GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 22 aprile 2013

INTER, PRELIMINARI DI EUROPA LEAGUE O UN ANNO SENZA EUROPA?

Davvero questi tre punti ci rilanciano in chiave corsa ad un posto in Europa? Difficile dirlo. Innanzitutto sono arrivati tre punti. Se poi saranno serviti solo ad interrompere una striscia negativa o si riveleranno decisivi per entrare in Europa lo scopriremo solo fra qualche settimana.
Qualcuno sostiene che non sarebbe una cattiva idea se l’anno prossimo l’Europa la guardassimo comodamente seduti dal divano di casa. Ipotesi che si potrebbe anche condividere tutto sommato. Iniziare la stagione il 2 agosto non è il massimo e nell’arco della stagione in qualche modo paghi il fatto di aver anticipato i tempi.
Inoltre, come abbiamo visto anche in questa stagione, giocare il giovedì spesso si rivela deleterio per la partita della domenica successiva (anche se c’è da dire che Napoli, Udinese e Lazio hanno avuto quest’anno la possibilità di giocare in posticipo al lunedì, privilegio che a noi non è mai toccato).
Per quanto mi riguarda ho già detto che non mi straccerò le vesti se dovessimo restare un anno senza coppe.
Anche se l’Europa ha pur sempre il suo fascino, anche se si chiama Europa League. Per carità la Champions League ha tutt’altro sapore e odore, ma anche il secondo torneo continentale non mi dispiacerebbe (probabilmente sono tra i pochi, pochissimi, che la pensano così).
Non dimentichiamoci che vincere l’Europa League ti permette di giocarti la Supercoppa Europea. E se in tre mesi riesci a portare a casa due trofei non credo che a qualcuno dispiaccia (l’Atletico Madrid in tre anni ha fatto due volte l’accoppiata Europa League-Supercoppa Europea, buttali via). Certo bisogna considerare molti fattori, avere una rosa ampia che ti permetta di fare il turnover e tutto il resto. Ma prendiamo l’Inter di quest’anno. Fino alla doppia sfida contro il Tottenham non ha trovato particolari difficoltà.
Ha superato agevolmente il girone qualificandosi con due turni d’anticipo e facendo giocare molti ragazzi della Primavera nelle ultime due sfide del girone, ai sedicesimi ha trovato il Cluj. Se non si fosse suicidata al White Hart Lane magari saremmo ancora in corsa (o forse saremmo comunque andati fuori perché la rosa attuale è ridotta all’osso).
Inoltre c’è pur sempre un discorso economico. Ok, l’Europa League porta 10, che è nulla rispetto al 100 che ti porta una partecipazione alla Champions League, ma è pur sempre un qualcosa in più rispetto allo 0 che comporta il fatto di rimanere fuori da ogni competizione europea.
Ecco perché io credo che sia importante provare a conquistare un posto in Europa League. Fermo restando che non sarà facile visto che nelle restanti 5 gare avremo tre gare difficili con Napoli, Lazio e Udinese e due gare non semplici con Palermo e Genoa che lottano per non retrocedere. Insomma il quadro non è dei più semplici. E non basterà un Kovacic stratosferico come sempre o un Jonathan e un Alvarez finalmente in versione “da Inter” a poter cambiare le carte in tavola.
Forse sarebbe il caso di iniziare a pensare ad una stagione senza Europa?

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

5 commenti:

Matrix ha detto...

In effetti un anno senza Europa non ci farebbe certo male...

Brother ha detto...

Io mi ero già espresso ieri sera. Niente Europa per un anno e un solo impegno a settimana. Sarebbe la cosa migliore.

Nerazzurro ha detto...

Scusate, vorrei capire una cosa. Secondo i vostri ragionamenti, l'Inter nelle restanti 5 gare dovrebbe fare in modo di non vincere per non andare in Europa? Ma stiamo scherzando o vi fumate roba pesante?

rsgold ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
cheapest rs gold ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails