GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 4 dicembre 2011

UNA STAGIONE DIFFICILE CHE SPERIAMO FINISCA PRESTO

Altra sconfitta, altra serata amara di una stagione che, come già scrivevo ieri sera, prevedo difficile e che, nonostante siamo ancora ai primi di dicembre, non vedo l’ora che finisca.
Se le due vittorie consecutive ci aveva
no illuso, la sconfitta contro l’Udinese ci riporta sulla terra ma non ci dice certo qualcosa di nuovo. Sono due mesi che tiriamo avanti così, tra partita giocate alla meno peggio e risultati positivi tirati per i capelli.
Il clima di disfatta che si respira in questo momento è dato dall’ennesima illusione svanita, di sicuro non dalla sconfitta subita o dalla scoperta che non abbiamo gioco, uomini adatti e di conseguenza nemmeno pretese.
Facile dare la colpa a Moratti, a Ranieri o a quel giocatore. La realtà è che la sconfitta è come la vittoria. Quando si vince è merito di tutti, quando si perde è demerito di tutti.
E le colpe di tutti le abbiamo già ampiamente illustrate. Il mancato mercato da parte della nostra dirigenza, per esempio. A tal proposito vorrei fare mio un commento letto in un altro blog. Due anni abbiamo vinto il Triplete con conseguenti introiti economici, abbiamo ceduto Balotelli, abbiamo ceduto Eto’o. Che fine hanno fatto tutti questi soldi? Possibile che non si sia potuto stanziare un piccolo budget da destinare a rinforzare la rosa?
Ranieri ci sta mettendo del suo. Cambia uomini, moduli, sbaglia sostituzioni. In alcuni momenti sembra che non ci capisca nulla (vorrei usare un’espressione più colorita…). A parziale discolpa c’è la questione infortuni e una rosa destinata a un altro allenatore e ad un altro modulo ma Castaignos e Obi esterni o Zarate e Milito trequartisti sono roba sua.
I giocatori sono arrivati alla fine. Mica possiamo crocifiggere i vari Milito, Stankovic, Cambiasso, Chivu, Zanetti, Thiago Motta, Lucio e via discorrendo se sono arrivati alla frutta e se vanno in campo perché non ci sono alternative. Anche perché se le alternative sono Nagatomo tanto vale tenersi i senatori spompati.
Non mi sento di addossare particolari colpe nemmeno a Pazzini per il rigore sbagliato. I rigori quasi sempre si segnano, qualche volta si sbagliano. Capita. Fa parte del calcio. Al limite potremmo chiederci perché sul dischetto è andato lui e non qualcun altro (non mi pare che Pazzini sia un rigorista). E se anche Zanetti rimedia un’espulsione (avvenimento storico da segnare sul calendario) vuol dire che siamo proprio in una stagione maledetta.

Il quadro complessivo è quello che è. In questo momento siamo una squadra allo sbando con attaccanti che non segnano, centrocampisti che passeggiano come se fossero ai giardinetti pubblici e difensori che sbandano come una macchina in curva quando c’è l’asfalto ghiacciato. In questo totale deserto anche una prestazione molto positiva di Faraoni si perde nel vuoto.
Saranno mesi difficili questi che stanno per arrivare. Prepariamoci a soffrire e a sperare che questa lenta agonia fisica al più presto. Nella speranza che la prossima estate inizi il processo di ricostruzione con un progetto serio e ben organizzato.
Tutto sommato una stagione fallimentare (diciamo metà classifica) non sarebbe da buttare. Servirebbe per guardarci in faccia e renderci conto che bisogna ripartire. Da zero e iniziando dai vertici dirigenziali.



VOTA QUESTO POST SU



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

4 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Quando ho visto Pazzini dal dischetto mi sono voltato dall'altra parte.
Quasi me la sentivo...

fcoraz ha detto...

Io dico che gli acquisti di gennaio dovranno servire ad evitare la retrocessione nella serie cadetta, altroché metà classifica.

Winnie ha detto...

Non siamo messi così male. E speriamo sempre nel ritorno di Maicon e Sneijder.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Dopo i successi sofferti ma meritati contro Cagliari e Siena mi aspettavo una certa continuità di risultati da parte dell'Inter che vi potesse far rientrare nel gruppo di vertice invece ecco questo k.o. che personalmente non mi aspettavo...
La zona Champions credo che ormai sia inavvicinabile, non tanto dal punto di vista matematico ma per il fatto che l'Inter dovrebbe inanellare un filotto tale che non sembra essere in grado di ottenere...
P.S: Pazzini qui alla Samp di rigori ne avrà tirati una decina e non ricordo un suo errore, sabato sera è stata solo sfiga...ciao!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails