GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 7 agosto 2013

PICCOLI GODIMENTI ESTIVI (battere la Juventus il 7 agosto)

Aspettando il tanto cercato esterno destro, sperando che arrivi l’indispensabile centrocampista centrale e auspicando che la trattativa tra Moratti e Thohir si concluda nel più breve tempo possibile, è arrivata ieri notte la prima piccola soddisfazione della nuova stagione. Eh, già, perché battere la Juventus il 7 agosto in un’amichevole che vale poco è pur sempre motivo di soddisfazione (e pazienza se qualche tifoso nerazzurro la pensa diversamente ritenendo che un’amichevole è pur sempre solo un’amichevole). Se poi la vittoria arriva ai rigori col nostro portiere di riserva che si eleva a protagonista della serata con due rigori parati (su Giovinco e Isla) e la realizzazione del rigore decisivo, la goduria è maggiore.
Per la cronaca i 90 minuti sono finiti 1-1 con gol di Alvarez (bravo a raccogliere una respinta di Buffon su tiro di Guarin) e Vidal su rigore (rigore che non c’era ma, si sa, tutto il mondo è paese) in una partita dove forse la Juventus ha giocato un po’ meglio ma dove l’Inter è stata brava ad aspettare e ripartire in contropiede.
In tutta sincerità bisogna ammettere che entrambe hanno confermato le difficoltà e i problemi emersi nelle precedenti due sfide del torneo dove non hanno certo ben figurato.
Dal dischetto è iniziata la lunga serie (ben 10 tiri a testa) inaugurata dal doppio errore di Giovinco e Guarin e terminata quando Carrizo ha parato il tiro di Isla (ho sorriso leggendo alcuni commenti degli amici bianconeri che insinuavano che il cileno avesse sbagliato di proposito, nemmeno fosse la finale di Champions League) e messo a segno il suo tiro.
La vittoria per 10-9 ai rigori contro i bianconeri non muta i discorsi fatti due giorni fa riguardo l’Inter. Siamo ancora una squadra in costruzione con troppe lacune un po’ dappertutto. Pereira e Cambiasso, per dirne due, sono stati ancora una volta abbastanza deludenti e ribadisco il fatto che oltre all’esterno destro e al centrocampista centrale ci servirebbe almeno un esterno mancino e un difensore centrale. Se non abbiamo rimediato un’altra figuraccia è forse più demerito degli avversari che per merito nostro. Fermo restando, è scusate se lo sto ripetendo fino alla nausea, che il calcio d’agosto lascia il tempo che trova. Rimane il fatto che manca davvero poco all’inizio della stagione (fra 10 giorni avremo il primo impegno ufficiale di Coppa Italia e fra 19 giorni c’è l’esordio in campionato col Genoa) e abbiamo urgente bisogno di forze fresche.
Perché va bene battere la Juventus nella Guinness Champions Cup ma vuoi mettere la soddisfazione di andare a vincere allo Juventus Stadium…

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Beh, tutto sta ad accontentarsi...
E gli interisti d'ora in avanti lo dovranno fare sempre più spesso. Mettete quindi in bacheca la coppa della vittoria in America. Tanto di spazio ne avete e ne avrete ancora tanto su quella bacheca!

Nicola ha detto...

Messa da parte la vittoria ai rigori (sono daccordo con te, battere la Juventus è sempre una soddisfazione) credo che ci sia poco da salvare della partita e della tournèè americana in generale. A pochi giorni dall'inizio della stagione siamo una squadra senza né capo né coda. Come scrivevi tu l'altro giorno è un'Inter stramaccioniana in mano a Mazzarri.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails