ARTICOLI RECENTI

mercoledì 1 luglio 2020

A... SUON DI RECORD: LE STREGHE SONO TORNATE

 LATO B Appunti sulla Serie Cadetta 
Le streghe sono tornAte. Il Benevento di Pippo Inzaghi conquista la promozione in A con 7 giornate di anticipo, record assoluto nella storia della Serie B (eguagliato l’Ascoli della stagione 1977-78). Il traguardo arriva con la vittoria per 1-0 contro la Juve Stabia: gol di Marco Sau al 70′. Un obiettivo che solo la pandemia di coronavirus e tre mesi di lockdown hanno ritardato.
Per i giallorossi e il presidente Oreste Vigorito è la seconda promozione nella massima serie dopo quella di tre anni fa, la terza in cinque anni se si considerano quelle dalla C alla B nel 2016 e dalla B alla A nel 2017. Un Benevento che punterà ora a chiudere la stagione battendo il record di punti per un campionato a 20 squadre, detenuto dall’Ascoli dal 1977/78.

Dalla decima giornata in poi, dopo il 2-0 rifilato alla Cremonese, la Strega è rimasta sempre saldamente in testa alla classifica, facendo il vuoto e liquidando con parziali anche rotondi le inseguitrici che di volta in volta si erano candidate a fermare la corsa della capolista, capace di superare i 20 punti di vantaggio sulla seconda in classifica. Di fatto la squadra di Inzaghi ha giocato un campionato a parte e si è messa in tasca la promozione già al termine del girone d’andata (46 punti in 19 partite, nemmeno la Juventus di Deschamps e il Sassuolo di Di Francesco ne avevano conquistati così tanti). Un’evidente superiorità tecnica e tattica, una fame di vittorie continuamente alimentata da nuovi successi e record (come quello del numero di vittorie fuori casa, assolute e consecutive). Numeri da urlo, che possono ulteriormente diventare da record a fine stagione: gli 86 punti del Palermo del 2014 sono più che alla portata.
La marcia trionfale dei ragazzi di Inzaghi (23 vittorie, 7 pareggi e 1 sconfitta) è innanzitutto una rivincita: l’ex bomber era reduce dalla difficile stagione con il Bologna in Serie A, il Benevento dalla cocente eliminazione contro il Cittadella nei playoff dello scorso anno.
Inzaghi ha cominciato la stagione con il 4-4-2 ma verso la fine del 2019 ha saputo virare su altri moduli, come l'albero di Natale di ancelottiana memoria. Montipò è un punto fermo in porta, la difesa a quattro è attualmente composta da Letizia a sinistra, Caldirola, Volta e l'esperienza di Maggio a destra, un lusso per la categoria. A centrocampo Inzaghi non rinuncia mai alle geometrie di Viola, al dinamismo di Hetemaj e all'esperienza di Schiattarella (uno specialista delle promozioni in A, avendole ottenute anche con Livorno e Spal). Da citare anche le prime alternative, che si chiamano Kragl e Tello, due che potrebbero essere titolari quasi ovunque in B. Il già nutrito attacco, con giocatori di categoria come Coda, Roberto Insigne (più Armenteros, prestato al Crotone), si è arricchito con gli arrivi di Sau (in estate) e Moncini (nel mercato invernale).
Ora l’obiettivo di tecnico e società è quello di costruire una squadra in grado di resistere in Serie A e far dimenticare la deludente esperienza nella stagione 2017/2018. Stavolta le streghe non vogliono essere delle meteore del firmamento della Serie A, ma puntano ad essere protagonisti. Le avversarie sono avvisate.
 Pakos 

Se ti è piaciuto l’articolo ISCRIVITI AI FEED per rimanere sempre aggiornato sui nuovi contenuti !!!

1 commento:

DenisBergamini ha detto...

Complimenti al Benevento. Promozione meritata per quello che ha fatto vedere nell'arco di tutta la stagione.