DE RERUM CALCIORUM - Blog Sportivo di un Tifoso Nerazzurro - Online dal 1 gennaio 2007

SEGUICI SU

Votaci su Net-Parade.it

sabato 21 aprile 2012

E DIVENTO' "CAMP MOU"!!! IL REAL ESPUGNA BARCELLONA

BARCELLONA-REAL MADRID 1-2 17' Khedira – 71’ Sanchez - 73' Cristiano Ronaldo
Colpo di scena al Camp Nou: il Real Madrid espugna il campo del Barcellona battendo 2-1 gli storici rivali a domicilio e mette una seria ipoteca sulla lotta per la Liga, allungando a +7 sui blaugrana a quattro giornate dal termine della stagione.
Il Barcellona non riesce mai a esprimere il suo gioco per la superba prestazione degli uomini di Mourinho. I blancos passano al 17' corner di Di Maria, colpo di testa di Pepe, sulla respinta corta di Valdes Puyol tergiversa e Khedira insacca. I blaugrana riescono a trovare il pareggio con Sanchez al 71'. Grande azione di Messi, Tello incrocia, sulla parata di Casillas si avventa Adriano che la ributta dentro per il tocco vincente di Sanchez. Parità ristabilita. Che però dura solo due minuti. Ozil innesca Ronaldo che trafigge Valdes. E’ il gol che fa calare il sipario sulla Liga.
Dopo che nell’ultimo mese il Barçellona aveva rosicchiato 6 punti alla squadra di Mourinho, nella partita più importante dell’anno, i blancos riescono ad ottenere i tre punti che valgono una buona fetta di scudetto.

A quattro giornate dal termine, come dicevamo, il vantaggio madrileno è tornato a +7. Un margine più che sufficiente perché gli uomini di Mourinho inizino a sentire il profumo del successo. Profumo che inizia a pregustare anche il tecnico portoghese, al suo primo trionfo spagnolo dopo aver vinto il titolo in Portogallo, Inghilterra e Italia.
Il Real Madrid avrebbe potuto strappare lo scettro di campione di Spagna al Barça anche perdendo il Clasico e vincendo le restanti 4 partite di campionato. Invece, dopo 3 stagioni di dominio blaugrana, il titolo di campione nazionale tornerà alla Casa Blanca con tutti gli onori. Perché José Mourinho rompe finalmente il suo tabù del Camp Nou, lo fa con una partita perfetta e il Clasico numero 264 finisce nella bacheca madridista.
Il Barcellona probabilmente aveva la testa rivolta alla Champions League ma la sensazione è che i blaugrana siano in fase calante e che l’invincibile squadrone che faceva tremare tutti abbia iniziato la parabola discendente.
Questo Barcellona martedì faticherà a ribaltare lo 0-1 incassato in casa del Chelsea. Al contrario del Real Madrid. Nonostante il 2-1 con cui il Bayern Monaco si presenterà mercoledì al Bernabeu, questa squadra fa paura. E la strepitosa vittoria di stasera sarà un’ulteriore spinta emotiva.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Brother ha detto...

Stasera sono curioso di leggere i commenti degli estimatori di Guardiola.
Capito chi è il più bravo? Son tutti bravi a fare i professori con Messi, Xavi e il meglio che possa esserci in giro.
Provateci a farlo con quello che ti capita sotto mano e poi, forse, si possono fare paragoni con l'immenso Mou.

Rudy ha detto...

Dopo due anni di sconfitte e umiliazioni una vittoria può starci. Mourinho forse è migliore di Guardiola, ma tra Barcellona e Real Madrid non c'è paragone.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

Ricerca con Google

Ricerca personalizzata