GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 13 giugno 2012

BUM BUM GOMEZ, L'OLANDA ORA E' NEI GUAI

GIRONE B
OLANDA-GERMANIA 1-2
24' Gomez - 38' Gomez - 73' Van Persie

OLANDA (4-2-3-1): Stekelenburg; Van der Wiel, Heitinga, Mathijsen, Willems; Van Bommel (1' st Van der Vaart), N.De Jong; Sneijder, Robben (37' st Kuyt), Van Persie; Afellay (1' st Huntelaar). (Vorm, Krul, Bouma, Vlaar, Boulahrouz, Schaars, Strootman, L. De Jong, Narsingh). All. Van Marwijk.
GERMANIA (4-2-3-1): Neuer; Boateng, Hummels, Badstuber, Lahm; Khedira, Schweinsteiger; Mueller (46' st Bender), Ozil (36' st Kroos), Podolski; Gomez (27' st Klose). (Wiese, Zieler, Schmelzer, Howedes, Mertesacker, Gundogan, Schurrle, Kroos, Goetze, Reus). All. Loew
ARBITRO: Eriksson (Svezia).

Diventa sempre più complicato l’Europeo dell’Olanda. Gli orange dopo aver perso la partita d’esordio contro la Danimarca sono costretti ad arrendersi anche alla Germania di un super Mario Gomez, autore di una doppietta. Gli arancioni non sono ancora fuori: se battono il Portogallo e la Germania supera la Danimarca, ci sarebbe il mucchione e a 3 punti. Con la classifica avulsa pari, scatterebbero i calcoli legati alla differenza reti. Ma la situazione rimane comunque complicata.
L’Olanda parte bene mentre la Germania appare svagata e distratta. Van Persie ha una buona occasione per portare i suoi in vantaggio ma la spreca. Non fa lo stesso Gomez che, ben imbeccato da Schweinsteiger, si infila nella difesa olandese e infilza Stekelenburg per il gol dell’1-0. I tedeschi prendono in mano la gara e prima dell’intervallo raddoppiano ancora con Gomez.

Nella ripresa Van Marwijk butta nella mischia Huntelaar e Van der Vaart, l’Olanda crea qualche pericolo ma non impensierisce più di tanto la retroguardia teutonica. Il gol di Van Persie al 73esimo rianima le speranze dell’Olanda ma non succede più nulla.
Finisce 2-1. La Germania è ad un passo dalla qualificazione (gli basterà un pari contro la Danimarca) mentre gli olandesi sono con un piedi fuori. Ancora non è detta l’ultima parola ma questa Olanda ci pare abbastanza confusionaria e senza idee. Come contro la Danimarca, anche stasera i campioni sono apparsi annebbiati e senza idee. E in difesa i vicecampioni del mondo lasciano molto a desiderare.
Nella Germania buona la prova di Gomez. Uno di quei attaccanti che farebbero comodo a tutti. Da segnalare anche la prestazione positiva di Ozil mentre una citazione merita anche Hummels. Il difensore del Borussia Dortmund impressiona per sicurezza e autorità. E se consideriamo che stiamo parlando di un giovane di 23 anni (a quella età i nostri giovani vengono considerati ancora inadeguati e spediti a farsi le ossa in serie B).
Se la sfida di questa sera era un banco di prova per capire le effettive potenzialità di due pretendenti al titolo, ci sentiamo di dire che la Germania l’ha superato alla grande. Mentre l’Olanda è stata rimandata. Aspettiamo lunedì per capire se bocciarla o promuoverla.


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Mattia ha detto...

L'Olanda sembra la brutta copia di quella vista durante la qualificazione. Van Persie, Robben, Sneijder, sembrano tutti spaesati e demotivati.

Ciaskito ha detto...

Quelli invece motivati come Van Der Vaart e Huntelaar invece marciscono in panchina.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails