GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 20 aprile 2013

STRAMACCIONI O MACCHERONI? QUESTO E' IL DILEMMA NERAZZURRO...

Sì, mi sento più rincuorato. Le vicissitudini politiche riguardanti le elezioni del Presidente della Repubblica hanno evidenziato un Partito Democratico in grave crisi, direi quasi allo sfascio totale. E guardando la situazione del Pd mi sono rincuorato pensando che c’è chi sta messo peggio dell’Inter.
Non che la situazione politica in generale sia migliore, visto che gira e rigira è stato eletto (anzi ri-eletto) Giorgio Napolitano. Elezione che conferma una tendenza tutta italiana di non cambiare mai i personaggi che governano le istituzioni. Per rimanere al solo ambito calcistico, gli Abete, i Beretta, i Galliani, i Nicchi, sono sempre lì al loro posto. Come faceva notare qualcuno, in Italia l’unico che viene cambiato con una certa regolarità è l’allenatore dell’Inter.

Chiusa la parentesi politica (che qui non c’entra nulla) ritorniamo a parlare dell’Inter, la cui situazione attuale rimane delle peggiori. Riflettevo sui giocatori che Stramaccioni dovrebbe schierare domani. A meno che il tecnico romano non impazzisca e spedisca in campo mezza Primavera, non sono molte le alternative nerazzurre.
In porta Handanovic, difesa a tre con Ranocchia, Juan Jesus e Silvestre (a Samuel potrebbe essere concesso un turno di riposo), a centrocampo Zanetti e Pereira esterni con Kuzmanovic, Benassi e Kovacic in mezzo, in avanti Alvarez e Rocchi. Le uniche alternative sono rappresentate da Jonathan e Schelotto. E da una folta schiera di baldanzosi giovani: Pasa, Belloni, Forte, Garritano. Dubito che ci sia qualcuno che in questo momento provi invidia per il nostro caro Strama.

Il bilancio dei precedenti con gli emiliani è nettamente a nostro favore con 16 vittorie, 8 pareggi e solo 2 sconfitte (l’ultima risale al maggio 1999, 1-3), con 51 gol fatti e solo 23 subiti. Gli ultimi due precedenti poi sono stati un festival del gol con i nerazzurri vittoriosi per 5-2 nel novembre 2010 e per 5-0 nel gennaio 2012.
Numeri, solo numeri. Perché l’Inter che affronterà domani il Parma è una squadra malconcia, reduce da quattro sconfitte nelle ultime cinque gare e da tre sconfitte consecutive nelle gare interne. Se può consolarci, il Parma ha raccolto solo un punto nelle ultime 5 trasferte.
Insomma sarà una gara dall’esito incerto, potremmo rimediare l’ennesima sconfitta oppure potrebbe arrivare la riscossa con una vittoria che ci risollevi il morale.
Si giocherà ad ora di pranzo, un motivo (o per meglio dire una scusa) in più per non seguirla. Credo che in pochi avranno voglia di rovinarsi il pranzo domenicale per rodersi il fegato davanti ad una prestazione opaca (vabbè, opaca non è proprio il termine più appropriato…) dei nostri ragazzi. E se dovesse invece arrivare una vittoria, chi si è perso lo spettacolo se ne farà una ragione, cosciente del fatto che al limite si è perso una vittoria non certo un grande spettacolo (Alvarez, Rocchi, Kuzmanovic, Silvestre, davvero credete che questi possano dare spettacolo?). Per quanto mi riguarda non ho ancora deciso se seguire o meno la partita. Molto probabilmente farò la spola tra tavolo da pranzo e salotto, una forchettata di pasta, un occhio all’Inter e via così. FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

4 commenti:

Matrix ha detto...

Viste le ultime prestazioni direi decisamente maccheroni.
Poi dipende dal pranzo. Se c'é qualcosa di buono si può tranquillamente sacrificare la partita dell'Inter...

Winnie ha detto...

Io penso che la vedrò per gli unici due motivi d'interesse che questa partita ha.
1)Che rigore darà l'arbitro
2)Chi sarà il prossimo ad infortunarsi.

Winnie ha detto...

Entius, mi sa che hai qualche problema con i commenti. Mi pare che qualcuno scompaia...

Entius ha detto...

Sì, ho visto. Spero di aver sistemato la cosa anche se non sono riuscito a recuperare i commenti persi...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails