GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 13 febbraio 2014

NAPOLI-FIORENTINA: ECCO LA FINALE (inedita) DI COPPA ITALIA

Saranno Napoli e Fiorentina a contendersi la Coppa Italia 2014, la sessantasettesima della storia. L’atto finale, salvo cambiamenti, andrà in scena sabato 3 maggio a Roma. Rimane comunque in dubbio la data (l’alternativa è mercoledì 7) e molto dipenderà anche dal cammino di Napoli e Fiorentina in Europa League (il primo maggio c’è la semifinale del torneo europeo).
Il cammino del Napoli nell’edizione 2013-2014 è iniziato con il 3-1 sull’Atalanta negli ottavi, ai quarti è servito un gol di Higuain per sbarazzarsi della Lazio mentre in semifinale ha superato, non senza qualche difficoltà la Roma. Sconfitti 3-2 all’Olimpico, i partenopei sono stati bravi a ribaltare il risultato con un perentorio 3-0.
La Fiorentina invece negli ottavi ha incrociato il Chievo battendolo con un secco 2-0. Derby toscano ai quarti contro il Siena, battuto 2-1. In semifinale i viola hanno trovato l’Udinese giustiziere delle milanesi (Inter battuta 1-0 agli ottavi mentre nei quarti ha vinto 2-1 contro il Milan).

In Friuli hanno avuto la meglio i ragazzi di Guidolin per 2-1, ma al ritorno un gol per tempo di Pasqual e Cuadrado hanno permesso alla squadra di Montella di approdare in finale dopo 13 anni (nella stagione 2000-2001 i viola ebbero la meglio sul Parma) e spezzato il sogno dell’Udinese che sperava di conquistare una storica finale dopo 92 (!!!) anni. Infatti per ritrovare l’Udinese finalista nella coppa nazionale bisogna risalire fino alla prima edizione nel 1922, quando i friuliani si arresero solo nei tempi supplementari al Vado.

Sfida inedita tra le due formazioni per quanto riguarda la finale del trofeo nazionale. Il Napoli, vincitore due stagioni fa contro la Juventus, cercherà la sua Coppa Italia numero 5 che le permetterebbe di agganciare nell’albo d’oro Milan e Torino, mentre la Fiorentina è a caccia del settimo successo per affiancare l’Inter (la classifica delle plurivincitrici è sempre guidata da Roma e Juventus a quota 9). I partenopei inoltre possono contare anche 4 finali perse (l’ultima delle quali nella stagione 1996-97, battuti dal sorprendente Vicenza targato Guidolin), mentre i viola si sono dovuti arrendere all’atto finale in 3 occasioni (l’ultima delle quali nel 1998-99, avversario nuovamente il Parma).
Il fatto che con ogni probabilità Napoli e Fiorentina centreranno la qualificazione alle coppe europee già attraverso il campionato, la Coppa Italia non consegnerà a nessuno il pass per l'Europa League, che andrà invece alla sesta classificata in campionato (un po’ come avvenne due stagioni fa con Napoli e Juventus, entrambe finaliste e già qualificate alla Champions League, che liberarono un posto a favore dell’Inter giunta sesta).
Non rimane che aspettare quasi tre mesi per vedere chi tra Napoli e Fiorentina riuscirà a conquistare la coppa nazionale e succederà alla Lazio nell’albo d’oro.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Salvatore ha detto...

La Coppa Italia rimane una competizione di Serie B. Partite tutte concentrate in un mese e mezzo, finale spostata in base alle esigenze di altre competizioni. Poi non lamentiamoci se le squadre snobbano la competizione...

Stefano ha detto...

Come non essere daccordo con Salvatore? I tentativi di rilanciarla risulteranno vana finché non verrà presa con la giusta serietà da parte di tutti, ad iniziare dalla Figc.
Per il resto non mi pare di aver visto delle brutte partite. Le semifinali sono state quattro partite davvero belle da vedere. E mi auguro che anche per la finale sarà così.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails