ARTICOLI RECENTI

giovedì 12 settembre 2019

COSENZA, CHE COLPO: ECCO L'ATTACCANTE FRANCESE RIVIERE !!!

 LATO B Appunti sulla Serie Cadetta 

Il calciomercato non era finito nel migliore dei modi per il Cosenza. I tifosi avevano più volte invocato l’arrivo di un attaccante di peso, ma purtroppo ciò non era avvenuto. Inevitabili i malumori per una tifoseria sempre calda e sempre pronta a sostenere i colori rossoblu. Tante critiche al Ds Trinchera (soprattutto dopo una conferenza stampa in cui sosteneva che Cosenza non era una piazza appetibile) e alla società che alla fine hanno risposto piazzando un grande colpo. I rossoblù, infatti, hanno ufficializzato oggi pomeriggio l'ingaggio di Emmanuel Rivière, attaccante classe 1990, svincolato dopo le due stagioni in Francia, al Metz. Per lui un contratto fino al 30 giugno 2020. Un colpo di grande esperienza, quello del francese che conta anche un passato con le maglie di Monaco (13 gol in Ligue 1 nel 2013/14), Newcastle (2014-2016) e Osasuna (2016/17).

Emmanuel Rivière nasce a Lamentin, nella Martinica, a 6.800 km da Parigi. A 14 anni disputa un torneo giovanile a Clairefontaine e viene notato da Psg, Marsiglia e Lione, ma sceglie il Saint-Etienne perché è la squadra di suo padre. Qualche difficoltà nelle giovanili poi in due anni segna 19 gol e vince il premio di "miglior giovane talento" della Francia. Due stagioni a Tolosa accanto a Wissam Ben Yedder, infine Ranieri: nel 2012 Rivière accetta la ricca offerta del patron Ryboloev e scende di categoria. Tempo un anno e si ritrova in una rosa di stelle: James Rodriguez, Martial, Falcao, Berbatov, Toulalan, Carrasco, Moutinho, Fabinho. Segna 13 gol, diventa il miglior marcatore della rosa e il Monaco arriva secondo dietro al Psg. Poi vola in Inghilterra al Newcastle per due anni, dove si perde anche a causa di infortuni (31 presenze e 3 gol). Dopo una stagione in Spagna (Osasuna) torna in Ligue 1 e firma con il Metz, dove l'anno scorso ha conquistato la promozione.
In totale tra Newcastle, Osasuna e Metz ha collezionato 95 presenze e soli 12 gol. Troppo poco per chi puntava a diventare il nuovo Thierry Henry.
Adesso si rimette in gioco ripartendo dall’Italia e dalla Serie B. Cosenza è una grande piazza (negli anni 90 da queste parti sono passati grandi bomber, da Padovano a Lucarelli, passando per Zampagna, il compianto Marulla e tanti altri) e può essere la scelta giusta per potersi rilanciare. E dall’altro lato con un attaccante di livello internazionale come si fa a non sognare in riva al Crati?
 DenisBergamini 

3 commenti:

Pakos ha detto...

Concordo. Un acquisto di livello che potrà sicuramente fare la differenza.

Entius ha detto...

Penso anche io che il Cosenza abbia fatto un buon colpo. Speriamo che il campo ci dia la conferma.

DenisBergamini ha detto...

Basterà per essere competitivi in ottica promozione? Questo il dilemma del popolo rossoblu.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails