GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 20 marzo 2015

TU CHIAMALA SE VUOI… FORTUNA (la Juve e la strada spianata verso la finale)

 CHAMPIONS LEAGUE - QUARTI DI FINALE 
Juventus (Italia) – Monaco (Francia) (andata 14 aprile – ritorno 22 aprile)
Porto (Portogallo) - Bayern Monaco (Germania) (andata 15 aprile – ritorno 21 aprile)
Psg (Francia) – Barcellona (Spagna) (andata 15 aprile – ritorno 21 aprile)
Atletico Madrid (Spagna) - Real Madrid (Spagna) (andata 14 aprile – ritorno 22 aprile)

Se la Juventus non vince la Champions League stavolta non la vincerà più. Questa la mia sensazione dopo aver visto i sorteggi dei quarti della massima competizione continentale.
I bianconeri infatti, dopo aver agevolmente eliminato un Borussia Dortmund distante anni luce dalla formazione che due stagioni arrivò fino alla finale, pescano come meglio non potevano, visto che gli toccherà affrontare la meno forte del lotto delle pretendenti al titolo, ovvero il Monaco.

Qualcuno sostiene che a questo punto della competizione tutte le avversarie sono uguali e che se sono entrate nelle migliori otto vuol dire che possono creare parecchie insidie. Ma, a mio avviso, non è proprio così. Se vorrete farmi credere che affrontare il Monaco o il Porto sarebbe uguale a vedersela con Barcellona o Bayern, siete completamente fuori strada.
Mi pare evidente che il sorteggio di Nyon ha sorriso alla squadra di Allegri e che le sfida tra Psg e Barcellona e il derby madrileno toglieranno altre due serie pretendenti al titolo (non scordiamoci che negli ottavi hanno salutato la compagnia il Chelsea e il Manchester City). In fondo, come faceva notare qualcuno, per vincere la Champions c’è bisogno anche di queste coincidenze più o meno fortuite.

La strada bianconera verso Berlino e verso la conquista della Champions mi pare più che spianata. Superare il Monaco sarà una pura formalità e con un po’ di fortuna superare la semifinale potrebbe rivelarsi meno arduo di quanto si pensi. E una volta che arrivi in finale tutto può accadere.
Ecco perché credo che i bianconeri abbiano un’occasione ghiotta per portare a casa la coppa dalle grandi orecchie. E se la sprecano, chissà quando gli ricapiterà un’occasione del genere.

 EUROPA LEAGUE – QUARTI DI FINALE 
Siviglia (Spagna) - Zenit San Pietroburgo (Russia) (andata 16 aprile - ritorno 23 aprile)
Dnipro (Ucraina) – Bruges (Belgio) (andata 16 aprile - ritorno 23 aprile)
Dinamo Kiev (Ucraina) - Fiorentina (Italia) (andata 16 aprile - ritorno 23 aprile)
Wolfsburg (Germania) – Napoli (Italia) (andata 16 aprile - ritorno 23 aprile)

L’urna di Nyon sorride a metà alle ultime due italiane rimaste in lizza per l’Europa League. Napoli e Fiorentina evitano il derby, ma mentre i viola pescano un avversario abbastanza abbordabile come la Dinamo Kiev, al Napoli capita il Wolfsburg che ha appena eliminato l’Inter.
Un sorteggio non certo agevole per i partenopei visto che i tedeschi sono tra i favoriti per la vittoria finale. Ma nella doppia sfida contro l’Inter abbiamo visto che la formazione dei Lupi è tutt’altro che imbattibile e che ha nella difesa il proprio tallone d’Achille. Higuain e compagni potrebbero anche riuscire nell’impresa di mandarli a casa.
E’ stata più fortunata la Fiorentina. Pur essendo una formazione da prendere con le molle, la Dinamo Kiev è sicuramente un avversario alla portata dei viola. Anche perché la Fiorentina attuale può davvero giocarsela alla pari con tutti.
Negli altri due incontri il Siviglia se la vedrà con lo Zenit, in una gara apertissima (nonostante i russi abbiano diversi squalificati sul groppone e gli spagnoli sono nel loro naturale elemento, da campioni in carica dell'Europa League).
Senza favoriti anche Dnipro-Bruges, ovvero le sorprese della competizione: i primi si sono fatti un nome nell'ultimo triennio di Europa League, i secondi sono riusciti ad espugnare una delle città più difficili del calcio europeo, Istanbul, dimostrando di poter sfidare chiunque.
Insomma la competizione entra nel vivo ed è bello vedere che finalmente quest’anno ci sono anche le formazioni italiane a giocarsela fino in fondo. Con la speranza che almeno una tra Fiorentina e Napoli arrivi fino a Varsavia.

5 commenti:

Alex ha detto...

Nessuno mette in dubbio che sia meglio affrontare il Monaco che il Barcellona. Ma credo i francesi non vadano sottovalutati, hanno un buon collettivo e agli ottavi hanno eliminato l'Arsenal che non è proprio una squadretta.

Nerazzurro ha detto...

Andreotti, non un pirla qualunque, diceva "a pensar male si fa peccato, ma quasi sempre ci si azzecca". Ora, non vorrei passare per il solito rosicone nerazzurro ma considerando che Platini è Presidente Uefa...
A buon intenditor...

Carlo Sandri ha detto...

E' stato un sorteggio indubbiamente molto fortunato! Certo ora bisogna guadagnarsi il passaggio del turno e non perdersi in un bicchier d'acqua (gli ultimi "giustizieri europei" della Juve, cioè Galatasaray e Benfica, non è che fossero più forti del Monaco).
Per quanto riguarda la strada spianata verso la vittoria ci andrei pianino :D : anche in caso di raggiungimento della semifinale, lì rimarranno solo i super-squadroni, e la possibilità che la Juve ne superi due mi sembra bassissima. Certo che già essere ai quarti è una gran cosa di questi tempi.

Entius ha detto...

La mia sensazione è che per il momento sta girando tutto abbastanza bene per la Juventus. Il Dortmund agli ottavi, il Monaco ai quarti. A me sembra di vedere quelle situazioni in cui tutto gira per il verso giusto.

Gaetano ha detto...

Caro Entius, capisco mettere le mani avanti, ma non esageriamo.
Aver pescato bene (almeno sulla carta) ai quarti non autorizza a dire che la strada è spianata. Se la Juve arrivasse in semifinale si troverebbe tra le 3 superpotenze (Atletico permettendo) e non credo che gli astri possano farci qualcosa.
Io ho una teoria per quanto mi riguarda, una teoria che potrebbe far ridere come ridere fa la teoria di nerazzurro che tira in ballo Platini per giustificare un eventuale quanto assai improbabile successo Juve. Questa Coppa per la Juve è una Coppa maledetta e lo è diventata dopo quei tragici fatti dell'Heysel. Se non siamo riusciti a vincerla con Zidane, Nedved, Del Piero & C. giocando da favoriti quasi tutte le finali, un motivo forse c'è e va ricercato nella maledizione che i parenti e gli amici delle vittime hanno scagliato contro questa coppa che ha privato loro degli affetti piu cari.
Io penso solo che il Monaco ha eliminato il forte Arsenal giocando un'andata favolosa e se arrivi ai quarti con la miglior difesa non credo che si parli proprio di una squadretta. Certo nulla a che vedere con Real, barca e compagnia ma in fondo giocare senza pressione e senza aver nulla da perdere puo essere un grosso vantaggio per loro.
Saluti

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails