GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 5 maggio 2013

TRIS DI CAVANI, ALTRA SCONFITTA (come avevamo previsto...)

Serie A 2012-2013 – 35^ Giornata
NAPOLI - INTER 3 - 1
3’ Cavani – 23’ ALVAREZ (rig.) – 33’ Cavani – 78’ Cavani

NAPOLI (3-4-2-1) De Sanctis; Gamberini (dal 15’ s.t. Rolando), P. Cannavaro, Britos; Maggio, Dzemaili (dal 21’ s.t. Armero), Behrami, Zuniga; Hamsik, Pandev (dal 39’ s.t. Insigne); Cavani.
A Disposizione: Rosati, Colombo, Grava, Inler, Donadel, Mesto, Radosevic, El Kaddouri, Calaiò.
All. Mazzarri.
INTER (3-5-2) Handanovic; Ranocchia (dal 36’ s.t. Schelotto), Chivu, Juan Jesus; Jonathan, Benassi (dal 1’ s.t. Cambiasso), Kovacic, Kuzmanovic (dal 36’ s.t. Pasa), Pereira; Alvarez, Guarin.
A Disposizione: Carrizo, Belec, Rocchi, Forte, Garritano, Ferrara, Spendlhofer.
All. Stramaccioni.
ARBITRO: Giannoccaro di Lecce.

Come facilmente ipotizzato l’Inter torna da Napoli con un’altra sconfitta e con un altro infortunio (no, questo non l’avevo ipotizzato) che aumentano la voglia del popolo nerazzurro di arrivare al più presto alla fine di questa stagione che nel finale sta regalando solo amarezze e delusioni.
Stramaccioni perde l’ennesimo pezzo. Stavolta si ferma Rocchi mentre Ranocchia, in dubbio fino all’ultimo, è regolarmente in campo. Il nostro tecnico si ostina ad ignorare i giovani della Primavera e in assenza di alternative si presenta con Guarin e Alvarez in avanti.
Al primo affondo il Napoli va in vantaggio. Pandev serve Cavani che si infila tra Chivu e Ranocchia e senza problemi batte Handanovic. L’orologio non ha ancora finito di fare il terzo giro e l’Inter è già in svantaggio.

L’Inter rischia di subire il raddoppio ma nella fase centrale del primo tempo si rimette in carreggiata sebbene è dura far male al Napoli senza un attaccante là davanti.

Al 23esimo Zuniga stende Alvarez in area e (udite, udite) Giannoccaro assegna il rigore per l’Inter. Il primo dopo 6 (!!!) mesi e 24 (!!!) giornate. Dal dischetto è lo stesso Alvarez a pareggiare i conti. L’Inter dà quasi la sensazione di potersela giocare alla pari ma al 33esimo arriva il rigore per il Napoli per atterramento di Zuniga. Dal dischetto Cavani riporta in vantaggio i partenopei. L’Inter è incapace di reagire.

A metà ripresa arriva anche la tripletta personale di Cavani che chiude i conti definitivamente sebbene l’Inter non abbia mai dato la sensazione di poterli riaprire.
L’Inter porta a casa la quattordicesima sconfitta stagionale. Credo che sia un record. C’è poco da dire e poco da aggiungere. Ormai, come scrivevo anche stamattina, aspettiamo solo la fine del campionato. Non si possono fare analisi con una squadra ridotta all’osso, con un’infermeria sempre più piena, con un allenatore che ad ogni gara deve fare la conta dei superstiti e inventarsi qualcosa. In questa situazione diventa difficile anche muovere critiche ad una difesa un po’ troppa ballerina, ad alcuni giocatori non proprio da Inter e alle scelte del nostro allenatore (90 minuti senza un attaccante di ruolo, per esempio).
Ci sarà da lavorare per la prossima stagione. E tanto. Mi auguro (e credo che come me se lo augurano tutti i tifosi nerazzurri) che questo finale di stagione sia da lezione e da monito per il futuro. Errare è umano ma non vogliamo più rivivere in futuro situazioni come questa. Sia chiaro fin da adesso. FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Winnie ha detto...

In questa situazione é con questa squadra non possiamo pretendere di più. E' un po' come quando arriva una tempesta. Non puoi fare altro che metterti al riparo e aspettare che passi.

Brother ha detto...

Copincollo il tuo pensiero dell'articolo precedente "mio dio come siamo caduti in basso". Non vediamo l'ora che finisca questa stagione stregata.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails