GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 21 luglio 2012

FESTA INTER, BATTUTE JUVE E MILAN (peccato fosse solo un'amichevole)

Ok, queste amichevoli giocate a metà luglio lasciano il tempo che trovano e non servono a nulla. Però battere Juventus e Milan dà sempre un sottile piacere e ha un sapore dolce.
JUVENTUS-INTER 0-1 (12’ Coutinho). Ad aprire la serata è la sfida tra Juventus e Inter. Nonostante i nerazzurri siano più avanti con la preparazione (il preliminare di Europa League incombe) è la squadra campione d’Italia a partire meglio. Ma dopo 12 minuti Milito mette in area un pallone innocuo che Lucio cicca clamorosamente di testa, ne approfitta Coutinho che infila Storari. La Juventus tenta l’assalto alla disperata ricerca del pari ma nonostante abbia 2-3 ghiotte occasioni non riesce a pareggiare i conti.
MILAN-JUVENTUS 0-1 (30’ Vucinic su rigore). La Juventus, sconfitta nella prima partita, se la vede con il Milan, orfano di Ibra e Thiago Silva. I rossoneri partono meglio ma la Juventus cresce alla distanza e trova il gol vittoria alla mezzora. Taiwo stende in area Vucinic. Rigore. Dal dischetto è lo stesso Vucinic a segnare il gol che regala i tre punti ai bianconeri.
INTER-MILAN 2-1 (16’ El Shaarawi, 25’ Guarin, 34’ Palacio). Sarà il derby milanese a decidere la vincente del trofeo. Derby che parte bene per il Milan. I rossoneri passano in vantaggio con El Shaarawi bravo a sfruttare un errore di Chivu e a superare Belec. Ma l’Inter, come avvenuto anche nella prima mini-partita si riprende alla distanza. Prima trova il pareggio con Guarin ben imbeccato da Palacio (fino a quel momento assente e deludente) e poi è lo stesso Palacio a fissare il risultato sul 2-1 regalando partita e trofeo all’Inter.

ALCUNE CONSIDERAZIONI FINALI
* Con preparazioni iniziate da poco, giocatori ancora in vacanza e molti giovani messi in campo fare delle valutazioni è impresa ardua.
* Manca un centrocampista di qualità e quantità. Per il resto non siamo messi malissimo. Certo qualche innesto in più non farebbe certo male.
* Impressionante la crescita di Coutinho (non a caso eletto miglior giocatore del torneo). Sembra un altro giocatore fisicamente e mentalmente. Sei mesi in prestito spesso possono essere utili (ah, se l’avesse fatto anche Castaignos).
* Palacio si sveglia a metà della seconda partita dopo che per un'ora abbondante di gioco è assente ingiustificato. Va bene nelle amichevoli estive ma quando si inizierà a fare sul serio non potrà e non dovrà più permetterselo.
* Fa un certo effetto vedere Cordoba a bordocampo nel ruolo di team manager. Ci abitueremo presto all'idea.
* Ottava vittoria su dodici edizioni nel torneo. Non male come egemonia. Peccato che sia solo un'inutile trofeo estivo.
* Nonostante sia stata l'ultima delle tre ad iniziare la preparazione la Juventus è sembrata quella più in palla. Ingiudicabile il Milan che ne ha approfittato per portare la propria Primavera (la smettiamo di parlare di cantera? Siamo in Italia e qui si chiama Primavera) in gita premio a Bari.
* Due amichevoli, due errori clamorosi. Vorrei fare un applauso a Lucio che da un lato attira le simpatie dei suoi nuovi tifosi con dichiarazioni pro-30 scudetti e dall’altro lato fa di tutto per non farsi rimpiangere dai suoi vecchi tifosi. Gli auguro di rimanere coerente per tutta la stagione.


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

1 commento:

Vincenzo ha detto...

Ahah non sai quanto ho goduto a vedere la cappellata di Lucio!!!

Speriamo sia la prima di tante altre ahaahahah!

Cmq ieri buon test, ma non sono d'accordo sul "non siamo messi male".

Servono innesti importanti, sorpattutto a centrocampo e attacco!

Ciao!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails