GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 28 dicembre 2012

DUE TURNI A RANOCCHIA!!! (Tu chiamala se vuoi persecuzione...)

"Squalifica per due giornate effettive di gara ed ammenda di 10mila euro a Ranocchia Andrea (Internazionale): per avere, al termine della gara, contestato l'operato arbitrale rivolgendo al Quarto Ufficiale un'espressione provocatoria; per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione)".
Dunque dopo Cassano e Guarin anche Ranocchia viene squalificato per motivazioni che non hanno nulla a che vedere col campo.
Se non è persecuzione poco ci manca. E sinceramente l’atteggiamento del Giudice Sportivo sta assumendo i contorni del tragicomico. Che non abbia simpatie nerazzurre si era già capito da tempo, che applicasse due pesi e due misure a secondo dei giocatori e delle società coinvolte era evidente a tutti ma a tutto c’è un limite. E tre squalificati in 30-40 giorni dimostrano che la misura è colma.
Dopo le frasi irriguardose di Cassano (andiamo sulla fiducia perché nessuno le ha sentite, né visto l’atteggiamento di Fantantonio) e lo sguardo fulmina-guardalinee di Guarin prontamente segnalato dall’arbitro addizionale, ora ecco le frasi polemiche di Ranocchia punite con precisione direi chirurgica.

Anche nel caso di Ranocchia vale il discorso fatto a suo tempo per Guarin. Non è la prima volta che un giocatore rivolge frasi polemiche ad un arbitro (e spesso non si limitano solo alle frasi) ma guarda caso stavolta l’arbitro ha prontamente sentito e segnalato la cosa al giudice sportivo mentre nei precedenti casi l’arbitro di turno e i suoi assistenti erano distratti o avevano evidenti problemi di udito.
E potete scommetterci che il caso di Ranocchia (al pari di quello di Guarin) resterà isolato, il prossimo che rivolgerà frasi polemiche nei confronti dell’arbitro la passerà liscia come è sempre stato (a meno che, ovviamente, non vestirà maglia nerazzurra).
A quanto pare l’Inter non l’ha presa troppo bene (era ora, caspita) ed è alquanto furiosa per l’ennesima beffarda decisione del giudice sportivo. Spero che la società nerazzurra si faccia sentire e lo faccia con toni adeguati (per intenderci, incazzati neri non con frasi di circostanza).
La misura è colma. Basta con questo doppiopesismo, basta con questo colpire sistematicamente l’Inter (ci avete fatto caso? Per pura “coincidenza” vengono squalificati sempre quelli più in forma), basta con questo clima da uno contro tutti.
Alla fine siamo noi interisti a passare per quelli che soffrono di “sindrome da accerchiamento”, ma siamo sicuri che siamo noi ad essere in torto? Siamo sicuri che la sindrome da accerchiamento non sia solo una sindrome? Siamo sicuri che il clima da uno contro tutti non sia solo una sega mentale dei tifosi nerazzurri?

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

15 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Vergognoso, sempre più vergognoso. Mi viene il voltastomaco. Questo Tosel era un giudice sportivo degno di Calciopoli.

Winnie ha detto...

Ma quale "sindrome di accerchiamento", questa è sindrome da "tre-giornate-a-Samuel" come l'avevi definita tu qualche mese fa...

Winnie ha detto...

Ti rinfresco la memoria se per caso ne avessi bisogno...

http://calciorum.blogspot.it/2012/04/pecorini-e-la-sindrome-3-giornate.html

elio ha detto...

x nerazzurro...... calciopoli ti piacerebbe tornare a quei giorni vero???? purtroppo il tempo passa e tutto si aggiusta......NOI siamo tornati DOMINATORI e voi PERDENTI e PIAGNONI....

Anonimo ha detto...

Elio rubentino di merda vai a fare in culo

Anonimo ha detto...

Anonimo coniglio intertriste appecorated since 1908 magnacartun de milano tavolino prescritto vaselinter è finita da un pò la farsa povere vittime .... per natale ai miei amici intertristi ho regalato un canocchiale come l'anno scorso ... così potete leggere la nostra targa ....

Anonimo ha detto...

e mancano le 4/5 giornate che si sarebbero dovute dare a cassano per le frasi all'arbitro tra il primo ed il secondo tempo di juve-inter...Altro che lamentarvi...Buffoni merdazzurri!!!

Nicola ha detto...

Le quattro giornate a Cassano per le frasi in Juve-Inter??
Perché ora chiedere spiegazioni all'arbitro è punibile con la squalifica? Ora si spiega tutto. Se l'arbitro lo aggredisci come hanno fatto a Catania i giocatori della Juventus va bene, se chiedi spiegazioni devi essere squalificato.

Mark ha detto...

x Elio e tutti i ladro - dopato - retrocessi che vengono qui a fare la morale.

Siete tornati soltanto perché la federazione ha deciso, per tenervi buoni (come conviensi a dei mafiosi conclamati), di restituirvi i 2 scudi (giustamente) revocati.

Quella stessa federazione che ha impedito che la tua società di malfattori senza eguali fosse radiata e cancellata dalla storia sportiva una volta e per sempre.

Non se ne può più di sentire voi ladri conclamati e accertati che, invece di starvene zitti e buoni ringraziando il Signore e tutti gli Angeli Patroni di essere ancora intorno a dei campi di calcio in erba verde invece che a sguazzare nelle fangaie della quarta divisione, fate la morale a chi le vostre angherie e i vostri crimini li ha subiti per anni.

Ma che vuoi farci: tutto è possibile in questo sciagurato Paese!!
Siamo, infatti, non dimentichiamolo, quelli che ancora offrono al più grande delinquente del calcio mondiale (condannato a 5 anni e 4 mesi di carcere per associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva) pulpiti da cui parlare, quando invece altrove sarebbe stato sbattuto a marcire in galera.
Noi siamo quelli che nel 2006 hanno consentito (accogliendo pietosamente le suppliche dei suoi dirigenti) ad una società di calcio trovata in flagranza di reato nell'atto di taroccare campionati, arbitri, designazioni e classifiche, di andare a trascorrere un anno sabbatico in serie B, quando in qualsiasi altro Paese tale società sarebbe stata radiata e cancellata dalla storia sportiva una volta e per sempre, e sul suo nome sarebbe stato sparso sale e zolfo.

E' in tale contesto che va inquadrata la squalifica di Ranocchia.
Così la si capisce facilmente..

Carlo Sandri ha detto...

Da juventino, vi dico che su questo episodio avete ragione a lamentarvi: non ho idea di cosa abbia detto Ranocchia, ma ogni domenica si vedono decine di giocatori insultare gli arbitri o tentare di ingannarli con delle simulazioni, senza che scattino punizioni analoghe. Ricordo anche che il giocatore del Torino che è stato espulso per aver tentato di amputare una gamba a Giaccherini ha avuto ben UNA giornata di squalifica, per dire come ragiona questa gente.
Purtroppo, però, ancora in questi commenti leggo attacchi con la bava alla bocca contro la Juventus e Moggi, quando si sa che l'Inter faceva lo stesso negli stessi anni (non ad avviso mio, ma di Palazzi, che non mi pare proprio uno juventino), salvo essere stata graziata per prescrizione. In quel caso, l'inefficienza della giustizia sportiva che ha punito una colpevole per consegnare i suoi trofei ad un'altra colpevole, oltretutto perdente sul campo, pare vi sia stata e vi sia ancora gradita.
Troppo facile, adesso, arrabbiarsi con la inefficienza della stessa giustizia sportiva quando si inventa una squalifica di due giornate ad un vostro giocatore... Penso siate ancora alquanto in debito.

Mark ha detto...

@ Carlo Sandri

"...quando si sa che l'Inter faceva lo stesso negli stessi anni (non ad avviso mio, ma di Palazzi...)"

Io ho risposto agli insulti e alle provocazioni gratuite con dati di fatto.
Carta canta e villan dorme.
Esiste, infatti, come credo saprai, una sentenza di un tribunale statale che riconosce il direttore sportivo della juventus colpevole di associazione a delinquere finalizzata alla FRODE SPORTIVA (in primo grado); così come esiste una sentenza, sempre di un tribunale dello stato la quale ci dice che l'amministratore delegato della medesima squadra è colpevole per lo stesso reato (e qui siamo già al secondo grado di giudizio).

Quello che dici riguardo l'Inter non sta né in cielo né in terra.
Difatti NON ESISTE ALCUNA SENTENZA (di un tribunale ordinario e tantomeno di tribunale sportivo) che possa attestare quanto da te riferito.
Quello di Palazzi (procuratore federale, che sarebbe il corrispettivo di un pubblico ministero in un processo penale di un tribunale ordinario) è SOLTANTO un PARERE.
Soltanto il SUO PARERE.
E sai dove me lo metto il parere di Palazzi?

PARERE, peraltro, assolutamente gratuito e strumentale.
Infatti la persona che avrebbe commesso reato sportivo (Facchetti) era già deceduta da diverso tempo; e, come ben saprai, la morte estingue il reato).

Chiediti, semmai, per quale motivo, Palazzi, ha scritto un'intera relazione su un reato non più perseguibile.
Chieditelo tu.
Perché io me lo sono già chiesto e conosco anche l'inquietante risposta...

elio ha detto...

X MARK calciopoli ti piacerebbe tornare a quei giorni vero???? purtroppo il tempo passa e tutto si aggiusta......NOI siamo tornati DOMINATORI e voi PERDENTI e PIAGNONI.......tu parli di giustizia ????tu ?????un'interista che parla di giustizia???? un PRESCRITTO???? lA JUVENTUS HA AFFRONTATO UN PROCESSO(SPORTIVO) RICEVENDO UNA CONDANNA RIDICOLA DA UN TRIBUNALE SPORTIVO RIDICOLO MESSO IN PIEDI DA UN EX INTERISTA...LA STESSA JUVENTUS HA AFFRONTATO UN PROCESSO DI UN TRIBUNALE DELLO STATO CHE HA DICHIARATO RIDICOLE LE ACCUSE A LEI RIVOLTE DAL TRIBUNALE SPORTIVO....LO STESSO TRIBUNALE CHE ANNI FA SALVO' L'INTER DAI PASSAPORTI FALSI LO STESSO TRIBUNALE SPORTIVO CHE HA CHIUSO TUTTE E 2 GLI OCCHI SUL FALSO IN BILANCIO DELLA TUA INTERINA LO STESSO TRIBUNALE CHE DOPO LE BELLE PAROLE DI PALAZZI SULLA TUA INTER DI MERDA SI E' TAPPATA IL NASO....MARK LASCIA PERDERE

Mark ha detto...

@ Elio

Povero gobbo!!
Non voglio credere tu ritenga sia vero tutto quello che scrivi.
Se così fosse saresti un demente.
Mi piace credere, invece, che sei cosciente di dire sciocchezze e che
tenti di farle passare per verità, ritenendo che qui ci sia gente disinformata.
Detto questo vediamo di rettificare le castronerie (e sto usando un eufemismo) che scrivi.

1) E' meglio che i gobbi non adoperino il termine "prescrizione": è come un boomerang per loro.
Se, infatti, avessi letto attentamente quello che ho postato in precedenza, avresti afferrato che l'eventuale prescrizione che riguarda l'Inter si basa sul PARERE di un procuratore federale e non su una sentenza.
Un parere è sempre opinabile, una sentenza non lo è.
E la sentenza dell Suprema Corte (forse non l'hai letta) che qui ti riassumo: "...Ed invero, la condotta del reato di cui all'art. 445 cod. pen., RISULTA COMMESSA, in esecuzione del medesimo disegno criminoso, dal luglio del 1994 al settembre del 1998: ne consegue che il termine massimo di prescrizione (anni sette e mesi sei), calcolato secondo le disposizioni della disciplina previgente, e ritenute le sospensioni già indicate, è maturato in data 12 febbraio 2007.", dice proprio che la juve, nelle persone del suo amministratore delegato e del suo medico sociale, è salva per prescrizione.
Nel periodo in esame la suddetta squadra vinceva campionati, champions, coppe intercontinentali, supercoppe europee ecc.
Restituite tutto, delinquenti disonesti!!!

2)Il processo di Napoli si è concluso con la condanna di Moggi e sodali; mentre il rito abbreviato al quale si è volontariamente sottoposto Giraudo lo ha condannato anche in secondo grado.
Tutto questo a dimostrazione del fatto che il tribunale sportivo non aveva poi sbagliato a retrocedere (generosamente) la tua squadra di delinquenti - disonesti - dopati (o imbottiti di farmaci, se ti piace).
E a revocarli 2 scudetti.

3) L'Inter non è mai stata condannata per falso in bilancio.

Se c'è uno che deve lasciare perdere quello sei tu, dammi retta!!

Mark ha detto...

Errata corrige:
revocarli = revocarle

Carlo Sandri ha detto...

Mark, non è che volessi aprire qui una revisione di Calciopoli, tanto penso che rimarremmo tutti delle nostre idee, dato che ci sono due livelli diversi:

1) i fatti: la giustizia sportiva ha condannato la Juve e completamente lasciato l'Inter fuori dalle indagini, questo è noto, l'hai ricordato e non ci piove

2) le opinioni: un conto è "rispettare" una sentenza nel senso di accettare che debba essere applicata (come è stato), un altro è pensare che sia giusta per forza. Le telefonate di Facchetti non erano meno gravi di quelle della Juventus e sono state fatte in veste di dirigente dell'Inter; non lo dice alcuna sentenza, dato che era troppo tardi per fare un processo ad hoc, lo dicono semplicemente la logica e l'evidenza, che non cadono in prescrizione. Ovviamente la prematura scomparsa di Facchetti avrebbe reso insensate eventuali squalifiche personali o radiazioni, ma questo non modificava la posizione della società. Oppure, giusto per non parlare solo di Inter, non vi fa sorridere che tra le società "oneste" e rimaste illese da Calciopoli ci sia anche la Roma che regalava i Rolex agli arbitri e faceva modificare a metà campionato le regole sul numero di extracomunitari, per poter schierare Nakata?

Io tendo a giudicare le cose secondo il "livello 2"; credo che i "colpevolisti" di Calciopoli andrebbero inquadrati nel "livello 1", ma allora per coerenza dovrebbero anche accettare la squalifica di Ranocchia, e ricordare che la Juventus non è stata condannata per doping.

Ricollegandomi al tema, volevo giusto sottolineare che la squalifica di Ranocchia mi pare l'ennesima decisione insensata prodotta da una giustizia sportiva per nulla credibile... ma che è poco credibile fare questa giusta critica, se per anni ci si è vantati di un risultato figlio di questo stesso modo di amministrare la giustizia sportiva, un tanto al chilo e sulla base di simpatie o di influenze del momento.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails