GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 1 settembre 2013

TRIS NERAZZURRO, MAZZARRI SFATA IL TABU' CATANIA

Serie A 2013-2014 – 2^ Giornata
CATANIA - INTER 0 - 3
19’ PALACIO – 56’ NAGATOMO – 60’ ALVAREZ

CATANIA (4-3-3) Andujar, Alvarez (dal 16°st Rolin), Legrottaglie, Spolli, Monzon, Izco (41′pt Lopez), Tachtsidis, Almiron, Leto (dal 21 st Doukara), Bergessio, Castro. 
A disp. Frison, Ficara, Cabalceta, Gyomber, Freire, Boateng, Petkovic.
All.: Maran
INTER (3-5-1-1) Handanovic, Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus, Jonathan (dal 38' st Wallace), Guarin (dal 22'st Belfodil), Cambiasso, Kovacic (dal 43' pt Taider), Nagatomo, Alvarez, Palacio.  
A disp. Carrizo, Castellazzi, Andreolli, Rolando, Samuel, Pereira, Kuzmanovic, Olsen, Icardi.
All. Mazzarri
Arbitro: Damato

Mazzarri sfata il tabù di Catania dove non era mai riuscito a vincere nei sette precedenti e porta a casa altri tre punti.
La formazione è quella ipotizzata alla vigilia con Alvarez dietro l’unica punta Palacio e Kovacic in mezzo insieme a Cambiasso e Guarin.
La partenza è subito scoppiettante con entrambe le squadre che partono forte e occasioni da rete sia da un lato che dall’altro.
Ad andare in vantaggio al 19esimo è l’Inter al termine di una bella azione in cui Jonathan arriva sul fondo e piazza una palla sotto porta per Palacio che si avventa come un falco sulla preda e infila il vantaggio nerazzurro.
Il Catania accusa il colpo ma non molla. E nel finale della prima frazione sfiora anche il pareggio. Da registrare nei minuti finali anche il doppio infortunio di Kovacic e Izco.
Nella ripresa i siciliani partono all’arrembaggio ma il gol di Nagatomo al 56esimo spegne l’ardore rossazzurro. Bella azione sulla destra, cross perfetto di Palacio, sul secondo palo arriva Nagatomo che infila il secondo gol di testa in altrettante partite.

La partita cala di tono, un gol del Catania riaprirebbe la gara ma gli uomini di Maran non si rendono mai pericolosi. Al contrario dell’Inter che crea le occasioni per il terzo gol. Terzo gol che arriva a dieci minuti dal termine con una bella azione personale di Alvarez che infila il connazionale Andujar.

Nel finale fioccano le occasioni per i nerazzurri che però non trovano il gol del poker che, onestamente, sarebbe stato una punizione troppo severa per un Catania bello per quasi un’ora.
L’Inter porta a casa i tre punti e continua a raccogliere certezze. Sebbene il Catania del primo tempo abbia messo in seria difficoltà la retroguardia nerazzurra (se il primo tempo fosse finito 1-0 per i siciliani nessuno avrebbe recriminato nulla). Retroguardia che però ha retto bene e per la terza partita ufficiale consecutiva riesce a non subire gol.
Ancora una prestazione positiva per Jonathan e Alvarez, ormai sempre più certezze in questa Inter. Solita prestazione più che sufficiente per Campagnaro e Palacio.
Qualche sbavatura di troppo da parte di Juan Jesus, mentre mi aspettavo di più da parte di Nagatomo (vena realizzativa a parte) e Guarin.
Nel complesso abbiamo visto sicuramente una buona Inter, in crescita rispetto alla sfida col Genoa. La mano di Mazzarri inizia a vedersi ed è ben altra Inter rispetto a quella dello scorso anno.
Il campionato ora si ferma per la sosta delle Nazionali. Quando si ripartirà fra quindici giorni Mazzarri è atteso dall’esame di maturità. Quel Inter-Juventus che potrà dire molto su questa Inter. E anche sulla Juventus. FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

4 commenti:

Winnie ha detto...

Prestazione davvero soddisfacente. Abbiamo giocato meglio di una settimana fa, segno di una squadra in crescita che può migliorare ancora tanto.
Peccato per questa sosta per le Nazionali che interrompe il ritmo.

Brother ha detto...

Alvarez e Jonathan stanno sorprendendo sempre più. Da pesanti e inutili fardelli sono diventati giocatori fondamentali. Di questo passo tutto può succedere.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Entius, ti avverto ancora freddino nei confronti del grande Walter Mazzarri, quando ti convincerai che vi siete messi in casa il numero 1 degli allenatori?:-)...ciao!

Entius ha detto...

Prima o poi mi convincerò anche io.... ;-)
Non sono freddino nei confronti di Mazzarri ma nei confronti di tutto l'ambiente nerazzurro. Un allenatore lo devi anche mettere in condizione di poter lavorare al meglio.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails