GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 23 marzo 2014

TERZA VITTORIA CONSECUTIVA. L’INTER CI RIPROVA

Su mia richiesta gli amici di Atalantini.com mi hanno gentilmente inviato un loro contributo sul pre-partita della sfida.
QUI INTER - Ritenta sarai più fortunato. Chi non ha mai trovato questa frase sotto qualche etichetta che preannunciava una possibile vincita. Ritenta. E l’Inter domani pomeriggio ritenterà nuovamente a vincere la terza gara consecutiva. Dopo averci provato più volte in questa stagione (se non ho fatto male i conti credo che ci sia sfuggita in almeno quattro occasioni), i nerazzurri ci riprovano nella speranza che questa volta sia quella buona.
L’avversario di turno è l’Atalanta. L’ultimo confronto con i nerazzurri bergamaschi non evoca ricordi piacevoli. Quasi un anno fa l’Inter in piena emergenza infortuni andò sul 3-1 grazie ai gol di Rocchi e Alvarez (doppietta) prima di cadere sotto i colpi dell’arbitro Gervasoni (che si inventò un rigore di sana pianta) e di Denis (autore di una tripletta).
L’Atalanta ha vinto poche volte a San Siro ma ogni volta sono state sconfitte dolorose. Come quella della stagione 2001-2002 quando un’Inter lanciata verso lo scudetto venne fermata 2-1 in casa dagli orobici. Una curiosità, entrambe le sconfitte citate sono arrivate il 7 aprile.

Ma aldilà di questi episodi sfortunati l’Inter ha quasi sempre fatto festa quando ha affrontato l’Atalanta in casa. Il bilancio complessivo infatti parla di ben 36 vittorie (l’ultima nell’anno del Triplete, 3-1 con gol di Milito, Muntari e Chivu a rimontare l’iniziale vantaggio di Tiribocchi) in 52 confronti con le restanti 16 gare equamente suddivise tra pareggi (l’ultimo dei quali il 18 marzo di due anni fa: 0-0) e sconfitte (abbiamo già ricordato le ultime due). Tra i precedenti va ricordato anche un 7-2 nella stagione 1989-90 che si giocò il 25 marzo (e domani è il 23 marzo…).
Domani proveremo nuovamente a portare a casa il bottino pieno. Mazzarri, salvo sorprese, conferma la squadra che una settimana fa ha battuto il Verona. Davanti ad Handanovic giocheranno Campagnaro, Ranocchia (che dopo due mesi di esilio ha riconquistato una maglia da titolare a suon di buone prestazioni) e Rolando. A centrocampo Jonathan e D’Ambrosio saranno gli esterni con Nagatomo che finirà in panchina, mentre in mezzo riconfermati Cambiasso, Guarin e Hernanes. In attacco Palacio e Icardi faranno coppia fissa come ormai succede da qualche gara.
Vincere è fondamentale. Per confermare le buone cose viste nelle ultime gare, per centrare la terza vittoria consecutiva che ci manca da un bel po’, per vendicare la sconfitta di un anno fa (attenzione all’arbitro, Giacomelli, per intenderci, è quello che ci negò un rigore nettissimo su Ranocchia la scorsa stagione col Cagliari a San Siro), per rilanciare le nostre ambizioni di quarto posto (domani c’è Napoli-Fiorentina, se vinciamo recuperiamo sicuramente punti su almeno una delle due squadre che ci precedono).
Insomma domani questi tre punti ci servono come il pane. Portare a casa il bottino pieno non sarà facile ma nessuna partita è facile. Però se giochiamo come abbiamo fatto a Verona e in quasi tutte le ultime uscite possiamo sicuramente centrare l’obiettivo. Sì, possiamo farcela. FORZA INTER !!!

QUI ATALANTAL'Atalanta sta bene, non è mai stata meglio in questa stagione: 3 vittorie di fila non arrivavano da ottobre e per trovare una striscia positiva di 4 partite dobbiamo andare a cercare ancora più indietro. Con la Sampdoria i nerazzurri, oltre ad aver mostrato una condizione fisica ottimale, hanno fornito la prova più convincente della stagione, con un gioco organizzato e a tratti davvero entusiasmante.
Oggi a Milano l'Atalanta si scontrerà con altri nerazzurri e anch’essi sono nel momento migliore della loro stagione: Mazzarri ha finalmente trovato la quadra dei giocatori e dopo un periodo di flessione ha riportato i milanesi nelle zone alte della classifica. Sarà dunque l'Inter ad avere oggi i maggiori stimoli per agguantare una vittoria importante nella corsa ad un posto nelle competizioni europee, ma un'Atalanta ormai virtualmente salva (lo stesso Colantuono, sempre pragmatico, si è pronunciato in tal senso) e libera di giocare serenamente, senza assilli, cercherà di fare risultato in una partita che, nelle ultime stagioni, ha dato sempre soddisfazioni.
Colantuono non ha ancora intenzione di fare esperimenti, vuole raccogliere più punti possibile, e dunque proporrà la migliore squadra a disposizione.
Al posto dello squalificato Benalouane giocherà perciò Raimondi, che tornerà a fare il terzino destro; difficilmente vedremo Nica al suo posto.
Per il resto, sarà confermata in blocco la squadra che ha ben figurato contro la Sampdoria.
L'Atalanta al Meazza si è scontrata con l'Inter per 52 volte. Per 36 volte hanno avuto la meglio i milanesi, mentre le vittorie ospiti e i pareggi arrivano entrambi a 8.
La vittoria orobica ottenuta col maggior scarto di reti risale al '47/'48, quando gli ospiti si imposero 0-3: Mari, Pian (aut.), Fabbri, i marcatori.
La scorsa stagione l'Atalanta ebbe la meglio in una serata rocambolesca. Il 3-4 finale porta la firma di Bonaventura e di uno scatenato Denis, autore di una tripletta.


3 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Se penso alla sfida dello scorso anno ancora mi girano le palle.
Una partita che avevamo in pugno e che grazie all'arbitro cambiò inerzia. Vergognoso!!!
Oggi speriamo di rifarci con gli interessi.

Winnie ha detto...

Riusciranno i nostri eroi a portare a casa la terza vittoria consecutiva? Dai, che stavolta ce la facciamo...

Tifosi_si_nasce ha detto...

1-1 per il momento...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails