GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 13 aprile 2013

STRAMA, SE HAI BISOGNO CHIAMAMI (verso Cagliari-Inter con gli uomini contati)

"Quindi chi viene domenica? Allora, vediamo. Non siamo in tantissimi. Ma come? Già l'ultima volta eravamo contati. Adesso chi manca? Beh, Cassano per esempio. Cassano cosa? Si è fatto male domenica scorsa. Ma un cero a Lourdes lo abbiamo già acceso? Milito, Palacio e ora anche Cassano? Non ci posso credere. Figurati noi. Comunque sicuramente domenica ci saranno Guarin e Pereira. Sono squalificati nella partita di Coppa Italia con la Roma e quindi giocheranno sicuramente domenica. Ok, ho capito. Chiamo un paio di amici?"
Pronto, Andrea? No, domani pomeriggio non posso 
venire a giocare. Papà mi porta alle giostre.
Sono sicuro che la cara Sabine Bertagna mi perdonerà se gli ho rubato un pezzo del suo articolo. Cagliari-Inter visto dal lato nerazzurro sembra una di quelle partite di calcetto del giovedì sera tra amici, quando c’è sempre qualcuno che ti dà buca e ti devi scervellare a trovare le persone per poter giocare.
Non che la sfida contro i sardi sia di vitale importanza. Per quanto mi riguarda avremmo potuta tranquillamente andare a giocarla con i ragazzi. Con il terzo posto lontano 8 punti e l’ormai quasi certezza che faranno di tutto per non farci centrale l’obiettivo, mi sembra inutile preoccuparci più di tanto per una sfida che ha più o meno la stessa valenza di un’amichevole.

Tanto più che fra quattro giorni avremo l’importante ritorno di Coppa Italia contro la Roma. E con la rosa già a pezzi non vedo la necessità di correre il rischio che si infortuni qualcun altro.
Non è evidentemente dello stesso avviso Stramaccioni che applicherà poco turnover. In difesa l’unico che potrà riposarsi sarà Samuel. Accanto a Ranocchia e Juan Jesus giocherà Silvestre. A centrocampo Zanetti e Pereira sicuri titolari con Kovacic e Gargano che rientra dalla squalifica. In avanti visto la grande carestia giocheranno Guarin e Alvarez dietro all’unica punta Rocchi.
Mi piacerebbe capire come mai il buon Strama non si sia portato dietro un po’ di punte della Primavera. Gli unici convocati sono Forte e Belloni, che però è un centrocampista offensivo.
Vabbè, forse l’avrà pensata allo stesso modo del sottoscritto. Perché affannarsi tanto?
Che partita dovremo aspettarci? Tutto e il contrario di tutto. Non credo che stavolta gli arbitri ci daranno contro. Hanno già fatto parecchi danni e siamo già stati resi abbastanza innocui. Anzi magari ci regaleranno pure un rigore così potranno dire “avete visto, a volte sbagliamo a favore, a volte sbagliamo contro”. Dalla squadra non mi aspetto la partita della vita. Non avrebbe molto senso. Se dovessi buttare lì un pronostico direi che vince il Cagliari in scioltezza. O magari prevarrà la nostra spensieratezza. Bah, nel dubbio… FORZA INTER !!!

PS: Nel pomeriggio ho giocato un po’ a calcio con alcuni ragazzini per testare il mio stato di forma. La tecnica c’è, il fisico pure. Sono un po’ in debito d’ossigeno ma penso che 10-15 minuti riesco a farli. Sono una via di mezzo tra Alvarez (per velocità di gioco) e Ranocchia offensivo (inteso come “torre in mezzo all’area avversaria che con il fisico può creare spazi”). Strama, se ti servo fammi uno squillo.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Winnie ha detto...

Se dovesse servire io sono un terzino alla Jonathan (ma con meno pancetta).
Riguardo alla sfida di domani c'é davvero poco da dire.

Brother ha detto...

Magari avrà poca importanza per l'Inter e per la corsa al terzo posto ma queste ultime gare saranno fondamentali per la riconferma di Stramaccioni.
Quindi guai a mollare !!

Nicola ha detto...

Brother, il destino di Stramaccioni è ormai segnato. Comunque vada la stagione Moratti lo esonerà se troverà di meglio (secondo lui...) altrimenti se lo terrà stretto (almneo fino a quando non cambierà idea...)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails