ARTICOLI RECENTI

mercoledì 27 giugno 2018

CLAMOROSA GERMANIA: I CAMPIONI IN CARICA SONO FUORI !!!

Mondiali di Calcio “Russia 2018” – Girone F
COREA DEL SUD-GERMANIA 2-0
92’ Kim – 96’ Son

COREA DEL SUD (4-4-2): Jo; Lee Yong., Yun, Hong, Kim Y.; Lee Jae, Moon (24' Ju), Jang, Koo (11' st Hwang); Jung Woo, Son Heung. A disp.: Kim Jinh, Kim Se, Jung S., Oh, Park, Kim Sh, Lee S., Ki, Kim M., Go. Ct: Shin
GERMANIA (4-2-3-1): Neuer; Kimmich, Sule, Hummels, Hector (33' st Brandt); Khedira (13' st Gomez), Kroos; Goreztka (18' st Muller), Ozil, Reus; Werner. A disp.: Trapp, Ter Stegen, Plattenhardt, Ginter, Rudiger, Rudy, Boateng, Draxler, Gungogan. Ct: Loew
Arbitro: Geiger (Usa)

Clamoroso: i campioni del mondo vanno a casa. Per la prima volta nella loro storia, eliminati al primo turno dei Mondiali. Dal miracolo di Kroos contro gli svedesi a questo zero di confusione e di vergogna contro i coreani, palloni stregati, ma soprattutto una squadra che non ha saputo, lungo tutto il torneo, essere se stessa. Battuta 2-0 con due reti dopo il 90' di Kim e Son.
La Germania parte ovviamente in attacco ma incide poco. Nel primo tempo i verdi si vedono spesso sulla trequarti ma i brividi sono appena due: un passaggio sbagliato da Goretzka verso Werner, libero al centro, e un dribbling in area di Hummels (!) con tiro ribattuto da Jo. Non solo, la Corea rischia di segnare quando Neuer non trattiene una punizione forte di Jung. La svolta arriva a inizio secondo tempo: Goretzka e Werner vanno vicini al gol e soprattutto a Ekaterinburg segna la Svezia. E la Germania capisce di dover segnare.

La Germania prova ad attaccare con calma ma fatica ad arrivare in area e, quando arriva, combina poco. La Germania ha tre grandi occasioni. Un tiro di Reus (fuori di nulla), un colpo di spalla (più che di testa) di Hummels e un destro da fuori di Kroos.
Il finale è un pazzesco via vai in cui accade di tutto. Gol coreano di Kim in pieno recupero prima annullato e poi concesso dopo aver scrutato il Var. E infine il raddoppio di Son in contropiede e senza più Neuer fra i pali. Per chiudere con una sconfitta che ha dell'incredibile e un successo coreano che è una pazzia, una delle splendide pazzie che il calcio sa regalare.
La Germania ha la sua Corea. Kazan così per i tedeschi diventa una città maledetta, quella dell’eliminazione da campioni in carica, come l’Italia e la Spagna nel 2010 e nel 2014. C’è di più: la Germania non era mai stata eliminata nella prima fase di un Mondiale e dal 1982 era sempre arrivata ai quarti di finale. Questa edizione però è sembrata maledetta da subito: mai un momento di tranquillità. La sconfitta contro il Messico all’esordio. La partita con la Svezia, cominciata male (gol di Toivonen) e risolta solo al 95’ con la punizione di Kroos. Ora questa sconfitta clamorosa.

Mondiali di Calcio “Russia 2018” – Girone F
MESSICO-SVEZIA 0-3
50’ Augustinsson – 62’ Granqvist (rig.) – 74’ Alvarez (aut.)

MESSICO (4-2-3-1): Ochoa; Alvarez, Salcedo, Moreno, Gallardo (20’ st Fabian); Herrera, Guardado (30’ st Je. Corona); Layun (45’ st Peralta), Carlos Vela, Lozano; Hernandez.
A disposizione: Jo. Corona, Talavera, Ayala, Gutierrez, J. Dos Santos, Aquino, Marquez, G. Dos Santos, Jimenez. Allenatore: Osorio .
SVEZIA (4-4-2): Olsen; Lustig, Granqvist, Lindelof, Augustinsson; Claesson, Larsson (12’ st Svensson), Ekdal (35’ st Hiljemark), Forsberg; Berg (22’ st Thelin), Toivonen.
A disposizione: Johnsson, Nordfeldt, Krafth, Jansson, Olsson, Helander, Durmaz, Rohden, Guidetti. Allenatore: Andersson.
Arbitro: Pitana (Argentina)

Nell’ultima giornata del girone F il Messico cade, alla Ekaterinburg Arena, sotto i colpi della Svezia (3-0). Apre le danze la rete di Augustinsson al 50’, raddoppia su rigore Granqvist al 62’, chiude i conti l’autorete di Alvarez al 74’. Gli scandinavi volano agli ottavi come prima forza del raggruppamento, mentre il Messico passa il turno al secondo posto grazie alla vittoria della Corea del Sud sulla Germania. Questa Svezia non era poi così male, due vittorie e una sconfitta immeritata, ottavi giusti. Ottenuti dopo il 3-0 sul Messico.
C'è tanta Svezia nel primo tempo di Ekaterinburg. Ochoa è subito protagonista. Anche i nordamericani vanno vicini al gol con Vela ma la partita la fa la squadra di Andersson. Nella ripresa è Augustinsson a spezzare l'equilibrio del match col gol che manda in estasi il popolo gialloblù a Ekaterinburg. Si deprimono invece i messicani quando Moreno abbatte Berg in area: rigore che il solito Granqvist non sbaglia. Nel finale arriva poi il crollo dei nordamericani con l'autogol di Alvarez per il 3-0 finale: gli svedesi festeggiano, i tifosi messicani si tuffano sui telefonini per avere notizie fresche da Kazan. Il gol della Germania non arriva (anzi, ne arrivano due sudcoreani) e anche il Tri può iniziare a festeggiare insieme agli svedesi.

BREAKING NEWS MONDIALE
Jesus Gallardo entra nella storia del Mondiali. Il 23enne messicano ha ricevuto un cartellino giallo dopo appena 12 secondi nel match contro la Svezia, stabilendo un nuovo record in negativo. Il centrocampista del Pumas è stato sanzionato dall'arbitro argentino Pitana per aver saltato con il braccio troppo largo a centrocampo sull'attaccante svedese Toivonen. Il precedente primato apparteneva al russo Gorlukovich, ammonito dopo 54" nel 1994.

CLASSIFICA FINALE GIRONE F: SVEZIA 6 MESSICO 6 Corea del Sud 3 Germania 3

 Se ti è piaciuto l’articolo ISCRIVITI AI FEED per rimanere sempre aggiornato sui nuovi   contenuti !!! 

3 commenti:

Theseus ha detto...

Eliminazione tanto clamorosa quanto meritata. Non si può andare in difficoltà e perdere contro la Corea del Sud.

Michele ha detto...

Eliminazione ancora più clamorosa se pensiamo che la Germania non ha una rosa malvagia. Anzi tutt'altro.

Entius ha detto...

La rosa non conta. Conta come giochi e la Germania in questo Mondiale non ha entusiasmato.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

AVVISO

Questo è un BLOG NERAZZURRO pertanto rivolto soprattutto ai tifosi dell’Inter. Mi piacerebbe però che diventasse UN BLOG PER TUTTI. Dove gli interisti si sentano a casa ma dove tutti gli altri non si sentano estranei. Un blog rivolto a tutti gli appassionati di calcio non solo a quelli con cui condivido l’amore per i colori nerazzurri. Pertanto tutti i tifosi sono ben accetti a patto che mantengano un comportamento sportivo e civile. Potete scherzare, prendere in giro, fare sfottò purché non si superino i limiti dell’educazione e del rispetto. Questo vale per tutti, interisti e non. Grazie!!!