GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 10 febbraio 2013

RIUSCIRANNO I NOSTRI EROI... (aspettando Inter-Chievo)

Io giocherei così. Strama, tu come giocheresti?
Sei punti nelle ultime sette gare è uno score da lotta per la salvezza. Uno score che bisogna invertire con la massima urgenza. La macchina Inter sta sbandando paurosamente e tocca al pilota Stramaccioni riportarla in carreggiata e farla riprendere a correre. All’andata dopo la debacle interna col Siena arrivò la svolta con un filotto di vittorie che ci fecero arrivare fino ad un passo dalla vetta. Speriamo che lo stesso avvenga anche stavolta, se non con un filotto di vittorie, almeno con una serie di risultati positivi che ci permettano di attaccare seriamente il terzo posto.

Il nostro cammino deve riprendere già dalla sfida di questa sera col Chievo. I gialloblu sono in un periodo di buona forma, hanno battuto a domicilio la Lazio e messo in seria difficoltà la Juventus al Bentegodi. Facile pensare che non sarà una passeggiata per noi e che dovremo giocare una grande partita per riuscire a portare a casa i tre punti. La storia parla di sette vittorie (di cui le ultime sei consecutive), due pareggi e una sola sconfitta (nella prima sfida in assoluto 11 anni fa) ma, e non voglio fare l’uccello del malagurio, anche il Siena non ci aveva mai battuto e poi…

Stramaccioni recupera Milito e probabilmente Cambiasso mentre saranno assenti Chivu e Guarin per squalifica. Tra i convocati anche Dejan Stankovic, giocatore che molti avevano dato per disperso (anche se già una settimana fa avevo dato notizie ottimistiche). Le indicazioni della settimana lasciano intendere che ci sia un ritorno alla difesa a quattro e al 4-3-3 tanto caro al nostro mister. Nel reparto arretrato Ranocchia e Juan Jesus saranno i centrali con Zanetti (è ufficiale, ormai gioca titolare ad honorem) e Nagatomo esterni. A centrocampo Kuzmanovic, Gargano e il gioiellino Kovacic mentre in avanti il rientrante Milito con Palacio e Cassano.
Ovviamente molti i dubbi. Potrebbe tornare Cambiasso in mezzo oppure Pereira (ahinoi) sarebbe uno degli esterni con il Capitano spostato a centrocampo o addirittura Stramaccioni potrebbe optare per un 4-3-1-2 con Kovacic a fare il trequartista dietro le punte (soluzione che personalmente gradirei).
Ma, come ho l’abitudine di ripetere in questi casi, non importa chi gioca o il modulo che adotteremo, l’importante è che chi andrà in campo dovrà farlo con il coltello tra i denti e dovrà essere pronto a dare tutto. Stasera conta solo e soltanto vincere, non importa se lo faremo giocando male, non importa se il gol vittoria arriverà in modo casuale, non importa se sarà una vittoria immeritata. L’importante sarà portare a casa i tre punti.
Ci riusciranno i nostri eroi? Riusciranno a giocare come sanno? Riusciranno a gettare il cuore oltre l’ostacolo? Riusciranno ad avere quello scatto d’orgoglio necessario? Riuscirà Stramaccioni a condurre i ragazzi alla vittoria? Riuscirà la nostra difesa a non addormentarsi sul più bello? Riuscirà il nostro centrocampo a girare? Riusciranno i nostri attaccanti a buttarla dentro? Molte le domande. Pochissime le risposte. Almeno per ora.
Ai posteri l’ardua sentenza, si dice in questi casi. E la sentenza arriverà presto, molto presto (meno di 12 ore…). Ragazzi, siamo l’Inter. Non scordatelo e tenetelo ben in mente per tutti i 90 minuti. FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Riusciranno i nostri eroi... A prendere 3 pere anche dal Chievo !!!!! Anche stasera prenderete le mazzate... Ahahahahah

Brother ha detto...

Patetici questi juventini... Non hanno le palle per firmarsi e stanno a pensare sempre a noi. Siete semplicemente ridicoli

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails