GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 2 febbraio 2017

FAVOLA CARLETTI: DALLA TERZA CATEGORIA ALLA SERIE B

 LATO BAppunti sulla Serie Cadetta 
Dalla Terza categoria alla Serie B in meno di un anno: no, non è uno scherzo, è quello che è capitato a Cristian Carletti, attaccante appena arrivato al Carpi, alla corte di Castori, nell'ultimo giorno nelle compravendite del mercato invernale.
Il neo attaccante emiliano infatti fino al marzo scorso lavorava e giocava con gli amici, allenandosi di sera per la partita della domenica. Adesso è un calciatore professionista, e da oggi a giugno lotterà per raggiungere la promozione in Serie A: tutto ciò in un tempo effettivo di dieci mesi, una scalata da record, dall'ultima serie dei campionati della Figc fino alla seconda, con un passaggio dalla Serie D.
La storia del pallone è piena di casi di giocatori emersi dopo inizi nelle categorie minori: Torricelli, Toni, Grosso, Liverani, giusto per citarne solo alcuni italiani di epoca recente. Quella di Carletti, però, pare davvero una favola: perché ormai 13 mesi fa, si era stancato di continuare ad inseguire un sogno che sembrava sempre più irraggiungibile.


Nonostante una media di oltre 20 gol a stagione nelle giovanili della Cremonese, per lui l'occasione di cimentarsi in prima squadra o quella di provare un'esperienza in prestito tra i grandi non arrivava mai.
Così, Carletti si arrende: chiede e ottiene la rescissione al club, si mette a lavorare e gioca con gli amici nell'Ariete, formazione iscritta alla Terza categoria lombarda. Dopo 18 gol in 27 partite, a marzo dello scorso anno lo nota la Pergolettese, in serie D. Con un pò di scetticismo scala le gerarchie: da marzo a giugno 2016 non viene tesserato, ma in estate si sceglie di inserirlo in organico come alternativa ai titolari. Ma la panchina gli sta stretta, l'allenatore se ne accorge e approfittando del suo status di "under al limite" (in D devono sempre giocare un '96, due '97 ed un '98) inizia a schierarlo con continuità. Sette reti in mezza stagione gli valgono la chiamata del Carpi e diventa uno degli ultimi rinforzi di gennaio della formazione emiliana.
Dalla Terza categoria alla lotta per la promozione in A in 10 mesi. Otto categorie del calcio italiano scalate in soli dieci mesi: se non è un record, poco ci manca. Ora inizia una nuova avventura e il bomber è pronto per scalare le più alte vette.

2 commenti:

Pakos ha detto...

Uno che segna 20 gol a stagione e non viene preso proprio in considerazione è tutto dire. Secondo me può potenzialmente fare bene nella serie cadetta. Vedremo.

Nicola ha detto...

Magari se non è stato acquistato da nessuno vuol dire che non sia proprio così forte come pare...
E' vero ha aveva una media di 20 gol a stagione, ma nelle giovanili. Quanti giovani promesse sembravano fenomeni e poi sono finite nel dimenticatoio?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails