GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 15 febbraio 2014

ENNESIMA DEBACLE O DEFINITIVO RILANCIO?

Belfodil, Kovacic e Icardi me li sono trovati, ma non è questo il problema. L’allenatore deve valorizzare la propria rosa coi giovani e coi meno giovani. Ma, in una piazza come l’Inter, i giovani devono imparare a capire che c’è una pressione e una responsabilità diversa. Guardate la Juventus che ha vinto gli ultimi due scudetti: quanti giovani ha fatto giocare? Bisogna considerare poi che ci sono i valori: ci sono giovani fuoriclasse già abituati a certi valori e altri che vanno formati”.
Ecco, ripartiamo da qui. Dalle “belle” parole che il nostro tecnico ha avuto nei confronti dei giovani in questa settimana. Ripartiamo da qui perché credo che questo passaggio più di ogni cosa detta o fatta negli ultimi mesi dal tecnico livornese, rende l’idea di chi ci siamo messi in casa. E se pensiamo che la politica di Thohir è (anzi, direi sarebbe) quella di puntare sui giovani credo che nessuno più di Mazzarri sia l’uomo sbagliato nel posto sbagliato. Del resto, non dimentichiamoci che dopo la pessima figuraccia rimediata allo Juventus Stadium il buon Walter ebbe la faccia tosta di addossare le colpe a Kovacic.
E poiché stasera il croato non ci sarà, sono proprio curioso di vedere chi sarà l’agnello sacrificale in caso di debacle nerazzurra in quel di Firenze. Ad occhio, vedendo la probabile formazione che scenderà in campo, toccherà a Juan Jesus essendo il più giovane in campo.
Mazzarri recupera Hernanes (fermatosi in settimana per un affaticamento) e Milito (ha avuto anche lui un problema in settimana), tra i convocati ritroviamo anche Cambiasso mentre Kovacic è rimasto a casa per un taglio al ginocchio rimediato in allenamento che gli ha impedito di allenarsi. Formazione pressoché sempre uguale. Rolando, Samuel e Juan Jesus in difesa, a centrocampo ballottaggio Jonathan-D’Ambrosio sulla destra (senza ombra di dubbio alla fine il brasiliano verrà preferito all’ex granata) con Nagatomo a sinistra, in mezzo il recuperato Hernanes con Guarin e Kuzmanovic (che giocherà sicuro perché ha nascosto le chiavi della macchina del mister e minaccia di non dargliele se non sarà nell’undici titolare). In attacco confermatissimi Palacio e Milito. Solo panchina per Ranocchia (meglio puntare sui giovani come Samuel), Taider (forse rientra tra quelli che il mister si è ritrovato), Icardi (quando si ha un cecchino infallibile come il giovane Milito...) e Botta (guai rischiarlo per più di 10 minuti).
I precedenti parlano di 17 vittorie dei nerazzurri, 26 trionfi viola e 32 pareggi. E se è vero che abbiamo vinto quattro volte nelle ultime 10 sfide e anche vero che siamo reduci da un pesantissimo 4-1. Una curiosità, due volte nelle ultime tre stagioni si è giocato nello stesso periodo (lo scorso anno si giocò il 17 febbraio mentre due anni prima il 16) con un bilancio di una vittoria a testa.
Cosa aspettarci stasera? Sicuramente una partita di sofferenza. La sfida di stasera è un ottimo banco di prova per i nostri ragazzi e uscire vittoriosi dal Franchi sarebbe un bel colpaccio per il nostro morale e per le nostre ambizioni. I viola sono una squadra molto forte e ben organizzata. La conquista della finale di Coppa Italia ha caricato ancora di più gli uomini di Montella. Vedendo come gioca la Fiorentina e tenendo conto del nostro momento, ad occhio direi che c’è il serio rischio che possa finire come lo scorso anno.
Per fortuna il calcio non è una scienza esatta e tutto può succedere. Tornare da Firenze con i tre punti è difficile ma non impossibile. Io ci spero (no, purtroppo non ci credo). FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Tifosi_si_nasce ha detto...

Oggi purtroppo è una gara abbastanza difficile, impensabile uscire con 3 punti...

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

E' risaputo che Mazzarri coi giovani lavori mal volentieri, lui vuole giocatori già belli e pronti...
Io credo che la politica dei giovani per un club come l'Inter sia praticamente inapplicabile visto la storia e il blasone che avete, investire su di essi comporta troppo tempo e pazienza e ciò non fa parte di un top club come quello nerazzurro...ciao!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails