ricordare che l'Inter di inizio stagione aveva a disposizione in più, rispetto a Mazzarri, Zanetti e Samuel ancora in condizioni accettabili, Cassano, Milito, nonchè Sneijder e Coutinho? vogliamo capire che Mazzarri non è ripartito dalla vittoria allo Juventus Stadium del 3 novembre 2012 (e secondo posto a -1), ma dal 2-5 interno con l'Udinese e nono posto finale (con squadra ed ambiente totalmente in macerie)? Vogliamo capire che se Taider è deludente (e siamo d'accordo), poi subentra Kovacic che è ancora più deludente e non fa nulla per farsi schierare titolare la gara successiva?
Mettiamoci in testa che Kovacic è sì un giovane promettente, ma scordiamoci che sia ad un livello almeno paragonabile ad un Pogba (lui sì un fuoriclasse pronto subito a prendere in mano le redini della squadra)... bisogna andarci piano, primeggiare nelle rovine dell'Inter degli ultimi 3 mesi dell'anno scorso era piuttosto facile! Non ti viene il dubbio che possa essere un giocatore che dal punto di vista TATTICO (non tecnico) deve ancora capire TUTTO, e per tutto intendo proprio l'abc?
Qua dobbiamo metterci d'accordo: o vogliamo un allenatore pragmatico, che bada al sodo, che ottiene (o almeno cerca di ottenere) il massimo SUBITO da ciò che ha a disposizione (come è appunto Mazzarri), o un nuovo Stramaccioni, o peggio uno Zeman (lui sì che li lancia i giovani)... però sarei davvero curioso di vedere la nostra posizione finale di classifica!
Un'altra cosa, Alvarez parte sicuramente da più indietro, ma non mi sembra che il suo rendimento sia calato (anzi)... sul discorso Guarin ti do ragione sul suo rendimento, ma ti sei dato la risposta da solo citando chi dovrebbe giocare al posto suo (e quindi, volente o nolente, il titolare deve essere per forza lui)... ma di cosa stiamo parlando?
Ogni opinione è rispettabile (e ci mancherebbe), ma mi rifiuto di credere che ci sia una qualsiasi colpa di Mazzarri... ok, abbiamo pareggiato 6 volte, ma se in 5 di queste partite pareggiate l'Inter sbaglia una miriade di gol e non vince la partita, mi dici di grazia dov'è la colpa dell'allenatore? più che far giocare bene la squadra (la maggior parte delle volte è stato così, credo sia innegabile) e rivalutare giocatori l'anno scorso ritenuti delle ciofeche cosa avrebbe dovuto fare? sono sinceramente sconcertato...
P.S.: l'Inter dell'anno scorso, a questo punto della stagione, aveva solo un punto (UNO, non dieci) in più rispetto a quest'anno, ed aveva appena attraversato il suo momento migliore prima del precipizio.... qualcosa vorrà pur dire...
Sempre forza Inter!!!
Juan

Anonimo ha detto...

Un'ultima cosa, che avevo dimenticato: per quanto riguarda il preparatore atletico, anch'io sono sorpreso dal numero degli infortuni, ma poi vado a leggere la lista degli indisponibili e chi ci vedo? Samuel, Chivu, Mariga, Milito... credo che si tratti di giocatori che ormai sono infortunati cronici prossimi al ritiro, ed il preparatore possa farci ben poco... in numero sale a dismisura proprio a causa di questi nomi "storici" (manca Obi, che a sua volta è in infermeria a Parma)... Campagnaro credo si sia infortunato per colpa della nazionale argentina, gli altri sono Icardi e Nagatomo... credo che tutto sommato siamo nella norma...
Mi scuso per la lunghezza!
Sempre forza Inter!!!
Juan

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails