GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 23 ottobre 2010

FERRARA NUOVO CT DELL'UNDER 21. UN'ALTRA SCELTA INFELICE...

Sarà Ciro Ferrara il nuovo commissario tecnico dell’Under 21. L'ex allenatore della Juventus è stato scelto per guidare il rilancio degli azzurrini, che hanno mancato la qualificazione all'Europeo 2011 (e all'Olimpiade di Londra 2012) e succederà a Pierluigi Casiraghi che nei giorni scorsi aveva rescisso consensualmente il contratto dopo la mancata qualificazione agli Europei e alle Olimpiadi.
Ferrara ha firmato un contratto fino al 2013, la data del prossimo Europeo Under 21, e avrà come vice Angelo Peruzzi, ex compagno in bianconero e terzo portiere in Germania.
La nomina dell’ex tecnico bianconero ha colto di sorpresa perché il suo nome non era tra i papabili. Personalmente ero convinto che, visto che queste decisioni vengono prese da Albertini e Sacchi, la panchina degli azzurrini sarebbe stata assegnata ad Alessandro Costacurta (un po’ come avvenne quattro anni fa quando Albertini chiamò l’amico Donadoni alla guida della Nazionale maggiore).
Non voglio sbilanciarmi in giudizi che magari potrebbero essere sbagliati o clamorosamente smentiti dai fatti, ma questa nomina mi convince poco. Non è la prima volta che l’assegnazione di una panchina azzurra da parte del presidente Abete mi lascia perplesso. Nel 2006 venne nominato sulla panchina azzurra un inesperto Donadoni, nel 2008 venne richiamato un bollito Lippi, senza dimenticare che il predecessore di Ferrara, Casiraghi non aveva mai allenato prima di approdare sulla panchina dell’Under21.
E’ vero che non c’era molta scelta in giro ma c’erano almeno un paio di allenatori che mi ispiravano più fiducia. Quel Daniele Zoratto che pare stia facendo molto bene con l’Under19 e Davide Ballardini che aveva sicuramente più esperienza di Ferrara e che ha già dimostrato di essere un bravo allenatore. E credo che anche Gianfranco Zola potesse essere all’altezza del ruolo.
Invece si è scelto Ciro Ferrara. Uno che può diventare un bravo allenatore, ma a cui è mancata la gavetta. Partire allenando la Juventus prima e l’Under21 ora, significa che o sei un predestinato (e la mezza stagione bianconera escluderebbe questa ipotesi) o ti bruci facilmente. Ed è chiaro che se dai un bolide ad un neopatentato è molto probabile che andrà fuori strada con estrema facilità.
Ma del resto la federazione italiana è ormai andata in confusione. Scelte sbagliate o scellerate sono all’ordine del giorno, si favoriscono le “amicizie” infischiandosene della meritocrazia e invece di cercare di porre rimedio al declino del calcio italiano si fa finta che il problema non esista. Il calcio italiano è ormai in un tunnel, dove la luce non è davanti ma dietro.
In ogni caso do il mio personale in bocca al lupo al nuovo commissario tecnico della nazionale Under 21 e gli auguro di poter riportare gli azzurrini ai fasti di qualche anno fa. Auguri Ciro, ne avrai bisogno.

VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

4 commenti:

Simone ha detto...

Quando c'è di mezzo Abete tutto è possibile. Fatico a capire anche io questa scelta. E soprattutto non comprendo tutta questa fiducia incondizionata che prima la Juventus e poi la Federazione vogliono dare a Ferrara.

Antonio ha detto...

Bè, nell'UNDER pure Tardelli sembrava un allenatore serio, poi si è visto di che pasta era fatto sulla panchina..magari Ferrara farà bene, chissà..

Sembrava favorito Zoratto comunque, e Ferrara non era nemmeno nominato tra i papabili..strano..

Vincenzo ha detto...

Straquoto sulla scelta infelice. Che c'azzecca ferrara nel ruolo di ALLENATORE?!?

MAh.. povera U21...

Ciao.

Matrix ha detto...

Sono perplesso anche io. Comunque aspettiamo e vediamo cosa combina. Magari è l'uomo giusto al posto gisuto.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails