GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 7 aprile 2012

SOLITI LIMITI, SI INCEPPA LA STRAMA-INTER

Serie A 2011-2012 – 31^ Giornata
CAGLIARI - INTER 2 - 2
5' Astori - 6' MILITO – 61’ Pinilla – 64’ CAMBIASSO

Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Astori, Canini, Agostini; Ekdal (38' st Perico), Conti, Nainggolan; Cossu (41' st Nenè); Thiago Ribeiro (26' st Ibarbo), Pinilla.
A disposizione: Avramov, Ariaudo, Bovi, Larrivey.
All.: Ficcadenti.
Inter (4-3-3): Castellazzi; Zanetti, Ranocchia, Samuel, Chivu; Guarin (11' st Poli), Stankovic (38' st Obi), Cambiasso; Zarate, Milito, Forlan (32' st Pazzini).
A disposizione: Orlandoni, Cordoba, Nagatomo, Palombo.
All.: Stramaccioni.
Arbitro: Guida

Si inceppa subito l’Inter di Stramaccioni che a Trieste non va oltre il pari col Cagliari e spegne subito le rinnovate velleità di raggiungere il terzo posto.
Il tecnico nerazzurro continua a dare spazio ai senatori preferendoli ai giovani. C’è Ranocchia al posto dello squalificato Lucio e Guarin dal primo minuto al posto di Poli (perché lasciarlo in panchina se è sempre tra i migliori?).
L’inizio è da incubo. Dopo quattro minuti su calcio d’angolo Ranocchia si perde Astori che in rovesciata infila Castellazzi. La reazione nerazzurra è immediata e dopo un minuto e mezzo Milito, sempre lui, pareggia i conti. I nerazzurri nel primo tempo attaccano e si rendono pericolosi ma non trovano il gol del vantaggio.
Ripresa più equilibrata ma al 61esimo arriva la possibile svolta della partita. Conti pesca Pinilla in area che di testa colpisce male ma riesce a infilare Castellazzi. Cagliari in vantaggio. Ma l’attaccante cileno, già ammonito, va ad esultare sotto la curva dei propri tifosi e si solleva la maglia. Arriva la seconda ammonizione e la conseguente espulsione.

Con l’avversario in inferiorità numerica l’Inter trova subito il pareggio come nel primo tempo con Cambiasso ben pescato da Forlan.
I nerazzurri hanno 26 minuti più recupero per affondare il colpo decisivo ma non ci riescono. A poco servono gli innesti di Pazzini e Obi per Forlan e Stankovic (in precedenza era entrato anche Poli per Guarin).
Finisce in parità. Un pareggio tutto sommato meritato. L’Inter conferma i soliti problemi già evidenziati domenica scorsa e più in generale nelle gare della gestione Ranieri. Troppe disattenzioni difensive e di conseguenza troppi gol presi, centrocampo troppo lento e attacco che poggia tutto sulle spalle di Milito.
Se poi ti trovi per mezzora in superiorità numerica e non riesci a trovare il colpo del k.o. (e, peggio ancora, nemmeno ci vai vicino) è evidente che ci sono dei limiti (limiti che per la verità sono evidenti già da parecchio).
Stramaccioni non ha particolari colpe. Puoi essere Sebastian Vettel ma se ti mettono in mano una 500 difficilmente riesci a correre allo stesso livello degli altri. Anche se all’ex tecnico della Primavera qualche responsabilità andrebbe attribuita. Dopo due partite non si vede ancora quella auspicata ventata di novità nella formazione. Sarebbe un sacrilegio far giocare Faraoni e panchinare Zanetti? Sarebbe un’eresia presentarsi con un centrocampo formato da Poli, Guarin (o Obi) e Stankovic o Cambiasso?
Il pareggio col Cagliari rende molto difficile la rincorsa verso il terzo posto (che tutti inspiegabilmente continua a considerare un obiettivo raggiungibile) e probabilmente sollevano il tecnico nerazzurro di un peso. Non pretendiamo di riuscire a vedere un’Inter spettacolare, ci basterebbe assistere ad un buon finale di stagione. Chiediamo troppo?

PS: Auguro a voi e alle vostre famiglie una Serena e Felice Pasqua.



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

4 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Stavo seguendo su Mediaset Premium i commenti.
Giusta l'espulsione di Pinilla ma soprattutto il gol del 2-1 è irregolare perché l'attaccante sardo è in netto fuorigioco.

Brother ha detto...

Pareggio meritatissimo, siamo stati pessimi come spesso ê successo in questa stagione. Terzo posto? Non scherziamo...

Matrix ha detto...

Brother, la matematica non è un'opinione. Con la vittoria saremmo andati a -4 dal terzo posto. Non è una distanza siderale. Considerando che là davanti stanno marciando a passo di lumaca...

Entius ha detto...

Matrix, la tua osservazione non fa una grinza ma l'Inter attuale ti sembra in grado di recuperare 7 punti e superare quattro squadre?
Cagliari-Inter è la risposta.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails