GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 24 aprile 2013

IL CICLONE LEWANDOWSKI TRAVOLGE IL REAL MADRID (si profila una finale tedesca?)

Champions League 2012-2013 – Semifinale di Andata
BORUSSIA DORTMUND-REAL MADRID 4-1
9' Lewandowski - 43' C. Ronaldo – 50’ Lewandowski – 55’ Lewandowski – 66’ Lewandowski (rig.)
REAL MADRID (4-2-3-1): Diego Lopez; Varane, Pepe, Sergio Ramos, Coentrao; Khedira, Xabi Alonso (35' st Kakà); Ronaldo, Ozil, Modric (23' st Di Maria); Higuain (23' st Benzema). A disp.: Casillas, Albiol, Callejon, Nacho. All. Mourinho
BORUSSIA DORTMUND (4-2-3-1): Weidenfeller; Schmelzer, Hummels, Subotic, Piszczek (38' st Grosskreutz); Bender, Gundogan (45' st Schieber); Reus, Gotze, Balszczykowski (37' st Kehl); Lewandowski. A disp.: Langerak, Santana, Sahin, Leitner. All. Klopp
Arbitro: Kuipers (Olanda)

A distanza di 24 ore si ripete la lezione di calcio tedesca ai danni delle spagnole. Il Borussia Dortmund come il Bayern Monaco, il Real Madrid come il Barcellona. Quattro gol rifilati e finale di Wembley ipotecata anche se un gol di Cristiano Ronaldo tiene un po’ più accese le speranze madrilene.
il primo quarto d'ora è un assedio, con il Real Madrid che non ci capisce nulla. Reus dopo 7 minuti accelera palla al piede, brucia centrocampo e difesa avversaria e chiama Diego Lopez a un intervento decisivo. Ma l’appuntamento con il gol del vantaggio è solo rimandato. Splendido il cross tagliato di Gotze da sinistra, a scavalcare la difesa schierata del Real e ad esaltare le doti da falco d'area di Lewandowski, che manda fuori giri Pepe e insacca con un destro in spaccata. Peggio di così per Mou non poteva iniziare. Il Dortmund continua a far paura. Il Real ha il merito di non sfaldarsi.

Sul finire del primo tempo episodio controverso in area madrilena. Varane atterra da dietro Reus. Per l’arbitro non è rigore. Sul rovesciamento di fronte la beffa per i tedeschi: clamoroso errore di Hummels che sbaglia l'appoggio all'indietro facilitando l'inserimento di Higuaìn.

L'argentino vola verso la porta ed è lucido nel servire sul lato opposto Cristiano Ronaldo (12esimo centro in questa Champions) che non sbaglia la palla dell'1-1 che chiude il primo tempo.

Ma nella ripresa il Real Madrid crolla di fronte allo show di Lewandowski che chiude la partita (e la qualificazione) con tre gol in meno di 20 minuti. Il primo, con un tocco da giocatore di calcetto dopo il tiro sporco di Reus. Il secondo, un capolavoro: arpiona il pallone, si libera di Pepe con la suola e scarica un destro violento nel sette. Il terzo, su rigore, dopo il fallo di Xabi Alonso su Reus
La partita finisce qui. Anche se nel finale Ronaldo e Varane sfiorano il secondo gol, che sarebbe stato importante.
E’ stata sicuramente la serata di Robert Lewandowski (decimo gol in undici partite di Champions quest'anno) che entra a pieno merito nell'olimpo dei grandi cannonieri europei. Con la quaterna messa a segno questa sera, infatti, il polacco è il primo giocatore della storia ad aver segnato quattro gol in una semifinale di Champions League. In passato solo Messi (2010 ai quarti) e Puskas (finale 1973) avevano segnato un poker nelle gare ad eliminazione diretta, più lo stesso Messi autore di una cinquina contro il Leverkusen negli ottavi 2012.
Il Dortmund dimostra che il calcio tedesco in questo momento è il top in Europa. A Mourinho, fuori in semifinale nelle ultime due edizioni della Champions, servirà un miracolo al Bernabeu.
Nel calcio tutto può succedere ma avere la meglio su questo Dortmund non sarà facile. Vedremo una finale tutta tedesca?

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

4 commenti:

Theseus ha detto...

I gialloneri hanno finora avuto scarsa considerazione ma sono senza ombra di dubbio tra le più interessanti formazioni di questa edizione. Una finale tutta tedesca sarebbe tutta da seguire...

Simone ha detto...

Pensare che ai quarti stavano andando fuori... Anche questi sono segnali del fatto che possa essere il tuo anno...

Stefano ha detto...

Lewandowski é veramente forte. Un attaccante così farebbe comodo a parecchie squadre italiane. Sarebbe il top player ideale tanto cercato dalla Juventus e il degno successore di Milito nell'Inter, tanto per fare due esempi.

Salvatore ha detto...

E invece ha firmato per il Bayern Monaco. I bavaresi sono già forti, il prossimo anno con Lewandowski e Gotze lo saranno ancora di più.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails