GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 3 luglio 2010

IMPRESA OLANDA, SNEIJDER ELIMINA IL BRASILE


MONDIALI DI CALCIO 2010 – QUARTI DI FINALE

OLANDA-BRASILE 2-1
9' Robinho (B) - 52' aut. Felipe Melo (O) - 67' Sneijder (O)
Il risultato che non ti aspetti, l’eliminazione clamorosa di una delle grandi favorite. Brasile-Olanda era sfida tra due nazionali forti e fin qui convincenti ma i pronostici pendevano decisamente dalla parte dei verdeoro. Alla fine fanno festa gli olandesi. Sembrava un pomeriggio in discesa per la Selecao. Il primo tempo è infatti dominato dalla nazionale di Dunga, che va subito in vantaggio con Robinho dopo 9 minuti e che ha l’unico torto di non chiudere i conti. L’Olanda sbanda, e il gong dell’intervallo la salva quando è contata in piedi, come un pugile suonato. Ma nel calcio nulla può essere dato per scontato. Nella ripresa il Brasile fa harakiri e l’Olanda è più convinta, un'autorete di Felipe Melo, un gol di Sneijder e l’espulsione di Felipe Melo invertono le sorti della gara che vedono trionfare gli orange.
L’Olanda, storicamente bella, persino magnifica, ma impossibile, stavolta è al massimo carina, però porta a casa un grandissimo risultato, e il 6 luglio contro l’Uruguay scenderà in campo da favorita verso quella finale che manca da 32 anni. Il Brasile di Dunga, accusato di essere troppo pragmatico, paga invece gli sprechi davanti, ed errori difensivi che non sembravano appartenergli.
Probabilmente la svolta alla gara l’hanno data Sneijder e Felipe Melo. L’olandese, sempre più protagonista di questo Mondiale, ha trascinato insieme a Robben i suoi mentre il centrocampista juventino prima ha segnato un autogol e poi si è fatto espellere per un fallo cattivo e ingenuo su Robben lasciando il Brasile in inferiorità numerica proprio nel momento di maggiore difficoltà.
Questo Mondiale fa un’altra vittima illustre. Dopo Italia, Francia e Inghilterra torna a casa anche il Brasile. Il Dio Pallone dà un bel schiaffone in faccia a chi già pronosticava una finale tutta sudamericana Brasile-Argentina. Non possiamo comunque trascurare i meriti di un’Olanda che è arrivata qui con l’etichetta di outsider e si sta rivelando una delle nazionali più forti ed interessanti. Non dimentichiamoci che Sneijder e compagni hanno conquistato la qualificazione alla fase finale vincendo 8 gare su 8 e stanno continuando su questa striscia positiva visto che sono gli unici che hanno vinto tutte le gare del Mondiale fin qui disputate.
La semifinale la mette di fronte un avversario abbastanza agevole. La finale è molto vicina e chissà che finalmente gli uomini di Van Marwijk non riescano a realizzare ciò che non riuscì all’Arancia meccanica di Johan Cruyff, vincere il titolo Mondiale. Impresa difficile ma non impossibile per questa Olanda.


VOTA QUESTO POST CLICCANDO QUI E QUI OK NOTIZIE









Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Matrix ha detto...

Olanda strepitosa. Eliminare questo Brasile non era per niente facile. Tutti elogiano ed esaltano Brasile, Argentina, Germania e Spagna ma questa Olanda è davvero forte. Può davvero puntare al titolo

Entius ha detto...

Se pensiamo che ad inizio Mondiale molti mettevano l'Olanda sullo stesso piano di Italia e Francia...

Winnie ha detto...

Da Interisti.org:
11 giugno
"Forza Italia!"
26 giugno
"Ora tifo Inghilterra perchè c'è Capello!"
1 luglio
"Ora tifo Brasile perchè c'è Kakà!"
Meno male che Silvio c'è!

SPERIAMO CHE DOMANI NON DICA CHE ORA TIFA OLANDA...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails