GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 23 gennaio 2016

TRE PUNTI OBBLIGATORI (se non vinciamo in casa col Carpi...)

Archiviati i quarti di finale di Coppa Italia (non so se ve ne siete accorti, distratti come eravate dalla vicenda Mancini-Sarri, ma l’Inter ha vinto a Napoli dopo 19 anni approdando in semifinale dove troverà la Juventus) e chiusa la diatriba Sarri-Mancini (come al solito la montagna ha partorito il topolino, il tecnico napoletano è stato squalificato per due giornate da scontare in Coppa Italia), possiamo tornare a dedicarci al turno di campionato.
La vittoria in Coppa Italia dovrebbe aver dato nuovo slancio alla formazione di Roberto Mancini, reduce da un periodo non troppo prospero (e dopo che uno ti ha scritto “periodo non troppo prospero”…) in cui ha rimediato quattro punti in quattro gare e soprattutto due sconfitte consecutive in casa. Soprattutto l’ultimo dato non fa certo dormire sonni tranquilli al popolo nerazzurro visto che domani affronteremo il Carpi in casa.

Carpi che è reduce da due vittorie consecutive, non perde da tre turni, ha perso una sola volta nelle ultime tre trasferte e l’ultima volta che ha giocato fuori casa ha fatto 0-0 a Roma contro la Lazio. Insomma un quadro non certo positivo.

E allora che facciamo? Ci fasciamo la testa prima di rompercela? Diamo per scontato che la perderemo ancora prima di giocarla? No, certo che no. Ci mancherebbe.
Anche perché di fronte avremo il Carpi mica la Juventus o il Napoli. La formazione emiliana non è da sottovalutare (nessuna avversaria è da sottovalutare), ma è pur sempre il Carpi e noi siamo pur sempre l’Inter.
Mancini ritrova Felipe Melo ma in vista del derby di settimana prossima deve fare i conti con le diffide. Lo stesso Felipe Melo, Kondogbia, Medel e Miranda sono infatti a rischio squalifica. Realistico dunque pensare che il Mancio attuerà un po’ di turnover facendo riposare i quattro diffidati o al massimo schierando solo il rientrante Melo. Ipotizzare la formazione che manderà in campo il tecnico jesino è compito arduo, ma ci proviamo. Handanovic in porta, D’Ambrosio e Telles esterni di difesa con Juan Jesus che affiancherà Murillo in mezzo, a centrocampo Felipe Melo e Brozovic e dietro l’unica punta Icardi il trio Biabiany-Jovetic-Ljajic con Perisic che potrebbe spedire in panchina uno dei tre.
Ovviamente non ci sono precedenti a parte la sfida dell’andata che Jovetic risolse con una doppietta regalando all’Inter tre punti (sofferti, visto che il gol decisivo arrivò ad un minuto dal novantesimo).
Dovessi fare un azzardo direi che l’Inter non dovrebbe avere problemi a portare a casa il risultato. Se non riusciamo a vincere in casa col Carpi, come possiamo pretendere di poter lottare per un posto in Champions League? No, col Carpi bisogna portarla a casa, se necessario anche con un gol al novantesimo come un girone fa, l’importante è che domani pomeriggio l’Inter abbia in saccoccia i tre punti. Concordate? FORZA INTER !!!


2 commenti:

Winnie ha detto...

Se stato tristemente profetico. Non siamo riusciti a battere il Carpi e il girone di ritorno si prospetta tutt'altro che roseo.

Entius ha detto...

Profetico? No, conosco i miei polli...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails