GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 11 gennaio 2011

SCUDETTO A NOVEMBRE. L'ULTIMA PROPOSTA DI PLATINI

La rivoluzione. Campionati d'estate (si gioca da febbraio-marzo fino a novembre) e niente Coppe europee per chi ha i bilanci in rosso. E' il progetto di Michel Platini. Con i club però adesso rischia la rotta di collisione. Ma il numero uno dell'Uefa, che a marzo sarà riconfermato presidente (anche perché è l'unico candidato) e che ha il pieno appoggio del dittatore Sepp Blatter, presidente della Fifa, va dritto per la sua strada. Ed è pronto ad aprire i fuochi.
L'assist per proporre (o imporre?) alle Federazioni di giocare d'estate glielo ha dato la scelta (scellerata) di assegnare al Qatar il Mondiale 2022. Lì sarebbe follia giocare d'estate, nonostante gli organizzatori promettano impianti perfettamente climatizzati e ipertecnologici. Troppo caldo comunque (media 40,5 gradi), anche per i tifosi. Ecco, l'occasione unica per disputare quindi il Mondiale in gennaio. "E molte cose - ha detto di recente Platini in maniera sibillina - dovrebbero cambiare nel calendario".
Ecco il suo progetto: i campionati europei partirebbero in febbraio (o marzo) per chiudersi in novembre. Stessa rivoluzione, ovviamente, nelle Coppe. "E' assurdo giocare in pieno inverno, in Europa: meglio l'estate": si è sempre lamentato Platini, forse ricordando il freddo preso nei suoi cinque anni juventini. Ma i club sono preoccupati: "Siamo noi che paghiamo i calciatori, mica l'Uefa o la Fifa". Platini comunque pensa di partire già tra 3-4 anni, altro che aspettare il 2022...
[…] (La Repubblica.it)
Idea che lascia perplessi e che quasi certamente farà discutere parecchio ma che mi sembra sia poco realizzabile.
Le società hanno già espresso parere contrario e credo che anche i tifosi la pensino allo stesso modo. Per non parlare delle televisioni, che detengono il potere del mondo del calcio e non penso siano così d’accordo nel far disputare il campionato in mesi dell’anno (luglio e agosto) in cui i tifosi preferiscono fare altro e di conseguenza loro perderebbero spettatori.
Senza considerare che nei mesi estivi in alcune zone, soprattutto al sud, la colonnina del termometro fa registrare temperature abbastanza elevate e giocare sotto un caldo afoso non è il massimo.
La mia sensazione è che Platini abbia voluto solo lanciare una provocazione e che neanche lui sia troppo convinto di questa proposta. Non ci resta che aspettare per vedere se diventerà qualcosa di più serio e concreto.



VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

5 commenti:

Pakos ha detto...

E i Mondiali e gli Europei? Poi si disputano a dicembre? O magari a giugno interrompiamo i campionati nazionali per giocare il Mondiale e poi a luglio ripartono i campionati?

Rudy ha detto...

Potrebbe essere un'idea. D'estate gicoherebbero in notturna quando la temperatura è più bassa.
E eviteremmo di vedere partite giocate a temperature polari.

Entius ha detto...

E come si farebbe con anticipi e posticipi vari?
Non oso pensare alla possibilità che magari ci sia un anticipo alle 12.30.

LeNny ha detto...

Quest'uomo, dopo che ha abbandonato il calcio giocato, si è completamente rincoglionito. Non faranno mai una cosa del genere.

Saluti.

LeNny

;)

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Secondo me Mondiali ed Europei si dovrebbero disputare ad inizio stagione, ad agosto, tanto il numero di giocatori impegnato è esiguo e la limitata durata non inficierebbe sui campionati come invece avviene adesso quando si arriva a queste competizioni con i calciatori spremuti...ciao!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails