GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 9 novembre 2011

NO, CALCIOPOLI NON E' UNA FARSA

Non ci credevo. Ieri sera tornando a casa da lavoro pensavo alla sentenza che sarebbe arrivata da lì a poco e tra me e me mi dicevo che sarebbe finita ancora una volta a tarallucci e vino. Sarebbe arrivata la solita condanna lieve o peggio ancora l’assoluzione. Addirittura riflettevo su un’ipotetica forma di protesta da promuovere tra i blog nerazzurri.
E invece ho acceso la televisione verso le 20 e 20 e sulle pagine del Televideo ho letto la bella notizia: Cinque anni e quattro mesi per Luciano Moggi!!!
Ho esultato come se avesse segnato l’Inter. Giustizia è fatta. Almeno finché non arriveranno l’appello e la Cassazione ha smontare tutto. Come ha detto il pm Stefano Capuano “Calciopoli non era una farsa”. No, non lo era. Noi lo sapevamo perfettamente, ora lo ha affermato anche la giustizia. La stessa giustizia che ha riconosciuto a Moggi il reato di associazione a delinquere e gli ha inflitto anche il Daspo (come un qualsiasi ultras indisciplinato).
Insieme a lui condannati anche un po’ di gente che in quegli anni gravitavano nell’orbita moggiana. Dai fratelli Della Valle che chiedevano a Moratti di sedersi a un tavolo con loro (pagliacci…), a Lotito, all’arbitro De Santis (e il pensiero va a quel Chievo-Inter) e naturalmente i designatori Bergamo e Pairetto. Tutti colpevoli, inequivocabilmente colpevoli.
C’è soddisfazione. C’è soddisfazione perché finalmente la giustizia ha trionfato. E’ una grande vittoria, per gli interisti, per gli appassionati di calcio, per chi quel sistema l’ha sempre condannato e censurato, per chi ha sempre creduto nella giustizia.
C’è soddisfazione ma c’è anche un po’ di amarezza. Amarezza per come il sistema calcio fosse marcio e bacato in quegli anni, amarezza perché niente e nessuno ci ridarà indietro quegli anni, quelle mancate vittorie. Dallo scontro Iuliano-Ronaldo al 5 maggio, alle tante sconfitte in campo e fuori (in chiave mercato, per esempio). Questa sentenza rende giustizia per quei torti ma non ci restituirà il maltolto.
Ma questa sentenza è comunque un importante obiettivo raggiunto. Possono dire quello che vogliono ma da oggi non si potrà più negare che Calciopoli sia esistita, che Moggi avesse creato una vera e propria cupola, un’associazione a delinquere con una beneficiaria al di sopra di tutti. Quella Juventus che
in quegli anni spadroneggiava in Italia.
Già, la Juventus. Nella ebbrezza di gioia di ieri sera ho letto con un sorriso il comunicato del club juventino dove la squadra bianconera si dichiarava “estranea ai fatti”. Estranea ai fatti? Scusate ma Moggi e Giraudo per chi lavoravano? Non mi pare di ricordare che lo scudetto lo vincesse la Moggese o il Real Giraudo. Estranea ai fatti? Moggi aveva messo su tutto questo complesso apparato criminale e loro n
on ne sapevano niente? Estranea ai fatti? A me sembra solo un modo piuttosto banale e ridicolo di offendere la nostra intelligenza. Estranei ai fatti eravamo noi che per anni siamo stati vittime di questa cupola, estraneo ai fatti era Facchetti la cui memoria è stata più volte infangata in questi mesi, estranei ai fatti erano i tifosi bianconeri che credevano di vincere onestamente (e che scioccamente ancora continuano a difendere Moggi e la Juventus). La Juventus no, non era estranea, anzi c’era dentro fino al collo. Lo sappiamo noi e lo sanno anche loro (anche se fingono il contrario).
Non mi faccio illusioni. Come spesso capita, nei prossimi due gradi di giudizio quasi certamente questa sentenza verrà stravolta. Ma intanto è stata scritta un’importante pagina nella storia (ahimè, infinita) di Calciopoli. E non sarà un giudizio di secondo grado o una sentenza della Cassazione a cancellarla.


VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

8 commenti:

LeNny ha detto...

Non mi voglio più pronciare su sta storia... Palle gonfie. :)

Entius, non leggi i messaggi privati su Twitter? Attiva sta benedetta versione mobile al Blog. Grazie. :)

Ciao.

LeNny ha detto...

pronciare = pronunciare

Entius ha detto...

Sì, sì l'ho letto. Scusa, come spesso capita, penso dopo lo faccio e poi...

Entius ha detto...

Fatto. Fammi sapere se funziona...

LeNny ha detto...

Ok, funziona. Grazie. :)

Nerazzurro ha detto...

Io adoro quelle tre donne in foto, le amo,, le abbraccerei, le bacerei, se me lo chiedono le tromberei pure.

Brother ha detto...

Sinceramente mi preoccupano gli altri due gradi di giudizio. Temo che la snetenza di primo grado sarà completamente ribaltata.

Anonimo ha detto...

Siete solo dei quaquaraqua. La Juventus ne è uscita scagionata. Lo capite l'italiano? S-C-A-G-I-O-N-A-T-A !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails