GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 19 giugno 2013

SOTTO IL SEGNO DI NEYMAR, BRASILE IN SEMIFINALE

CONFEDERATIONS CUP 2013 – GRUPPO A Seconda Giornata
BRASILE-MESSICO 2-0
9' Neymar – 92’ Jo
Brasile (4-2-3-1): Julio Cesar; Dani Alves, David Luiz, Thiago Silva, Marcelo; Paulinho, Luiz Gustavo; Oscar (17' st Hernanes), Neymar, Hulk (33' st Lucas), Fred (37' st Jo). A disp.: Jefferson, Fernando, Dante, Filipe Luis, Rever, Bernard, Cavalieri, Jadson. All.: Scolari
Messico (4-4-1-1): Corona; Mier, Rodriguez, Moreno, Torres Nilo (25' st Barrera); Flores (13' st Herrera), Salcido, Torrado (43' st Jimenez), Guardado; Giovani Dos Santos; Hernandez. A disp.: Ochoa, Talavera, Reyes, Molina, Reyna, De Nigris, Aquino, Meza, Zavala. All.: De La Torre
Arbitro: Webb (Ing)

Il Brasile è quasi in semifinale. Con la firma di Neymar. Il campione del Barcellona apre la sua esibizione dopo appena nove minuti, con un gol da copertina. L’azione si sviluppa sulla corsia di destra grazie a una volata di Dani Alves. Il cross del difensore viene corretto involontariamente di testa da Rodriguez: la palla arriva a Neymar che al volo di sinistro fulmina il portiere Corona. E ancora il fuoriclasse brasiliano inventa il definitivo 2 a 0 in pieno recupero saltando con un tunnel Mier e consegnando un assist al bacio a Jo. Due a zero e ciao Messico.

La Seleçao ha trovato il trascinatore che il ct Scolari cercava. Bello il primo tempo. Passato in vantaggio il Brasile accelera ancora di più. E al 23’ va vicino al raddoppio. Il protagonista è ancora il solito, scatenato, Neymar che controlla al volo un pallone non semplice, scavalca un avversario e sempre di sinistro calcia a rete. Conclusione che sorvola di poco la traversa.

Il Messico prova a reagire ma Chicharito Hernandez conferma di attraversare un momento negativo. Piace di più Giovani Dos Santos che svaria su tutto il fronte offensivo cercando di favorire gli inserimento di Mier e Salcido. Da segnalare anche un infortunio a David Luiz costretto a uscire per molti minuti dal campo a causa di una gomitata al naso. Che lo ha fatto sanguinare a lungo.

Il Brasile nella ripresa riparte a cento all’ora deciso a chiudere la partita ma Hulk non sfrutta un perfetto invito di Neymar chiudendo con un sinistro impreciso. Scolari inserisce Hernanes al posto dell’irriconoscibile Oscar. Bocciatura in vista per il talento del Chelsea? Hernanes va a galleggiare tra il centrocampo e la linea offensiva. La Selecao insiste trascinata da Neymar. L’attaccante sfiora il gol con un destro in corsa che il portiere Corona controlla a fatica. Entra in scena anche Paulinho, costretto a un lavoro di sacrificio a protezione della difesa. La sua bella incursione in verticale viene stroncata da un intervento sulla caviglia di Torrado. Il finale di partita vede ancora la nazionale di Scolari alla ricerca del gol che arriva con l’assist di Neymar e il tocco di Jo. Anche lui al secondo centro in Confederations. Messico, quasi eliminato, combattivo fino all’ultimo minuto (al 37’ una pericolosa conclusione di Guardado viene deviata da Dani Alves) ma tradito da Chicharito Hernandez. I risultati negativi in questa Confedererations potrebbero costare la panchina, a fine torneo, al discusso tecnico Manuel De la Torre.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Rudy ha detto...

Che giocatore Neymar!!! Un vero fuoriclasse.

Pietro ha detto...

Il Brasile dietro Neymar ha Fred, Hulk, Oscar e Jo. L'Italia dietro Balotelli ha Giaccherini, Giovinco, Cerci e Gilardino. Fate un po' voi...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails