GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 1 novembre 2012

L'OTTAVA MERAVIGLIA CONSECUTIVA E QUEI DUE SOGNI...

Due punti. Ieri sera ci ho ripensato molto. Saremmo potuti arrivare al big match di sabato sera distanziati di soli due punti e con la prospettiva di fare il clamoroso sorpasso. Come direbbe Stramaccioni, sarebbe stata tanta roba. Peccato per il gol di Pogba che ristabilisce le distanze.
Ma non cambia nulla in fondo. Perché sabato sera dobbiamo comunque andare allo Juventus Stadium con la chiara intenzione di vincere. Per portarci a -1 dalla vetta, per interrompere la striscia d’imbattibilità dei gobbi, per essere i primi ad espugnare lo Juventus Stadium, ma soprattutto perché di fronte avremo la Juventus e lo sapete benissimo qual è il mio pensiero al riguardo (vincere sempre, anche se si tratta di un trofeo estivo di nessun valore).
L’Inter vista ieri sera non mi è dispiaciuta anche se avremmo potuto fare di più. E’ vero anche che il pasticcio difensivo che ha portato al gol blucerchiato ha un po’ rimescolato le carte perché a quel punto non era più sufficiente gestire la gara aspettando il momento opportuno per piazzare l’affondo, ma abbiamo dovuto attaccare alla ricerca del pareggio e con un avversario ben disposto in campo.

Per nostra fortuna ad inizio ripresa Costa ha steso in area Milito beccandosi l’espulsione e provocando il rigore. Anche se la sensazione era che con l’ingresso di Cambiasso avevamo cambiato passo e saremmo riusciti comunque a venirne a capo (magari con un po’ più di fatica). Là davanti infatti Milito, Palacio e Cassano hanno dato la sensazione di poter svoltare la gara da un momento all’altro. Sebbene solo El Principe ha giocato una gara davvero positiva. Se l’attacco mi è piaciuto, non posso dire lo spesso della difesa. Pasticcio Ranocchia-Samuel a parte non ho visto la sicurezza e la solidità delle gare precedenti. Anche lo stesso Handanovic mi è sembrato che potesse fare di più sui due gol subiti. La cosa positiva è che Ranocchia, che era diffidato, è riuscito a non farsi ammonire e pertanto sabato sera sarà della gara. Una buona notizia per Stramaccioni che potrà così schierare il trio difensivo titolare che finora ha fatto molto bene e mettere momentaneamente da parte la difesa a quattro che convince davvero poco.
L’ottava vittoria consecutiva permette a Stramaccioni di eguagliare il record di Trapattoni, Simoni e Ranieri. Non possiamo fare altro che confermare il fatto che il ragazzo sta facendo davvero molto bene e che la fiducia che gli ha dato Moratti ad inizio stagione è stata ampiamente ripagata. La sfida di sabato sera contro la Juventus potrebbe essere il suo esame definitivo per dimostrare che, nonostante non abbia fatto molta gavetta e che sia ancora un “pischello”, non è certo uno sprovveduto e che sa fare bene il suo mestiere.
Il nostro pensiero inevitabilmente va già a sabato sera. Juventus-Inter è sempre stata una gara molto sentita. Figuriamoci ora che è una sfida tra prima e seconda in classifica. Spero che rispetto al recente passato la giocheremo da Inter. Ho sempre davanti agli occhi le sfide negli anni di gloria nerazzurra. L’Inter fortissima che vinceva con tutti e che a Torino contro la Juventus si squagliava come neve al sole. L’obiettivo principale sarà di giocarcela alla pari, di fargli sputare sangue e di dover dare il 200% per riuscire a batterci. Se poi arrivasse anche qualcosina in più non ci dispiacerebbe affatto. Espugnare lo Juventus Stadium sarebbe un sogno. Come lo scudetto. Ma sognare non costa nulla. E noi vogliamo sognare. E crederci.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Claudio Cardinetti ha detto...

Risposto al sondaggio!
Vieni a dare un'occhiata al nostro ;) http://www.facebook.com/questions/422773977776483/

Fr@ncesco_qci_ ha detto...

...la strada è ancora lunga e tortuosa. Non illudiamoci più del lecito ma auguriamoci di non abbandonare questo entusiasmo.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails