GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 5 gennaio 2015

Palla al Centro. JUVENTUS-INTER NELLA CALZA DELLA BEFANA

 PALLA AL CENTRO – Discussioni e commenti aspettando il fischio d’inizio 
Epifania in campo per la Serie A con Lazio e Sampdoria che aprono il 2015 di Serie A e la super sfida Juventus-Inter a chiudere la giornata.

 per seguire Tutti i risultati in TEMPO REALE 

SERIE A (Italia) – 17^ Giornata 
Lunedì 5 Gennaio ore 20.45
LAZIO-SAMPDORIA
Sarà lo spareggio europeo tra due delle terze forze della stagione a dare il via al campionato nell’anno solare 2015. Il bilancio è di 28 vittorie della Lazio (che hanno trionfato in 11 delle ultime 15 sfide, comprese le ultime tre), 13 pareggi (l’ultimo risale al 18 ottobre 2009, 1-1) 9 vittorie degli ospiti (l’ultima il 2-1 del23 gennaio 2005). Sarà una sfida amarcord per Sinisa Mihajlovic, protagonista in maglia biancoceleste per cinque stagioni e spesso vicino a sedersi sulla panchina laziale.

Martedì 6 Gennaio ore 12.30
UDINESE-ROMA
Bilancio equilibratissimo per le sfide dirette giocate al Friuli, sebbene i bianconeri abbiano subito il sorpasso dei giallorossi in termini di vittorie grazie all’ultimo dei due gol segnati da Michael Bradley con la maglia romanista. 14 vittorie dell’Udinese (l’ultima il 2-0 del 25 novembre 2011), 11 pareggi e, appunto, 15 vittorie della Roma. Equilibrio anche negli ultimi sette incontri: un pareggio e tre vittorie a testa.

Martedì 6 Gennaio ore 15
CHIEVO-TORINO
Il bilancio è di 5 vittorie clivensi, 2 pareggi e 3 vittorie granata. L’autorete di Sardo che siglò lo 0-1 dello scorso 4 maggio ha permesso ai granata di interrompere un lunghissimo digiuno di reti su azione nel Bentegodi clivense in Serie A. Digiuno apertosi addirittura al 39’ della partita persa 3-2 il 2 marzo 2003, quando ad andare a segno fu Massimo Donati. In mezzo, il 3-0 del 24 febbraio 2007, ultima vittoria del Chievo (che costò il posto all’allora allenatore del Toro Alberto Zaccheroni), e due reti su rigore, di Rolando Bianchi ed Alessio Cerci, valsi altrettanti 1-1 il 24 settembre 2008 e il 12 maggio 2013.
EMPOLI-VERONA
La sfida si ripropone in Serie A dopo ben 26 anni di assenza: il 1° maggio 1988 finì 1-0 per i toscani con rete su rigore nel finale di Incocciati. Il bilancio: 5 vittorie Empoli, 1 pareggio, 2 vittorie Verona.
I ricordi più dolci per i tifosi gialloblù sono quelli che riguardano la stagione 2012-2013 in Serie B: lo 0-0 datato 18 maggio 2013, sancì il ritorno in A del Verona dopo 12 anni di attesa.
GENOA-ATALANTA
L’Atalanta ha vinto solo tre volte al Ferraris nelle ultime 15 partite (l’ultima volta in cui è uscito il segno 2 in Serie A, 3 novembre 1991, 2-0 con le firme sudamericane di Bianchezi e Claudio Caniggia). Il Genoa però non vince dal 2-0 del 23 gennaio 2010, con reti di Rodrigo Palacio e Hernan Crespo, all’ultimo dei suoi 5 gol della fugace esperienza rossoblù). Il bilancio parla di 21 vittorie rossoblu, 6 vittorie bergamasche e 12 pareggi (quattro nelle ultime cinque sfide).
MILAN-SASSUOLO
L’unico precedente nell’ultima giornata della scorsa stagione con i rossoneri vittoriosi per 2-1. Le due sfide ufficiali contro il Sassuolo hanno segnato il congedo degli ultimi due allenatori rossoneri, Max Allegri, esautorato dopo la rimonta da 0-2 a 4-3 subita il 12 gennaio scorso, ma anche Clarence Seedorf, che guidò la squadra al 2-1 il 18 maggio successivo.
PALERMO-CAGLIARI
Derby isolano delicatissimo per i rossoblù, nella partita del debutto di Gianfranco Zola come allenatore di Serie A. Il bilancio è di 10 vittorie dei padroni di casa, 13 pareggi e 3 vittorie isolane con appena una affermazione nelle ultime undici partite, il 3-1 del 7 aprile 2007, deciso da una doppietta di David Suazo. L’unica precedente affermazione in massima serie da parte degli ospiti era l’1-0 firmato Gigi Riva l’11 febbraio ’73.
PARMA-FIORENTINA
Quasi equilibrio nel bilancio delle sfide. Sei vittorie ducali, 5 affermazioni viola e 11 pareggi. Curioso sottolineare come i tre ultimi segni X si siano concretizzati nei minuti finali: dal 2-2 firmato su rigore da Seba Giovinco il 7 marzo 2012, a quello dello scorso 24 febbraio con rete nel finale di Mati Fernandez. Consecutivi i risultati delle ultime due vittorie, segnate curiosamente da ex veri o “futuri”: il 2-1 ospite del 13 gennaio 2008 arrivò infatti su doppietta di Adrian Mutu, protagonista in Emilia con 18 gol nel 2002-2003, mentre l’anno prima, il 19 aprile 2007, una doppietta di Pepito Rossi, l’unica con la maglia del Parma in Serie A, “fece piangere” la squadra allenata da Cesare Prandelli.

Martedì 6 Gennaio ore 18
CESENA-NAPOLI
Il Napoli non ha mai perso a Cesena. Sette vittorie e otto pareggi il bilancio. L’ultimo risultato positivo dei padroni di casa è il prestigioso 0-0 del 30 dicembre 1990, ottenuto contro i Campioni d’Italia in carica. L’ultimo confronto finì 3-1 per i partenopei, con i romagnoli che segnarono in A contro il Napoli dopo 20 anni (l’ultima volta il 25 ottobre 1981).

Martedì 6 Gennaio ore 21
JUVENTUS-INTER
Bianconeri e nerazzurri si affrontano per l’83^ volta nel campionato a girone unico. Bilancio: 56 vittorie bianconere (compreso l’ultimo confronto, 3-1 il 2 febbraio 2014), 14 pareggi (l’ultimo il 18 aprile 2009, al gol iniziale di Balotelli rispose il pareggio beffa di Grygera a tempo scaduto) e 11 vittorie nerazzurre (l’ultima il 3 novembre 2012, 3-1 con gol iniziale di Vidal in fuorigioco e poi doppietta di Milito e gol di Palacio). Bianconeri imbattuti nei confronti casalinghi contro l'Inter a gennaio: un pareggio e cinque vittorie, compresa quella in data 6 gennaio, proprio 40 anni fa (2-0 firmato Altafini e Cuccureddu). Appena tre i successi ospiti nelle ultime dieci partite, ma spicca lo storico 3-1 che il 3 novembre 2011 inflisse ai bianconeri la prima delle due sconfitte subite allo Stadium, in 64 partite di campionato.

 

 CLASSIFICA 

Juventus
39
 INTER
21
 Roma
36
 Sassuolo
20
 Lazio
27
 Verona
17
 Napoli
27
 Empoli
17
 Sampdoria
27
 Torino
17
 Genoa
26
 Chievo
16
 Milan
25
 Atalanta
15
 Fiorentina
24
 Cagliari
12
 Palermo
22
 Cesena
9
 Udinese
22
 Parma
7

3 commenti:

BlackWhite ha detto...

Gol irregolare della Roma e rigore negato all'Udinese. Il nuovo anno é iniziato bene...

Anonimo Romanista ha detto...

Il gol a me sembra valido. Il pallone ha superato la linea di porta.
Sul fallo di Emanuelson... mi avvalgo della facoltà di non rispondere ;-)
E comunque un juventino che si lamenta degli arbitri non è credibile.

Alex ha detto...

Le tante lamentele di Garcia iniziano a dare i loro frutti. Nel calcio italiano lamentarsi è una componente fondamentale per vincere.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails