GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 26 settembre 2011

MA QUALE BIANCONERO? LA SERIE A PARLA SEMPRE NERAZZURRO

CLASSE AAnalisi e commenti sul Campionato Italiano
E’ sempre il nerazzurro a comandare nella Serie A. Non fatevi ingannare dalla classifica che lassù in vetta recita “Juventus e Udinese 8”, la vera protagonista di questo inizio di campionato è l’Atalanta di Colantuono. La squadra orobica, che tra l’altro è una neopromossa, ha infatti finora raccolto 10 punti in quattro gare (che peccato aver sprecato la vittoria alla prima giornata a Genova) e se non fosse per la penalizzazione di 6 punti, inflittagli per la nota vicenda di Scommessopoli, sarebbe in vetta alla classifica e guarderebbe tutti dall’alto in basso.
I nerazzurri partivano con l’handicap della penalizzazione e in molti avevano previsto per loro un campionato difficile dove salvarsi sarebbe stata un’impresa ardua. E invece grazie ad una partenza sprint hanno annullato la penalizzazione e sono già appaiati in classifica all’Inter e hanno un punto meno del Milan e della Roma.
Dietro questo bell’exploit c’è una squadra compatta e tosta che non molla facilmente. Il bomber Denis sembra aver trovato una sua dimensione in terra lombarda, in coppia con lui in attacco c’è Maxi Moralez, puffo argentino che non perdona (chiedere al Genoa) mentre a centrocampo può contare su Cigarini (tornato all’ovile) e inoltre c’è il giusto mix tra giocatori d’esperienza (Bellini, Manfredini, Padoin, Tiribocchi) e giovani interessanti (Bonaventura, Gabbiadini, Schelotto). Il tutto diretto da Colantuono che ha l’esperienza sufficiente per condurre in porto una tranquilla salvezza e magari poter aspirare a qualcosa in più.
Anche se dalle parti di Bergamo sarà bene non farsi troppe illusioni. La fruttuosa partenza è stata probabilmente pianificata dai nerazzurri in estate per garantire alla squadra di scrollarsi di dosso i punti di penalità e sgombrare la mente dai pensieri di rincorsa. I problemi potrebbero esserci più in là quando la squadra avrà, con ogni probabilità, una flessione o addirittura un crollo.
Ma per il momento la squadra bergamasca si gode questo inizio a mille. Essere protagonisti in Serie A non è sempre facile. Denis e compagni ci sono riusciti. E di questo dobbiamo renderne merito.
CLASSIFICA ALLA 5° GIORNATAUdinese 8 Juventus 8 Napoli 7 Fiorentina 7 Cagliari 7 Genoa 7 Palermo 7 Chievo 7 Siena 5 Lazio 5 Catania 5 Roma 5 Novara 4 Inter 4 Atalanta (-6) 4 Lecce 3 Parma 3 Bologna 1 Cesena 0

VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Pakos ha detto...

E' evidente che ha fatto una preparazione ad hoc e che strada facendo rallenterà il passo.

Stefano ha detto...

Quello che fatico a comprendere è l'atteggiamento dei giocatori e dei tifosi atalantini.
Dovrebbero "ringraziare" Doni se non possono godersi a pieno questa partenza sprint e invece lo adorano e lo osannano. Bah...

Pigreco San Trader ha detto...

le neo promosse di consuetudine(perchè non le conoscono) se non hanno cambiato molto fanno bene le prime 5/6 partite poi la musica cambia sempre inesorabilmente eson caaci di perderle tutte. amara consolazione quardare i colori di una maglia che difficilmente tornerà in testa specialmente dopo le ultime scoperte.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails