GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 8 luglio 2010

TOLDO SI RITIRA. GRAZIE DI TUTTO FRANCESCO


Qualcosa avevamo intuito. L’acquisto di Castellazzi dalla Sampdoria e la riconferma di Orlandoni erano segnali più che evidenti del fatto che Francesco Toldo aveva deciso di appendere i guanti al chiodo. E così a 39 anni, gli ultimi 9 dei quali trascorsi con la maglia nerazzurra, Toldone ha deciso di smettere.
Arrivò in nerazzurro nell’estate 2001, degno erede della tradizione interista dei grandi portieri azzurri: Sarti, Buffon, Ghezzi, Bordon, Pagliuca, Zenga. Il suo arrivo garantisce fino all'arrivo di Mancini e soprattutto di Julio Cesar nel 2005 (al quale ruberà il posto nella seconda parte della prima stagione per poi perderlo definitivamente a Lisbona nel settembre 2006) buona continuità di rendimento.
Come non ricordare la saracinesca di Valencia quando parò di tutto? Anche se il ricordo più bello rimane la semifinale degli Europei 2000 contro l’Olanda quando neutralizzò due rigori nei novanta minuti regolamentari e altri due nella lotteria finale dei calci di rigore.
In nazionale ha avuto la sfortuna di ritrovarsi davanti un mostro sacro come Buffon. Forse anche per questo non gli sono mai stati riconosciuti i gradi di grande portiere che invece avrebbe meritato.
Professionista serissimo, con l’arrivo di Julio Cesar che gli ha rubato il posto, ha accettato il ruolo di secondo portiere senza mai fare una polemica o dire una parola fuori posto. Ha vissuto gli ultimi anni di trionfi dalla panchina, facendosi trovare pronto nelle rarissime occasioni in cui è stato chiamato in causa.
Tra i pali era una sicurezza, un muro difficile da superare. E nel giorno del suo addio al calcio giocato mi piacerebbe ricordare anche quel gol che fece qualche anno fa alla Juventus in pieno recupero. Nella mischia il tocco finale fu di Vieri e il gol venne attribuito all’attaccante ma quella sera fu lui, fu Toldone a spedire in porta il gol dell’1-1 quando il cronometro segnava il minuto 95. Non se ne va dall’Inter resterà nell’organigramma con ruoli negli Inter Campus. Con la sua serietà e la sua professionalità sarà sicuramente un ambasciatore ideale per i colori nerazzurri. Grazie di tutto Francesco.


VOTA QUESTO POST CLICCANDO QUI E QUI OK NOTIZIE






Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

4 commenti:

Matrix ha detto...

Un grande portiere quando era titolare, un preziosissimo portiere di riserva quando è esploso Julio Cesar.
Grazie Francè, sentiremo la tua mancanza.

Winnie ha detto...

A 39 anni aveva già dato tutto. Grande onestà anche nel ammettere di non avere stimoli e volersi ritirare.

Vincenzo ha detto...

Grande uomo prima di grande portiere!

Fortunatamente resta nella famiglia Nerazzurra.

Ciao.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Grandissimo portiere, anche se non ho condiviso la sua scelta degli ultimi anni di "ammuffire" in panchina, le richieste non credo gli mancassero e avrebbe potuto dare il suo contributo altrove...ciao!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails