GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 19 novembre 2013

FRANCIA AI MONDIALI CON L'AIUTINO, RONALDO SHOW, IBRA A CASA

Nella zona Europa rimangono solo tre posti perché uno é già della Francia. Figuriamoci se Platini lascia fuori la propria Nazionale.
Parole che risalgono a circa un mese fa quando qualcuno fece questo commento. Parole estremamente profetiche o, per meglio dire, realistiche che personalmente condividevo. Era praticamente impossibile che la Francia di monsieur Platini rimanesse fuori dai Mondiali di calcio.
Dopo il 2-0 inflitto dall’Ucraina ai galletti nel match d’andata dello spareggio giocatosi venerdì, in molti hanno parlato di qualificazione a rischio. Ma quando mai? Sinceramente non ho mai nemmeno lontanamente pensato che i transalpini potessero non andare in Brasile e quella che molti dipingevano come un’impresa a mio modo di vedere era poco più che una formalità.
Memore di ciò che avvenne 4 anni fa (il famoso tocco di mano di Henry che qualificò la Francia ai danni dell’Irlanda di Trapattoni) ero praticamente certo che la Francia ce l’avrebbe fatta.
E avevo ragione. La Francia ribalta lo 0-2 con un 3-0 che la spedisce direttamente in Sudamerica. E, manco a dirlo, come quattro anni fa ci vuole un aiutino per spingere i Blues a qualificarsi. Infatti in mezzo ai due gol di Sakho che aprono e chiudono il match, c’è il gol di Benzema che segna in posizione di fuorigioco. A cui si aggiunge l’espulsione di Khacheridi ad inizio ripresa.
Non aveva tutti i torti Cristiano Ronaldo quando parlando dei possibili avversari che potevano capitare negli spareggi disse "Teoricamente, quella transalpina è la Nazionale più forte. Possono esserci molti interessi dietro questa partita e per questo spero di non incontrarli. Non posso dire nulla perché altrimenti mi sanzionano".
Per fortuna il suo Portogallo ha dovuto vedersela con la Svezia di Ibrahimovic. Mattatore assoluto del doppio confronto è stato proprio il fuoriclasse del Real Madrid che all’andata ha segnato il gol partita e al ritorno ha vinto la personale sfida con l’attaccante del Psg segnando una tripletta che ha ribaltato la doppietta di Ibrahimovic, regalando il pass brasiliano ai lusitani.
Chiudono il quadro delle qualificate europee la Grecia che spinta dai gol di Mitroglou (attaccante che piace all’Inter) ha superato la Romania e la Croazia che ha avuto la meglio sull’Islanda.
Con Nigeria, Costa d’Avorio, Camerun, Ghana e Algeria che sono le cinque qualificate per quanto riguarda la zona Africa salgono a 30 le nazionali che hanno già il biglietto per il Brasile. Gli ultimi due posti sono praticamente già prenotati da Uruguay (l’andata in Giordania è finita 5-0) e Messico (che ha battuto la Nuova Zelanda 5-1) che giocheranno rispettivamente stanotte e domattina.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

6 commenti:

pippo ha detto...

titolo furbo per avere qualche commento in più.ed io ...ci casco.

Entius ha detto...

Non proprio. Inizialmente avevo scritto un articolo dove paragonavo la squadra francese a quella bianconera. Di conseguenza il titolo aveva un senso. Poi però, dopo aver pubblicato l'articolo, ho cambiato idea eliminando quella che in effetti era solo una banale ed inutile polemica. Ma purtroppo su alcuni social network avevo già pubblicato quel titolo ...

Anonimo ha detto...

non capisci niente di calcio e' sei in malafede , anche perche' a benzema prima avevano annullato un gol regolare.

Anonimo ha detto...

In effetti proprio come la Juve, con un gol in fuorigioco e un altro regolare non concesso (sempre benzema), ma per voi rosiconi vale solo l'aiuto

Entius ha detto...

Quindi secondo il vostro metro di giudizio visto che ha annullato quello regolare é corretto assegnare quello irregolare? E poi sarei io quello che non capisce di calcio?

niblodupaz ha detto...

come sei caduto in basso:
ARTICOLO RIDICOLO!!!!!!!!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails