ARTICOLI RECENTI

giovedì 18 aprile 2019

ALLA SCOPERTA DEL FENOMENO AJAX

L’Europa del calcio riscopre l’Ajax. Dopo aver eliminato il Real Madrid agli ottavi di Champions League e due giorni fa la Juventus ai quarti della massima competizione europea, l’Ajax e il calcio olandese sono tornati prepotentemente alla ribalta. La prestazione dei lancieri nelle due doppie sfide europee ha fatto stropicciare gli occhi a tutti gli appassionati di calcio, molti dei quali (in parte anche il sottoscritto) sono rimasti increduli davanti al gioco spumeggiante della formazione allenata da Ten Hag.
Questo super Ajax meritava un approfondimento. E così ho deciso di fare una chiacchierata con gli amici di “Calcio Olandese” che gentilmente hanno accettato di rispondere a qualche domanda.
Partiamo da una domanda banale. Qual è il segreto di questo Ajax?
Il segreto dell’Ajax è anche il segreto dell'Eredivisie. Il vivaio e la rigida politica finanziaria che è iniziata 10 anni fa dopo la crisi economica che ha colpito l'Europa. Le squadre hanno scelto di collaborare per salvare il possibile fallimento del campionato, pieno di debiti e in totale crisi di sviluppo. La decisione di investire solo nei settori giovanili e nello scouting e non competere più con le grandi big europee era necessaria per tornare sani e ricominciare a costruire la vecchia scuola olandese.

S’immaginava che i lancieri potessero arrivare fin qui?

No. A dire il vero nessuno si aspettava una prestazione tanto esaltante. Un paio di stagioni fa con il raggiungimento della finale di Europa League da parte dell'Ajax e degli ottavi di finale di Champions League da parte del PSV si era già parlato di miracolo. Quello che sta facendo l'Ajax ora è fuori da ogni portata. Nessuno lo poteva prevedere.
Dopo aver eliminato i campioni in carica e una delle principali favorite, sollevare la coppa dalle grandi orecchie è un obiettivo alla portata di questa squadra?
Oramai tutto è possibile. Se si riesce a battere squadre costruite su incredibili montagne di soldi come Real Madrid e Juventus, penso che raggiungere la finale o addirittura vincerla sia diventato non solo un obiettivo, ma addirittura una meta per la società. Se continuano a giocare in quella maniera e soprattutto a crederci in quella maniera possono farcela.
Oltre ai nomi già noti come De Jong o De Ligt, quali sono i giocatori da tenere sott’occhio?
Tutta la squadra? Van de Beek, Neres, Mazraoui, Ziyech, ma anche in panchina con De Wit, Ekkelenkamp e lo stesso Sinkgraven, che ieri è entrato in campo avendo giocato pochissime partite in campionato, sono elementi da tenere sempre sott'occhio. L'Ajax oltre a sfornare ogni stagione piccoli campioni, compra anche talenti da altre squadre Eredivisie e hanno un settore scouting di circa 70 persone in tutto il mondo. Chi cerca trova, dicono
Quanto c’è di Ten Hag in questa squadra?
Ten Hag viene dalla scuola tedesca (Bayern Monaco), quindi all'inizio si temeva un cambiamento totale nella maniera di giocare della squadra. Ma niente di tutto questo è successo. Ten Hag ha portato solo la mentalità vincente tedesca ed è rimasto a giocare seguendo la scuola olandese. La finta punta Tadic è una sua grande mossa tattica. Ten Hag ha creato una squadra che vuole lottare l'uno per l'altro con continui scambi di posizione e veloci scambi di palla. Una squadra bella da vedere insomma.
Presi uno per uno questi giocatori potrebbero funzionare in un’altra squadra o l’alchimia creata da questo gruppo è qualcosa di unico?
Non lo so. Sinceramente penso che il passo tra un campionato Eredivisie a quello, per esempio, spagnolo sia enorme. Bisognerà aspettare. Molti dicono che questi ragazzi sono pronti. Io credo che questi talenti debbano sempre giocare. Nelle grandi squadre questa sicurezza non te l'ha danno mai a quell’età. Vedremo.
Questa squadra può aprire un ciclo vincente?
Le squadre olandesi sono derubate ogni stagione dei loro migliori giocatori. Questo purtroppo è la dura verità. Un ciclo vincente si può creare solo se riesci a mantenere il gruppo intatto. Difficile sapere se Ajax riesca a rimpiazzare i vari de Ligt e de Jong con altrettanti campioni. Vedremo cosa saprà fare Marc Overmars. Finora ha fatto cose molto buone.
Concludo dicendo “Bedankt!” (“grazie” in olandese, me l’hanno insegnato loro a fine intervista) agli amici di Calcio Olandese per la loro disponibilità (in mezza giornata hanno accettato e concesso l’intervista) e per il tempo che mi hanno dedicato. Spero in futuro di poter fare altre chiacchierate con loro. Chissà, magari per discutere dell’Ajax Campione d’Europa…

Inserisci il tuo indirizzo mail:


Servizio offerto da FeedBurner

3 commenti:

Mattia ha detto...

Complimenti bella intervista!!! Contro il Real Madrid e contro la Juventus l'Ajax ha stupito tutti. A questo punto la finale potrebbe essere alla sua portata (il Tottenham non mi pare un avversario imbattibile) e in finale tutto può succedere...

Theseus ha detto...

Una bella sorpresa solo per chi non l'aveva notato. Già due anni fa in finale di Europa League questo Ajax non mi era dispiaciuto. Peccato che presto partiranno gli assalti delle big europee e questa squadra verrà smantellata.

Theseus ha detto...

Chissà, però, che nel frattempo non faccia in tempo a vincere la Champions League quest'anno.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails