ARTICOLI RECENTI

mercoledì 30 gennaio 2019

QUAGLIARELLA NELLA STORIA: EGUAGLIA BATISTUTA (ma non sono tutti d’accordo)

 CLASSE A – Analisi e commenti sul Campionato Italiano 
A segno per undici gare consecutive. Fabio Quagliarella va a segno anche contro l'Udinese (doppietta su calcio di rigore) ed entra nella storia eguagliando Gabriel Omar Batistuta come record di gol segnati consecutivamente in Serie A. Lui e Batigol sono riusciti a segnare per 11 partite di fila, un record che ha resistito a 24 anni di grandi cannonieri come Sheva, Del Piero, Totti, Inzaghi, Vieri, Ibrahimovic, Di Natale, Higuain e tanti altri.
Quagliarella ci è riuscito a 35 anni, mentre Batistuta ne aveva 25: è la stagione 1994/95, il "Re Leone" segna consecutivamente dalla prima all'undicesima giornata (13 reti), interrompendo la sua cavalcata contro la Juventus il 4 dicembre del 1994. Da quel giorno nessuno è riuscito ad imitarlo, finché non è arrivato Quagliarella, che ora potrà addirittura battere il suo record al San Paolo contro il Napoli, nella prossima giornata. L'attaccante della Sampdoria (16 reti in Serie A, due in più di Zapata e Cristiano Ronaldo) ha iniziato la sua serie il 28 ottobre 2018 contro il Milan. Poi Torino, Genoa, Bologna (doppietta), Lazio, Parma, Empoli, Chievo, Juventus, Fiorentina (altra doppietta) e infine Udinese.
Ma non tutti sono d’accordo sul fatto che il bomber blucerchiato abbia eguagliato l’ex attaccante della Fiorentina. Infatti alcuni siti dei tifosi viola contestano questo record.
Il sito Fiorentina.it sottolinea che “Gabriel Omar Batistuta ha segnato per 11 gare consecutive con la maglia della Fiorentina, dalla prima giornata all’undicesima giornata del campionato 94/95. Volendo essere precisi, dunque, con oggi Quagliarella ha segnato per la sua 9ª gara consecutiva, pertanto gli mancano ancora due partite per eguagliare il Re Leone.”
Mentre Violanews fa notare che “Batistuta, infatti, è andato in rete per 13 gare consecutive in Serie A, avendo segnato negli ultimi 2 turni del campionato 1992-93 e nei primi 11 del torneo 1994-95 (dopo avere disputato il campionato di Serie B fra le 2 stagioni). Alla luce di questa specifica, considerato che la matematica non è un’opinione, possiamo ritenere, quindi, eguagliato da Quagliarella il record di gare consecutive in rete all’interno dello stesso campionato (cioé 11), ma non quello assoluto di gare consecutive in Serie A (13).
Insomma, seppur con motivazioni diverse, per entrambi i siti a Fabio Quagliarella mancherebbero ancora due partite per eguagliare Gabriel Batistuta.
Ma aldilà dei numeri e delle statistiche, rimane il fatto che questo giocatore, alla veneranda età di 35 anni, segna ancora tantissimo e che abbia superato nella classifica marcatori il tanto osannato Cristiano Ronaldo e l’altrettanto decantato Piatek.
Del resto stiamo parlando di un giocatore che i gol li ha sempre fatti (e spesso anche di spettacolari), anche se nelle ultime due stagioni ha ritrovato una seconda giovinezza segnando come non aveva mai fatto finora (già 35 gol tra la scorsa stagione e questa). E a quanto pare non ha nessuna intenzione di fermarsi…
 Mattia 

PS: a margine dell’articolo di Mattia, vorrei sottolineare la grande sportività del Genoa che ha fatto i complimenti a Quagliarella con questo tweet…

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nuovi contenuti?
Inserisci il tuo indirizzo mail:


Servizio offerto da FeedBurner

2 commenti:

Stefano ha detto...

Giocatore fantastico. È come il vino che invecchiando migliora. Se la Sampdoria riuscirà a centrare la qualificazione alle coppe europee i tifosi blucerchiati dovranno fargli una statua.

Salvatore ha detto...

I record lasciano il tempo che trovano. Quagliarella resterà nella storia per i gol e perché a 35 anni sembra ancora un ragazzino.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails