GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 6 settembre 2012

IL CASO VIERI E L'OCCASIONE BUONA PER SPARARE SULL'INTER

Mi pare di ricordare (l’ammetto ogni tanto ho qualche vuoto di memoria) un famoso detto che più o meno recitava “non importa che si parli bene o male di qualcosa, l’importante è che se ne parli”. Qualcuno ha avuto l’idea (per la verità, non troppo brillante) di mutarlo in “non importa cosa si dica dell’Inter, l’importante è che ne parli male”.
E quel gran simpaticone di Vieri ha preso la palla al volo (trattandosi di un attaccante viene spontaneo domandarsi chi gli ha fatto l’assist…) per gettare benzina sul fuoco e agitare le acque (fuoco, acqua, sto facendo un po’ di confusione…).
Riepiloghiamo i fatti per chi si è perso eventualmente qualcosa. Nel 2006, nell’ambito delle indagine sul dossier Tavaroli spunta fuori una vicenda riguardante l’Inter. Dal 2001 al 2004 i nerazzurri avrebbero fatto pedinare Bobo Vieri per via della sua condotta tutt’altro che in linea con la sua vita da sportivo (passava le notti in discoteca bevendo di tutto e presentandosi il giorno dopo agli allenamenti in condizioni pietose). L’attaccante nerazzurro ovviamente coglie la palla al balzo e chiede un risarcimento danni all’Inter e alla Telecom per danno morale e d’immagine e di procurata depressione per essere stato in qualche modo posto sotto controllo.
Iniziamo a sezionare la cosa, così magari riusciremo a capirci qualcosa. Partiamo dalla fine, da quella procurata depressione per essere stato posto sotto controllo. Sei stato pedinato nel 2004, lo scopri due anni dopo e ti viene la depressione postuma? Uhm. La cosa non mi quadra. Non sono un medico e di depressione ne capisco molto poco ma la depressione postuma mi suona strana (se lo scoprivi dopo 10 anni ti veniva la depressione dopo 10 anni?).
Sul danno d’immagine stendiamo un velo pietoso. Parla la sua vita notturna dell’epoca tra discoteche, bevute e veline. Se danno d’immagine c’è stato non è certo colpa dell’Inter.
Alla fine giustamente gli è stato riconosciuto solo un milione dei 21 richiesti. E forse anche troppi sono visto che alla luce dei fatti l’ex bomber azzurro non hs assolutamente ragione.
Ma la cosa assurda è che Vieri e il suo avvocato Danilo Buongiorno vorrebbe coinvolgere la giustizia sportiva e, udite udite, far revocare lo scudetto della stagione 2005-2006. Innanzitutto la Procura Federale ha già archiviato la pratica nel 2007 perché i fatti non sono sportivamente rilevanti (in effetti…) ma poi cosa c’entra lo scudetto 2005-2006 con i fatti successi dal 2001 al 2004? I fatti si commentano da soli (qualcuno su Facebook si chiedeva che interesse avesse Vieri a chiedere la revoca dello scudetto 2006, lui no ma magari qualcuno alle sue spalle….).
Credo che sia chiaro a tutti che il fatto che una società di calcio faccia pedinare un suo dipendente (e ribadisco suo dipendente) non c’entri nulla con l’aspetto sportivo. Che vantaggi eventualmente potrebbetrarne? Al limite si accorge della vita sregolata del suo tesserato e non lo fa giocare ma non ci vedo niente di illecito e di irregolare.
Fermo restando che, per come la vedo io, non c’è niente di male nel far pedinare e controllare un proprio dipendente che tra l’altro non prendeva certo uno stipendio irrisorio. E per lo stile di vita sregolato che aveva l’attaccante, se c’era qualcuno che doveva richiedere un risarcimento per danno morale e d’immagine, quello era sicuramente l’Inter.
Ci sarebbe da fare un piccolo discorsetto anche sul risveglio delle prostitute intellettuali (Sconcerti su tutti…) ma preferisco soprassedere. Tengono famiglia pure loro e col detto iniziale (quello modificato, non quello originale) ci devono campare alla grande.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

10 commenti:

Rosario ha detto...

Senza vergogna........................................................................................................(mi riferisco a te Entius)
Parla solo di aspetti tecnici fai piu' bella figura.

Entius ha detto...

Senza vergogna? Solo perché non ho scritto ciò che vorreste leggere voi juventini? Solo perché ho analizzato i fatti e non mi sono basato su farneticazioni varie?

Rosario ha detto...

No Entius non x questo, dal punto di vista del datore di lavoro e' una cosa anche capibile soprattutto nel caso di Vieri che nelle ultime stagioni interiste non e' stato proprio uno stinco di santo.....solo non si puo' fare.....il mio "senza vergogna" si riferisce al fatto che ogni volta che esce fuori qualcosa sull'inter, si fa la corsa all'insabbiamento, alla giustificazione del "reato", sono curioso di vedere le reazioni quando ci sara' la sentenza De Santis o Bergamo o del marito della Fazi o addiruttura di Moggi, questi non erano dipendenti.......... Come avrai capito ti seguo con interesse xche' dai spunti interessanti e mi aspetterei una volta tanto che dicessi: "bhe Moratti, questo non si fa". Io sn Juventino ma mi definisco moderato, non difendo Moggi a spada tratta, pero' vedo in tutta la faccenda calciopoli, come in scommessopoli troppe incongruenze, cose illogiche e senza senso e mi piacerebbe riuscire a capirne la logica; ti faccio un esempio: l'arbitro Dondarini ( mi sembra sia lui, vado a memoria) e' stato condannato nel penale a 2 anni x un solo capo d'inputazione e piu' specificatamente per (cito la sentenza): l'espulsione dolosa di Jankulosky x favorire la juventus nella partita successiva, allora vado a vedere le immagini dell'espulsione e vedo che Jank ha dato un pugno all'avversario...che senso ha? questo si e' preso 2 anni x questo.
Per concludere avrei una domada da farti e ti assicuro che la faccio senza polemica, ma solo x sapere che ne pensi: come giudichi il fatto che Moratti da una parte loda e santifica Facchetti e dall'altra parte nei tribunali sportivi e ordinari gli scarica l'eventuale responsabilita' delle accuse mosse contro l'inter?
Saluti.

Anonimo ha detto...

entius ma tu non analizzi i fatti,tu disinformi in malafede.
dici che non trovi niente di illecito nel far pedinare un dipendente,ma la condanna dice che hai controllato i suoi tabulati e lo hai fatto intercettare violando la sua privacy senza l'autorizzazione di un giudice in modo ILLECITO(ma in quale paese vivi,se in italia allora ti informo che è reato).tra l'altro sembra che non abbiate trovato nulla di compromettente,va bè.soprattutto se pensi che dietro ci sia qualche società dillo chiaramente così ti rendi definitivamente ridicolo e magari ti prendi qualche querela(anche se quella società non lo fa quasi mai, sbagliando).non voglio entrare sul motivo della revoca dello scudetto 2006,ci sarebbe troppo da dire e spiegare.saluti.

elio ha detto...

come fai a scrivere tante caxxate in una sola volta? xchè nn racconti che denti gialli faceva pedinare bergamo-moggi-de santis- dopo aver ricevuto delle confidenze da un direttore di gara ancora in attività.Ma x voi è tutto normale voi siete gli immacolati ...ma davvero vi sentite così ....io vi vedo molto più sporchi di altri....passaporti...bilanci...prescrizioni...spie...scudi a tavolino...nn vi fate mancare niente......ma per voi è tutto lecito.

Winnie ha detto...

Ma possibile che non si riesca a parlare di Inter senza che si tiri dentro Calciopoli, passaporti e tutto il resto?
Qui stiamo parlando della vicenda Vieri, di una società che decide di far seguire un suo dipendente la cui condotta era molto discutibile. Ma siccome siamo in Italia i disonesti hanno sempre ragione. E Vieri dopo tutto lo schifo che ha combinato si becca pure il risarcimento.

Rosario ha detto...

Ciao Winnie, la vicenda intercettazioni di cui il caso Vieri e' solo il primo step e' incatenata ed e' probabilmente la genesi di calciapoli, come spieghi senno' il pc di Tavaroli in possesso di Auricchio?
In ogni caso io vi contesto il fatto che ogni volta che esce qualcosa sull'Inter si tenta sempre di salvare l'aureola di santita' che vorreste portarvi dietro. E il caso Vieri non fa eccezione, dici che la sua condotta era molto discutibile, la penso come te, allora lo prendi e lo metti fuori squadra, non lo fai controllare SAPENDO di commettere un illecito, oppure lo puoi anche fare ma poi almeno cerca di avere la decenza di non sbandierare ai quattro venti la tua onesta' e illibatezza. ( e questo ragionamento vale per tutte le vicende che riguardano l'Inter)
Ps: ne approfitto per fare a te la stesso domanda che ho fatto ad Entius, la puoi leggere nel mio commento precedente delle 0,33.
Saluti

Winnie ha detto...

Vedi? Ogni cosa dovete ricondurla a Calciopoli. Ogni malefatta deve avere un collegamento con il processo che vi ha visto protagonista.
Io credo che le due cose non abbiano nessun collegamento (escluso il fatto che ci siano di mezzo le intercettazioni).

Sulla domanda finale... ehm... potrei avere la domanda di riserva?

Rosario ha detto...

Purtoppo Winnie calciopoli ce la porteremo dietro ancora x molto tempo xche' e' una ferita difficile da rimarginare, ma anche se volessimo dimenticarla ci pensano i tifosi a ricordarcela ogni giorno, basta che ti fai un giro nei blog/commenti dei giornali x rendertene conto. Quando uscirono i primi articoli il mio primo pensiero fu: "lo hanno beccato" xche' conscio che il modo di fare di moggi era borderline e x un po; ho fatto passare la cosa prendendo x oro colato quello che usciva sui giornali, poi con il passsare del tempo mi sono informato x conto mio (come molti juventini) ed ho iniziato a scoprire un po' di cose: inizialmente ho visto che qualche intercettazione sui giornali e' stata spostata come data ( giraudo moggi per la gazzetta e' stata fatta di mattina prima della partita invece in realta' e' avvenuta dopo e cosi' cambia tutto il significato della stessa), qualche altra e' stata tagliata in modo da unire 2 frasi scollegate tra loro e cambiare cosi il significato di tutto quello che si stavano dicendo e cosi' via...Allora mi sn letto gran parte della sentenza sportiva e nella stessa c'e' scritto che : i sorteggi non sono stati truccati, cge paparesta non e' stato chiuso nello spogliatoio, che nessuna partita e' stata truccata ad eccezione, forse, di Lecce Parma ( con Zeman in panchina e conscio di quello che succedeva- omessa denuncia forse), xo; incredibilmente il campionato era truccato, ma come si fa a truccare un campionato senza truccare una partita??? Mi dilungo troppo e chiedo scusa, ringrazio Entius x lo spazio concesso.
sulla domanda finale.....mi basta questa risposta.
Saluti

Entius ha detto...

Io invece non ho bisogno di domande di riserva.
L'ho sempre detto, il fatto che Moratti non abbia mai preso una posizione netta sulle accuse mosse a Facchetti mi infastidisce. Difendere Giacinto è il minimo che il nostro Presidente potrebbe/dovrebbe fare.

Sul fatto che ti dilunghi non ti devi preoccupare. Sebbene la vediamo in modo totalmente opposta apprezzo chi arriva qui per discutere in modo civile e dire la sua. L'ho sempre detto e lo ripeto, questo blog è sempre aperto verso tutti. Purtroppo argomenti come Calciopoli ci vedranno sempre in totale contrasto ma è giusto dare spazio a tutte le opinioni.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails