GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 11 settembre 2010

BENITEZ FRECCIATINA AL MILAN MA ORA PENSIAMO ALL'UDINESE

Dopo gli ultimi botti di mercato e la pausa per la nazionale ecco che ritorna il campionato di calcio. Noi avevamo chiuso la prima giornata pareggiando a Bologna e noi apriamo il secondo turno ospitando l’Udinese.
Dopo il mezzo passo falso di due settimane fa, la squadra nerazzurra è attesa da un pronto riscatto. Saranno assenti Maicon, che non ha recuperato dall’infortunio. E Stankovic, anche lui infortunato. Dovrebbe essere della partita invece Santon. Difficile pensare che Benitez lo lanci dal primo minuto ma non escluderei che possa entrare a partita in corso.
Viste le difficoltà delle prime uscite mi pare difficile che Il tecnico spagnolo insista sul 4-2-3-1. Quindi potrebbe cambiare modulo schierando Eto’o vicino a Milito e Sneijder alle loro spalle in un 4-3-1-2 che dovrebbe prevedere Zanetti, Lucio, Samuel e Chivu in difesa e Mariga, Cambiasso e Muntari a centrocampo. A meno che non sposti il capitano in mediana e sulla corsia destra lanci Santon dall’inizio.
Piccola parentesi sulla conferenza stampa di Benitez di ieri. Il tecnico spagnolo ha lanciato una frecciatina ai cugini rossoneri "Milan favorito? Lo era anche ad Istanbul quando a metà tempo vinceva per 3-0...". Una battuta degna di Mourinho che getta un po’ di pepe su una conferenza stampa che altrimenti sarebbe stata noiosa come tutte le altre. Spero che Benitez riesca in futuro a regalarci altre conferenze stampe con qualche frase non banale o di circostanza. Purché non cerchi forzatamente di somigliare a Mourinho in questo. Le conferenze stampa dello Special One sono un mondo a parte e sarebbe errato cercare di imitarlo.
Vabbè, ora concentriamoci sulla sfida di oggi pomeriggio. Non possiamo permetterci di sbagliare. La sconfitta in Supercoppa Europea e il pareggio di Bologna, unito alla mancanza di colpi di mercato roboanti, ha risvegliato i gufi che ora sono belli vispi appollaiati sul trespolo pronti a festeggiare un’eventuale passo falso dei campioni d’Italia.
Lo scorso anno fu una partita al cardiopalma decisa da un gol di Sneijder in pieno recupero. Quest’anno si spera sia più tranquilla. Anche se a noi non interessa se soffriremo oppure no, anzi siamo disposti a vivere altri 90 minuti da sconsigliare ai deboli di cuore purché alla fine si esca dal campo vincitori. Vogliamo la vittoria, vogliamo i tre punti, vogliamo far festa.
FORZA INTER

VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

1 commento:

Matrix ha detto...

Stasera voglio undici leoni famelici. Dobbiamo giocare con la stessa grinta e la stessa cattiveria che ci ha contraddistinto nel finale della scorsa stagione.
Ci danno per finiti? Peggio per loro, dimostriamogli chi siamo. Andiamo a prenderci questi tre punti.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails